Todd M. Miller: Condannato per aver violato il PSN!

Un ragazzo columbiano di 23 anni chiamato Todd M. Miller è stato di recente condannato per un anno agli arresti domiciliari e a tre anni di libertà vigilata per aver organizzato un attacco sui server Sony a partire dal 2008, per poi concludersi nel mese di aprile 2011 mandando offline il PlayStation Network.

L’attacco ha consentito gli aggressori di accedere ai dati personali di milioni di giocatori, comprese le informazioni delle carte di credito, portando nei mesi successivi una serie di attacchi contro Sony provenienti da tutto il mondo!

Questo portò alla grande casa nipponica una multa di circa £250,000 ($383,767) per violazione della legge sulla privacy in relazione con gli hack.

Quando L’FBI è tornata con un mandato di perquisizione, hanno scoperto che Miller si era sbarazzato dei suoi dischi rigidi e aveva fracassato il suo computer, infatti senza i PC, l’FBI non aveva abbastanza informazioni per poter accusare Miller sulle accuse di hacking.

Miller ha detto al giudice che era “immaturo e ignorante e si era unito con le persone sbagliate al momento sbagliato”, se l’FBI avrebbe messo le mani sui dischi rigidi, Miller avrebbe dovuto affrontare fino a 20 anni di carcere e una multa fino a $ 250.000.

(Visited 26 times, 1 visits today)

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *