Sony e Panasonic firmato accordo di base per lo sviluppo congiunto di dischi ottici di nuova generazione

La corporazione Sony e Panasonic hanno annunciato di aver siglato un accordo di base con l’obiettivo di sviluppare congiuntamente un nuovo tipo di dischi ottici professionali.

panasonic-sony

Entrambe le società si sono posti lo scopo di migliorare l’efficienza di sviluppo basato su tecnologie detenute da ogni rispettiva azienda per arrivare così a sviluppare dischi ottici con capacità di registrazione pari a 300 Giga Byte entro la fine del 2015.

I dischi ottici da sempre si sono distinti per le eccellenti proprietà di resistenza alla polvere e all’acqua, possono anche sopportare variazioni di temperatura e umidità, se conservati comunque nelle rispettive custodie.

300

Entrambe le società dunque, hanno già messo a punto prodotti in base al formato del Blu-ray Disc, sfruttando i punti di forza dei dischi ottici. Tuttavia, sia Sony che Panasonic hanno riconosciuto che i dischi ottici di domani dovranno ospitare una più grande mole di dati.

Ricordando oggi come Sony abbia commercializzato già nel Settembre 2012 un sistema di archiviazione basato appunto sul file system del disco ottico, la tecnologia che Sony ha coltivato per la sua serie di prodotti di broadcasting professionale XDCAM (videocamere professionali), ospita ben 12 dischi ottici dentro una cartuccia denominata ancor oggi come unica soluzione d’archiviazione ad alta capacità. Ogni disco nella cartuccia ha una capacità di 25GB, offrendo una totalità di spazio che va da 300GB a 1.5TB.

Nel luglio di quest’anno, Panasonic ha lanciato la nuova serie di dischi ottici dal nome ‘LB-DM9’. Questa serie utilizza un caricatore dedicato di appena 20,8 millimetri di spessore per ospitare ben dodici dischi ottici da 100 Giga Byte. Un massimo di 90 caricatori possono essere memorizzati, fornendo una capacità di archiviazione totale di 180 Tera Byte.

son

Inoltre, Panasonic ha adottato un sistema di cambio di nuova concezione con tecnologia RAID per offrire un rapido prestazioni di trasferimento dati fino a 216 Mega Byte al secondo, garantendo al contempo un’elevata affidabilità per proteggere i dati da guasti imprevisti.

Negli ultimi anni, c’è stato sempre un più crescente bisogno di capacità di archiviazione, non solo da parte delle industrie di produzione video, come ad esempio film e trasmissioni, ma anche dai data center cloud che gestiscono sempre più grandi volumi di dati a seguito della evoluzione dei servizi di rete. 

Sia Sony che Panasonic hanno una comprovata esperienza nello sviluppo di dischi Blu-ray, e promuovendo attivamente l’adozione del nuovo standard per la prossima generazione di dischi ottici ad alta capacità, intendono offrire soluzioni che conservino dati importanti per generazioni future.


Sony Corporation

Sony Corporation è un produttore leader di audio, video, gioco, comunicazione, dispositivi chiave e prodotti informatici per i mercati consumer e professionale. Con la sua musica, le immagini, computer entertainment e del commercio online, la Sony è ben posizionata per essere leader per l’elettronica e società di intrattenimento nel mondo. Il fatturato annuale consolidato è di circa 72 miliardi dollari per l’anno fiscale conclusosi il 31 marzo 2013. Sony Sito Web globale: http://www.sony.net/.


Panasonic Corporation

Panasonic Corporation è leader mondiale nello sviluppo e l’ingegnerizzazione di tecnologie elettroniche e soluzioni per i clienti residenziali, non residenziali, la mobilità e le applicazioni personali. Sin dalla sua fondazione nel 1918, l’azienda ha ampliato a livello mondiale ed è oggi presente con oltre 500 società consolidate in tutto il mondo, registrando un fatturato netto di 7,30 trilioni di yen per l’anno conclusosi il 31 marzo 2013. L’azienda si impegna a creare una vita migliore e un mondo migliore per i propri clienti. Per ulteriori informazioni su Panasonic, visitare il sito Web della società all’indirizzo http://panasonic.net.

Fonte: http://panasonic.co.jp

(Visited 181 times, 1 visits today)

10 commenti

  1. PanaSony! Fra un po’ i supporti ottici saranno più grandi degli HardDisk montati sui supporti che li riprodurranno.

  2. la microsoft…..sta solo a guardare …….ogni innovazione c’è di mezzo Sony ….
    è la microsoft pronta a copiare….

    1. Scusa se pensa ad aggiornare il linguaggio Grafico senza il quale saremmo ancora ai livelli di Crash Bandicoot 2, i giochi si scaricheranno tutti dal Live prima o poi, come Steam, e Sony anzichè pensare ai videogiochi pensa a fare dischetti, quando non ha capito che tutti gli utenti hanno la console modificata e se li scaricano sull’HardDisk.

  3. sai come sarà divertente impiegare 2 giorni per scaricarsi un gioco da 40 gb ?
    quello è il futuro che vorrebbe microsoft…solo che non ha il presente figurati il futuro….

      1. se il tuo gestore telefonico ti fa scaricare al massimo 800 kb…
        il cloud non può fare un cazzo……
        da bravo incompetente che sei…..non aggiunge la fibra ottica nella centralina….
        incompetente

  4. però hai una 20 mega….. scarichi se non erro all’incirca 1.8 …1.9…
    e un gioco da 30 giga se ti va bene lo scarichi in 7-8 ore….
    anch’io avevo la 20 mega …ma mi ha dato troppi problemi….e sono tornato alla 8 con infostrada…. quindi il mio discorso da competente è questo…
    se dalla mia centralina con 8 mega il massimo che posso scaricare e 820-830 k…
    anche tramite cloud passa la stessta potenza…. tutto quello che hai letto sul cloud una cosa ti è sfuggita .. che in america hanno l’hdsl…..in altri paesi anche la 54 mega…come un amico che abita a londra….
    poi appunto la legge bersani garantisce 6.3 ..ed è quello che passa per la xbox one con il cloud….non si trasforma in 20 mega….
    poi a prescindere da tutto questo ..io non voglio una console che è dipende dall’online….
    solo i boxari vogliono questo…..

  5. io avevo capito 17 mega su 20 effettivi……..
    tu dici che in italia …questo funzionerà bene ?
    comunque non voglio dipendere dall’online a prescindere…

    1. Steam è il più grande mercato videoludico del mondo. Microsoft ha avuto delle critiche perchè ha provato ad introdurlo troppo presto? Si, così è stato, ma ti posso assicurare su ciò che più ti aggrada che la prossima generazione sarà esattamente come Microsoft ha provato ad introdurla con questa. Troppi paesi arretrati, fra 7/8 anni però, quando le cose saranno diverse ne riparleremo, i prezzi saranno più bassi e la pirateria non esisterà più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *