[Scena 3DS] 3DS Browser Exploit consente agli utenti di avviare le roms del Game Boy Color

Un certo KazoWAR su youtube ha riportato un browser exploit per Nintendo 3DS capace di avviare le Roms del Game Boy Color attraverso una funzione di “scambio”.

3ds-super-mario-land-virtual-console-screenshot

Sembra abbastanza semplice, richiede comunque l’acquisto di un gioco per Game Boy Color effettuato su eshop, avviatelo e sospendetelo, aprite il browser Internet per navigare sul sito “http://loadcode.projectpokemon.org/” e riaccedete nuovamente al gioco sospeso, vedrete che la roms avrà preso il suo posto.

L’exploit pare funzionare sugli attuali firmware 9.0-9.4 e 9.5.0-22 (New 3DS escluso) e sembra che almeno per il momento non siano supportate roms superiori ad 1 MB.

Recentemente la tecnica è stata postata da un tale memeoverlord su wololo.net permettendogli di ricevere in premio un buono spesa di 10 dollari da spendere negli store PSN.

Guida

  • Copiate il file code.bin sulla scheda SD.
  • Copiate una rom del Game Boy Color nella scheda SD e rinominatela in rom.gbc.
  • Avviate un gioco per Game Boy Color acquistato dall’eshop.
  • Toccate il touch screen per accedere al menu della Virtual Console.
  • Premete il tasto home, aprite il browser e recatevi su http://loadcode.projectpokemon.org.
  • Il touch screen dovrebbe avere un colore solido per alcuni secondi prima di tornare nuovamente al menu Home.
    • Se vedrete comparire il colore rosso, significa che l’exploit non è stato in grado di trovare la VC ROM nella RAM.
    • Se vedrete comparire il colore giallo significa che la rom.gbc che si è tentato di iniettare era troppo grande per il gioco della Virtual Console, provate con una rom più piccola.
    • Se vedrete comparire il colore verde significa che tutto è buono e dovrebbe essere iniettato ora.
  • 7. Tornate al gioco della Virtal Console precedentemente sospeso e premete il pulsante di reset sul touch screen.

Download: GBC Virtual Console ROM Injection

(Visited 241 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *