Supporto Shader Cache disponibile sull’emulatore Ryujinx

L’emulatore Ryujinx ha visto progressi incredibili nel corso del 2020, anche se una delle caratteristiche più interessanti fino a questo momento è rimasta palesemente assente, stiamo parlando della cache shader basata su disco. Questo cambia oggi con l’ultimo aggiornamento, nome in codice Salieri.

Sebbene non sia una funzione fondamentale dell’emulazione, l’aggiunta di questa caratteristica in Ryujinx contribuirà ad un reale balzo in avanti nella fruibilità dei giochi, e non sono poche le persone ad averlo richiesto.

Qual è il grosso problema della cache shader?

Fino a questo momento, Ryujinx ha compilato gli shader al volo quando il gioco li richiedeva, causando cali di frame rate e balbettii che sarebbero durati da una frazione di secondo a quasi un minuto, questo a seconda del gioco e delle dimensioni dello shader.

Una volta compilati, questi shader sono rimasti nella RAM solo fino alla chiusura dell’emulatore. Nei replay successivi dello stesso gioco questi shader dovevano essere ricompilati ancora una volta, portando con sé gli stessi rallentamenti.

Sebbene siano disponibili funzioni di cache shader a livello driver su GPU Nvidia e AMD, queste hanno offerto solo un leggero sollievo mentre venivano oltremodo invalidate completamente di volta in volta.

Con l’aggiornamento di oggi, fornito dallo sviluppatore Thog (che ha anche implementato la riscrittura audio completa di Amadeus all’inizio di quest’anno), gli shader compilati ora verranno scritti su disco dove risiederanno in modo sicuro fino a quando non verranno caricati nella RAM al successivo avvio del gioco.

Ciò significa che anche dopo aver chiuso e riaperto l’emulatore, riavviato il PC o aggiornato il driver della GPU, Ryujinx precaricherà gli shader del gioco in pochi secondi.

Tutto ciò consente una significativa riduzione, o la completa eliminazione, di cali di frame rate e balbettii all’interno del gioco,  e c’è di più, il processo di compilazione dello shader stesso è stato ottimizzato, riducendo notevolmente gli scatti e i cali di frame rate durante il gioco iniziale.

Dovrò mai ricostruire la mia cache shader/sarà mai invalidata?

Grazie a questa implementazione intelligente, la cache shader si ricostruirà da sola all’avvio se si verifica un evento invalidante, ad esempio l’aggiornamento dei driver della GPU o se Ryujinx rilascia un aggiornamento che influisce sul codice shader.

Questo processo di ricostruzione richiede alcuni minuti, ma sicuramente batte dover giocare di nuovo con balbuzie solo per accumulare la cache. Aggiornare il tuo PC? Nessun problema! Puoi persino trasferire i file della cache sul nuovo disco rigido quando sarà il momento; gli shader verranno ricostruiti al primo avvio del gioco.

Cosa verrà dopo?

La cache shader gioca un ruolo importante in un’altra funzionalità di Ryujinx: LDN/wireless locale. Una seconda build di anteprima LDN è in arrivo e, con questa nuova cache shader basata su disco incorporata, dovrebbe godere di una connessione molto più stabile nei giochi con shader pesanti. Aspettatevi presto altre notizie su questo.

Fonte: reddit.com

(Visited 1 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *