Nuovo “Hello World” su PS Vita

Questo inizio anno ci regala un’altra sorpresa per tutti coloro che seguono la scena PS Vita , in nottata è stato rilasciato un nuovo video di un “hello world” sulla console portatile. Ricordiamo che è il secondo exploit che viene trovato , il primo risale all’uscita della stessa creato dal coder Teck4.

Il metodo utilizzato dal nuovo coder, che vuole rimanere anonimo, è molto simile alla precedente versione, cambia solo il firmware su cui viene eseguito (1.51) e l’exploit.

Il video che trovate dopo il salto leva ogni dubbio a riguardo:

httpv://youtu.be/1jNjtuimQN4

Di seguito le parole del coder tradotte (Google transale):

Un altro coder che desidera rimanere anonimo è riuscito a tirare fuori un ‘Ciao Mondo’ su PS Vita. Anche se l’impresa non si basa su precedenti exploit di teck4 , si condivide lo stesso approccio, in quanto esegue il codice all’interno di un ambiente PSP.

Si tratta di un proof of concept in questa fase, con alcune immagini tempestivo aggiunto per buona misura.Date un’occhiata al video qui sopra per vederlo in azione. Firmware 1,510 è stato utilizzato per i test, gli ultimi disponibili al momento.

 

A meno che non c’è un modo per rompere la sandbox, questo non ha portato a l’accesso nativo sulla Vita – almeno, non da solo. Non si può dire quello che ulteriori ricerche potrebbero portare a.

Per ovvie ragioni i dettagli più fini dell’exploit sono tenuta segreta ed è probabile che rimangano tali a scopo di ricerca. Lo prenderei solo una patch veloce da Sony per rendere questa inutile quindi non c’è molto senso in un comunicato pubblico, come potete immaginare.

Come dicevamo l’exploit per tale procedura sembra diverso da quello utilizzata da Teck4, anche se restano molti dubbi sul fatto che  questo “Hello World” sia stato trovato sullo stesso gioco del precedente.

In Europa la PS Vita sbarcherà nel mese di Febbraio, che sia una mossa strategica da parte di Sony per far incrementare le vendite?

Stay Tuned

(Visited 62 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *