Rilasciato retroArch v1.7.5 per console Switch

Il team Libretro ha rilasciato in queste ore la nuova versione 1.7.5 del frontend retroArch, la release si rende disponibile anche per la console ibrida Nintendo Switch.

I due sviluppatori di RetroNX (natinusala e m4xw) hanno collaborato insieme al team Libretro per preparare questa versione ufficiale di retroArch che raccoglie già 44 core, supporto OpenGL, supporto di rete e quant’altro.

Installazione

  • Scaricare ed estrarre il file RetroArch.7z per console Switch da questo indirizzo.
  • Trascinare e rilasciare la cartella retroarch e switch all’interno della scheda SD.
  • Eseguite Hbmenu e avviate RetroArch.

Importante: Eseguite RetroArch Switch come una nuova installazione (nel caso in cui sia già stato installato RetroNX in precedenza) e migrare i savegame da /retroarch/core/save {files, states} nella stessa cartella della nuova installazione.

Caratteristiche

  • Supporto OpenGL
    • Grazie al supporto Mesa/Nouveau, questa versione per Switch è dotata del supporto completo per OpenGL. Ciò significa che tutte le funzionalità avanzate disponibili su PC dovrebbero essere disponibili anche su console Switch! Gli shader GLSL dovrebbero essere supportati, gli overlay sono supportati e, grazie al supporto OpenGL, possiamo utilizzare menu con accelerazione hardware come XMB/MaterialUI (con supporto per le miniature complete, i temi, ecc..). Oltre a tutto questo, ci consente di portare su di un kernel di libretro che richiede l’uso di OpenGL in futuro, come Parallel N64, OpenLara e potenzialmente più core come Reicast, PPSSPP, ecc..
  • Supporto touchscreen (per MaterialUI/ecc..)
    • natinusala ha fatto in modo che questa versione iniziale avesse ricevuto il supporto per touch screen. In questo momento il DPI (Dots Per Inch) è un po’ hardcoded per portatili e non è pensato per la modalità dock. Questo sarà migliorato nel prossimo futuro.
  • Pieno supporto per la rete.
    • Il multiplayer online (con matchmaking peer-to-peer e MITM) dovrebbe essere disponibile dal primo giorno. Prendi nota del fatto che le prestazioni del core sono molto importanti in termini di qualità per la tua esperienza online, dal momento che l’implementazione netplay è basata sul rollback. Oltre al multiplayer, puoi anche scaricare core, aggiornare risorse e tutte le funzionalità che ti aspetteresti dalla versione per PC.
  • Supporto RetroAchievements
    • Registrando un account su Retro Achievements e inserendo i dettagli del tuo account in RetroArch, potrai ottenere dei Achievements (simili a dei trofei) per i tuoi giochi.
  • Scansione del gioco
    • La scansione dei tuoi giochi dovrebbe funzionare completamente, ad eccezione forse delle immagini PS1 in questo momento.
  • Divisione del supporto Joy-Con
    • Se vai su Impostazioni -> Input e attiva Split Joy-Con (da 1 a 8), puoi usare un Joy-Con completo come due controller separati!
  • Downloader principale
    • Dal primo giorno, dovrebbe essere possibile scaricare e aggiornare i nuovi core non appena arrivano questi si rendano disponibili, e senza nemmeno dover aspettare la prossima versione stabile di RetroArch!
  • Supporto Runahead
    • RetroArch Switch viene fornito con il supporto Runahead già dal primo giorno! Questa è la nostra funzione di modifica del gioco che ti consente di battere la latenza e persino di andare oltre i tempi di risposta rapidi dell’hardware originale. Le prestazioni di questa funzione dipendono fortemente dal livello di “prestazioni” del core e dalla potenza relativa della Switch. Prova a sperimentare con i core e non dimenticarti di utilizzarlo sui core più esigenti che si bloccano sotto pressione. Poiché RetroArch offre una così vasta gamma di core anche per lo stesso sistema, è del tutto possibile che uno specifico core SNES o Genesis sia abbastanza veloce per il tipo di runahead nella configurazione dei frame x che stai cercando.

44 core Libretro

  • 4DO – 3DO Libretro core. Prova ad abilitare l’opzione principale Threaded DSP (o un’impostazione chiamata qualcosa di simile) per prestazioni migliori.
  • 2048 – Un porting del puzzle game 2048.
  • Cannonball – Una porting del motore di gioco OutRun. Richiede le ROM arcade originali per funzionare.
  • CrocoDS – Un emulatore Amstrad CPC 6128.
  • DOSBOX – Emulatore MS-DOS/Windows 9x. Le prestazioni possono variare a seconda del gioco che si sta tentando di emulare.
  • Final Burn Alpha – Emulatore di giochi Arcade. Può emulare (tra gli altri esempi) i giochi Capcom CPS1/CPS2/CPS3, Neo Geo, così come altri popolari sistemi arcade degli anni ’80/’90.
  • FCEUmm – Emulatore Nintendo Famicom/NES. Ha alcune buone opzioni base e buone prestazioni.
  • fMSX – Emulatore MSX.
  • FreeINTV – Emulatore Intellivision.
  • Gambatte – Emulatore Nintendo Game Boy/Game Boy Color. Dovrebbe essere il più veloce core del Game Boy, oltre che piuttosto accurato.
  • Gearboy – Emulatore Nintendo Game Boy/Game Boy Color. Il core Libretro è stato generosamente mantenuto e supportato a monte da DrHelius, il suo autore originale.
  • Gearsystem – Sega Master System/Game Gear. Il core Libretro è stato generosamente mantenuto e supportato a monte da DrHelius, il suo autore originale.
  • Genesis Plus GX – Sega Master System/Game Gear/Genesis/Mega Drive. Dovrebbe essere più preciso di Picodrive ed è l’emulatore di Genesis/Mega Drive per molti. Il core Libretro mantenuto a monte da Eke-Eke.
  • Handy – emulatore di Atari Lynx.
  • MAME 2000 – Emulatore Arcade basato su una versione di snapshot 2000 del MAME (versione 0.36b). Funzionalmente è simile/identico a iMAME4All.
  • MAME 2003 – Emulatore Arcade basato su una versione istantanea del 2003 di MAME (versione 0.78). Funzionalmente è simile/identico a MAME 0.72, anche se un po’ più aggiornato e con alcune correzioni specifiche implementate per il gioco (oltre a un’opzione core di accelerazione per i giochi Midway DCS, come la serie Mortal Kombat).
  • MAME 2003 Plus – Emulatore Arcade basato su una versione istantanea del 2003 di MAME (versione 0.78). Ha tutto ciò che ha MAME 2003, oltre a più driver e funzionalità di gioco backport.
  • Mednafen NGP – Emulatore SNK Neo Geo Pocket (Color).
  • Mednafen PCE Fast – Emulatore PC NEC (CD).
  • Mednafen Super-Grafx – Emulatore NEC Super-Grafx (CD). Successore di breve durata del PC Engine con retrocompatibilità.
  • Mednafen VB – Emulatore Nintendo Virtual Boy.
  • Mednafen WonderSwan – Emulatore Bandai WonderSwan/WonderSwan Color. Questo palmare portatile aveva uno schermo funzionante a 75 Hz, pertanto V-Sync è disabilitato per questo core.
  • mGBA – Emulatore Nintendo Game Boy Advance. Mantenuto e migliorato attivamente.
  • NEStopia – Emulatore Nintendo Famicom/NES noto per la sua accuratezza. Ha un sacco di funzioni. Utilizzare NstDatabase.xml per ulteriore supporto di compatibilità dei giochi. Il core Libretro mantenuto a monte dagli autori di NEStopia Undead.
  • NX Engine – Ricreazione del motore di gioco Cave Story. usa l’originale Cave Story/Doukutsu Monogatari per farlo funzionare. Questi file sono necessari.
  • O2EM – Emulatore Magnavox Odyssey 2.
  • PCSX ReARMed – Emulatore Sony PlayStation 1. Viene fornito con un renderer video Unai aggiornato per prestazioni migliori. Suggerimenti: ti consigliamo di attivare i video threaded per avere prestazioni migliori su questo core, è possibile utilizzare il BIOS PSP PS1 per prestazioni migliori.
  • Picodive – Emulatore Sega Genesis/Mega Drive con supporto per periferiche 32X. Non c’è alcun dynarec Aarch64 quindi il dynarec per 32X potrebbe essere ancora troppo lento.
  • PocketCDG – Lettore musicale Karaoke MP3.
  • PokeMini – Emulatore Pokemon Mini.
  • PrBoom – Porting del motore di gioco Doom. Può funzionare a frame rate fissi come 35/40/50/60fps.
  • ProSystem – Emulatore Atari 7800.
  • QuickNES – Emulatore Nintendo Famicom/NES. Emulatore NES più veloce tra tutti.
  • Reminiscence – Ricreazione del motore di gioco Flashback.
  • SNES9x 2010 – Emulatore Super Famicom/Super Nintendo. Dovrebbe essere considerevolmente più veloce della linea principale Snes9x.
  • SNES9x – Emulatore Super Famicom/Super Nintendo. Più lento di Snes9x 2010, ma ha il supporto MSU-1 tra gli altri miglioramenti disponibili solo nella versione upstream. Mantenuto a monte dagli sviluppatori del Snes9x originali come bearoso e OV2.
  • Stella – Emulatore Atari 2600.
  • TGB Dual – Emulatore Nintendo Game Boy/Game Boy Color. Ha una modalità multiplayer splitscreen in cui il gamepad 1 e 2 possono giocare uno contro l’altro.
  • Tyrquake – Motore di gioco di Quake 1. Funziona con il rendering software, senza supporto di rete (ancora).
  • VBA Next – Emulatore del Game Boy Advance. Dovrebbe avere un’opzione per il rendering multithread che potrebbe potenzialmente migliorare molto le prestazioni.
  • Vecx – Emulatore Vectrex. La console di gioco dei primi anni ’80 che rendeva tutto con i poligoni wireframe.
  • VICE (x64) – Emulatore Commodore 64.
  • XRick – Gioco motore ricreazione/porting di Rick Dangerous.
  • Yabause – Emulatore del Sega Saturn. Potrebbe essere troppo lento per ora.

