[Guide Hacking] NetBus: il software per entrare in altri PC

Prima di iniziare la descrizione di NetBus (che molti di voi conosceranno) vogliamo precisare che entrare in PC altrui è illegale e perseguibile per legge. Non ci assumiamo nessuna responsabilità per un uso errato ed illegale di NetBus. Il materiale che leggerete è puramente a titolo informativo e di studio.

Programmi per entrare da PC in altri PC ce ne sono molti, cercheremo di descrivere i migliori in circolazione, partendo dal primo che ho personalmente testato. Il programma è abbastanza “vecchiotto” oramai ma come si dice, “il primo amore non si scorda mai”.

NetBus è il software più usato dagli apprendisti hackers. Essendo un programma client-server si divide in due file che vanno eseguiti uno sul server (vittima) e uno sul client (hacker). NetBus è sicuramente un software che si può utilizzare anche senza avere troppe conoscenze informatiche.

NETBUS è un programma di BACKDOOR, grazie a questo programma l’hacker può teleguidare il vostro computer. E’ molto più evoluto di Back Orifice e ha una interfaccia molto più semplice. Bisogna solo conoscere l’indirizzo IP del computer da colpire (non è difficile ottenerlo), stabilire la connessione e permere i pulsanti del programma client (quello dell’hacker) come Open CD-ROM che fa aprire e chiudere il cassettino del CD-ROM del server remoto (la vittima) e moltissimi altri comandi intuitivi.Ciò che lo rende più evoluto degli altri programmi di back door è la possibilità di fare la scansione automatica degli indirizzi IP, in questo modo l’hacker non deve inserire sequenzialmente ogni indirizzo IP ma sarà il programma stesso a farne la scansione. In più c’è la possibilità di avere più hackers che piratano in simultanea una stessa vittima.

Istruzioni per l’uso di Netbus:


Il programma comprende due file entrambi forniti con un Trojan: il lato client (NETBUS.EXE) e il lato server (PATCH.EXE).Il lato server è il file con dimensione minore ed è il file che infetta il computer del malcapitato; deve essere eseguito sul PC della vittima; il nome del file è PATCH.EXE (ma il nome può essere modificato a proprio piacimento); il programma è difficilmente visibile e si carica anche dopo successivi riavvii del computer.Il lato client è il file che usa l’hacker per spiare (o distruggere) la vittima; ha un interfaccia semplicissima a pulsanti; bisogna solo inserire l’indirizzo IP del computer infetto e premere “Connect!” per stabilire la connessione.Se non si conosce l’indirizzo IP della vittima si può fare la scansione di un certo range di indirizzi:Con NetBus 1.70 basta inserire nel campo “host name/IP” xxx.xxx.xxx.0+255 (dove xxx è un numero compreso tra 0 e 255) e premere “Scan!”; in questo modo Netbus controllerà gli indirizzi da xxx.xxx.xxx.0 a xxx.xxx.xxx.255.

Per quanto riguarda il download cercate sul web, ce ne sono diverse versioni, io ho sempre utilizzato la 1.7, ma possiamo trovare la 2.0 PRO e la 2.1 PRO.

Nel prossimo articolo vi parleremo di Prorat, un’altro bel programmino tutto da scoprire.

Restate sintonizzati!

(Visited 187 times, 1 visits today)

3 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *