Home Emulatori Rilasciato emulatore DREAMM v2.1

Rilasciato emulatore DREAMM v2.1

295
0

Dopo innumerevoli aggiornamenti beta per la versione 2.1 di DREAMM, è stata da poco pubblicata la versione stabile dell’emulatore che ci permette di eseguire i classici giochi di avventura SCUMM della LucasArts su PC Windows, MacOS e Linux

Le nuove funzionalità introdotte nella versione 2.1 presentano diverse importanti migliorie rispetto alla versione originale 2.0. In breve, i principali cambiamenti sono i seguenti:

  1. Un notevole miglioramento dell’emulazione di Windows per supportare nuovi giochi, tra cui:
    • Indiana Jones and His Desktop Adventures.
    • Mortimer and the Riddles of the Medallion.
    • Star Wars: Shadows of the Empire.
    • Star Wars: Yoda Stories.
    • Outlaws.
    • Star Wars: Jedi Knight: Dark Forces II.
    • Star Wars: Jedi Knight: Mysteries of the Sith.
    • Star Wars: Behind the Magic.
    • Star Wars: Episode I Insider’s Guide.
    • Indiana Jones and the Infernal Machine.
  2. Un supporto esteso per le versioni Windows di Star Wars: X-Wing, Star Wars: TIE Fighter e Afterlife.
  3. L’aggiunta del supporto per Star Wars: Making Magic multimedia CD.
  4. L’aggiunta del supporto per l’esecuzione su sistemi Linux, sia su architetture Intel che ARM.
  5. L’aggiunta del rilevamento di numerose nuove varianti di giochi.
  6. Miglioramento dell’interfaccia utente, con l’aggiunta di un meccanismo per verificare i giochi installati.
  7. Supporto aggiunto per i formati di immagine CD MDS/MDF e CCD/IMG.
  8. L’aggiunta di un meccanismo per attivare la modalità portatile, in cui tutti i dati sono conservati accanto all’eseguibile di DREAMM.
  9. La modalità standalone è stata (ri)aggiunta se si colloca DREAMM accanto ai file di gioco.
  10. L’aggiunta di un emulatore MIDI basato su OPL come fallback su tutte le piattaforme.
  11. Ora è possibile installare i giochi tramite la riga di comando.
  12. Aggiunta una telemetria limitata per notificare remotamente se DREAMM riscontra problemi durante l’esecuzione.

Telemetria

A partire da DREAMM 2.1, l’emulatore invia una telemetria limitata al server personale del suo creatore per aiutarlo a comprendere situazioni che portano a crash, problemi grafici o giochi non riconosciuti.

Gli utenti hanno la possibilità di rinunciare a questa opzione dalla schermata ABOUT DREAMM.

Poiché la telemetria potrebbe essere vista con sospetto da alcune persone, l’autore di DREAMM ha scelto di essere completamente trasparente. Ecco un elenco completo delle situazioni in cui viene inviata la telemetria:

  1. La prima volta che un utente esegue una nuova versione di DREAMM, il sistema raccoglie dati per comprendere quante persone utilizzano il programma.
  2. Se durante l’esecuzione dell’emulatore viene riscontrata una funzionalità non implementata, alcune di esse sono non fatali e la notifica viene inviata in modo discreto; altre sono fatali e causano l’uscita del programma. Questo aiuta l’autore a capire se ha dimenticato di implementare funzioni importanti.
  3. In caso di crash di DREAMM dovuto a un accesso non valido alla memoria, le informazioni inviate possono aiutare a determinarne la causa.
  4. Se un utente installa una versione di gioco non riconosciuta da DREAMM, ciò aiuta l’autore a identificare versioni comuni di giochi per cui potrebbe aggiungere supporto nelle future versioni.

Le informazioni specifiche inviate includono:

  • Un ID univoco per identificare le diverse macchine coinvolte nei problemi.
  • La piattaforma in cui viene eseguito DREAMM (Windows/Mac/Linux).
  • L’architettura utilizzata (x64/arm64).
  • La versione e la data di compilazione dell’eseguibile di DREAMM.
  • La versione di SDL in uso.
  • L’ID del gioco in esecuzione.
  • Informazioni specifiche sull’evento.

L’ID univoco viene generato ogni volta che viene creato un nuovo file config.json, basandosi solo sull’orario corrente e sull’orologio di sistema, senza utilizzare altre informazioni identificabili.

Download e installazione

Gli utenti possono sempre scaricare l’ultima versione ufficiale di DREAMM dal sito https://aarongiles.com/dreamm.

Le versioni beta, se disponibili, possono essere trovate su https://aarongiles.com/dreamm/beta.

Installazione su Windows

DREAMM viene rilasciato per Windows in due forme:

  1. Installer Windows EXE: Questa è la modalità più semplice per installare DREAMM su un computer Windows. È sufficiente scaricare il file EXE e fare doppio clic per eseguire l’installer. Contiene sia le versioni native per Intel che ARM di DREAMM e installerà automaticamente quella appropriata per il sistema.

Nota: L’installer per Windows richiede privilegi amministrativi per posizionare i file di DREAMM nella cartella Program Files e per creare collegamenti nel menu Start, quindi l’utente deve essere pronto a concedere il permesso per procedere.

Attenzione: È possibile che il sistema SmartScreen di Microsoft possa visualizzare un avviso come quello di seguito quando si tenta di avviare l’installer. In tal caso, basta fare clic sul link “Maggiori informazioni”, che rivelerà il pulsante “Esegui comunque”, e quindi fare clic su quest’ultimo per procedere. SmartScreen si basa sulla reputazione, quindi con il tempo questa avvertenza dovrebbe diventare meno comune.

  1. Pacchetti ZIP per Windows: In alternativa, il rilascio di DREAMM per Windows è disponibile anche in due file ZIP, uno per le macchine basate su Intel e uno per le macchine basate su ARM. L’utente deve scaricare quello appropriato per il proprio sistema (molto probabilmente la versione Intel o x64) ed estrarre il contenuto del ZIP in una cartella. Da lì, è possibile fare doppio clic ed eseguire DREAMM senza ulteriori procedure di installazione.

Installazione su macOS

Su macOS, esiste solo un’opzione di download:

  1. File DMG per macOS: Per gli utenti Mac, DREAMM viene offerto come un file immagine disco compresso, o file DMG. L’utente deve semplicemente scaricare il file e fare doppio clic per montarlo sul sistema. Una volta fatto ciò, si aprirà una finestra in Finder che assomiglierà a quella mostrata a destra. A questo punto, ci sono due opzioni. L’utente può eseguire DREAMM direttamente facendo doppio clic sull’icona di DREAMM, oppure può trascinare l’icona di DREAMM nella cartella Applicazioni per installarlo lì. L’applicazione DREAMM per macOS è fornita come un binario universale che contiene sia le versioni native per Intel che ARM, quindi dovrebbe funzionare senza problemi su entrambi i sistemi.

Installazione su Linux

Le versioni per Linux vengono distribuite come semplici file archivio tar compressi (.tgz), con file di rilascio separati per ogni piattaforma, x64 o ARM64.

Una volta scaricato il file, è sufficiente eseguire il comando tar -xzvf nomefile.tgz per estrarre il contenuto e quindi eseguire il file dreamm incluso per avviare DREAMM.

Se non sono già installate le librerie SDL o libcurl, è necessario installarle utilizzando gli strumenti supportati dalla propria distribuzione.

Inoltre, se è presente il pacchetto xdg-utils, l’utente potrà fare clic su link a pagine web o cartelle locali nell’interfaccia utente, il che può risultare molto utile.

Data Files

DREAMM utilizza la libreria SDL per selezionare la posizione preferita per l’archiviazione dei dati di configurazione e dei giochi installati. Solitamente, questa posizione è sotto la directory utente:

  • Su Windows, è possibile trovarla qui: C:\Users<username>\AppData\Roaming\Aaron Giles\DREAMM
  • Su macOS, dovrebbe essere qui: /Users/<username>/Application Support/Aaron Giles/DREAMM
  • Su sistemi Linux, il percorso predefinito è: /home/<username>/.local/share/Aaron Giles/DREAMM

Alla radice di questa cartella, DREAMM mantiene un file config.json che contiene informazioni sulle opzioni di configurazione, posizioni delle finestre, ecc.. Se, per qualche motivo, le cose si complicano molto, è possibile tentare di eliminare questo file.

DREAMM crea anche diverse sottocartelle in questa directory:

  • Una cartella install per contenere i dati di installazione (a meno che non sia stata configurata in modo diverso).
  • Una cartella gamefiles per contenere i file scritti dai giochi.
  • Una cartella sounddata per contenere SoundFonts e/o file ROM MT-32
  • una cartella screenshots per contenere eventuali screenshot fatti all’interno del gioco

Modalità Portatile

Se l’utente preferisce che DREAMM conservi tutti i dati e i giochi installati accanto all’eseguibile di DREAMM, anziché in una delle posizioni sopra elencate, può farlo creando un file config.json vuoto accanto all’eseguibile di DREAMM.

Quando DREAMM viene avviato, verifica se è presente un file config.json accanto all’eseguibile e, se presente, tratta la directory contenente DREAMM come se fosse la base operativa per l’archiviazione dei dati.

Ciò significa che DREAMM scriverà e aggiornerà il file config.json locale e creerà le varie sottodirectory descritte sopra.

Con la Modalità Portatile, è possibile copiare facilmente DREAMM su una chiavetta USB o un disco portatile e assicurarsi che tutti i giochi installati e le impostazioni siano conservati nello stesso luogo.

Quindi, è possibile portare l’installazione portatile su qualsiasi altro computer e eseguirla senza ulteriori spostamenti di file.

Modalità Standalone

Se si desidera un’interfaccia più snodata, completamente priva del frontend, è possibile configurare DREAMM per eseguirsi in Modalità Standalone. Ci sono due modi per farlo:

  • Copiare l’eseguibile di dreamm (e eventuali file di supporto) in una directory che contiene un gioco supportato. DREAMM, se avviato da questa posizione, rileverà automaticamente quale gioco è presente accanto ad esso e lo avvierà direttamente.
  • Avviare dreamm con un parametro da linea di comando specificando un percorso a una directory che contiene un gioco supportato. Se DREAMM determina che il percorso fornito contiene tutti i file necessari nelle posizioni corrette per uno dei giochi supportati, lo avvierà direttamente, bypassando il frontend.

Questo è utile per creare collegamenti che avviano direttamente i giochi preferiti. Inoltre, è possibile utilizzare questa funzionalità per evitare che DREAMM copi i file di gioco nella directory di installazione.

Ad esempio, se si ha già installato un gioco particolare, è sufficiente passare a DREAMM il percorso di quella installazione e verrà eseguito direttamente dai file già installati.

Download: DREAMM v2.1 (Windows Installer) (Package x64) (ARM64 Package)

Download: DREAMM v2.1 (MacOS)

Download: DREAMM v2.1 (x64 Linux) (ARM64)

Fonte: twitter.com