Suggerimenti

  • Se il core PCSX ReARMed vi sembra troppo lento, andate su Impostazioni -> Video e attivate Video Threaded. Il video Threaded può aiutare anche con determinati shader esigenti. Tenete presente che i video con threaded possono tendere a introdurre alcuni stimoli per il pacing del fotogramma, che non è presente con video non threaded, quindi per tutti gli altri core potresti desiderare di lasciarlo spento.
  • C’è un driver video ‘switch’ di fallback che puoi passare da OpenGL in caso di problemi con un core che usi OpenGL. Se lo fai, assicurati di impostare il Menu Driver su ‘rgui’, poiché il driver video ‘switch’ non ha il supporto del menu XMB/MaterialUI funzionante. Se non si riesce a farlo, si otterrebbe una schermata nera all’avvio e dovrete andare a rimuovere la configurazione di retroarch.cfg.

Progetti per il futuro

m4xw ha già un core Parallel N64 in esecuzione sulla Switch, tuttavia al momento è piuttosto lento e vogliamo davvero attendere il completamento di questo bounty (che ha accumulato l’impressionante cifra di $1K in meno di 6 giorni BTW) prima di includerlo.

Oltre a ciò, c’è un nuovo menu driver in fase di sviluppo chiamato “ozono” che sembra molto promettente, potrebbe diventare ben presto l’interfaccia utente predefinita per il porting Switch!

Download: RetroArch v1.7.5 (tutte le piattaforme)

Download: RetroArch v1.7.5 (Switch)



Source : libretro.com

(Visited 1 times, 1 visits today)

4 commenti

  1. Ho provato a far girare locoroco, ma il retroArch non mi da la possibilità di assegnargli il core corretto (PCSX ReARMed), ma me ne fa selezionare altri che non riescono ad avviare il gioco…
    mi potete dare una mano? Grazie 🙂

    1. Alcuni core necessitano del bios, devi inserirli nella directory system (ad esempio a me crashava il core ReiCast, ma mi è bastato caricare il bios nella directory system per poterlo eseguire senza problemi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *