Attaccano il blog di Beppe Grillo senza consenso, Anonymous li bandisce

Circa una settmana fa è stato attaccato da Anonymous il blog del famoso leader del “Movimento 5 Stelle” Beppe Grillo.

Anonymous Italia , però, tramite un veterano, dichiara di non essere stata d’accordo con l’attacco e bandisce i due presunti membri, che, secondo loro, volevano solo notorietà


Infatti pare che i due abbiamo attaccato senza una votazione globale, come si fa di solito.

Non solo, secondo Anonymous Beppe Grillo non ha fatto niente di sbagliato per meritarsi un attacco!!!

Come ben sappiamo, Grillo non riceve soldi dalla comunità quindi non è tra gli interessi degli Hacker

A fronte di tali fatti, d’accordo con gli altri membri, si è deciso il bando dei due Hacker, che potranno di nuovo attaccare ciò che vorranno, ma esterni ad Anonymous!!!!

Per ora è tutto, restate con noi per novità sul mondo della tecnologia.

Stay Tuned on MyNewsPortal.iT

 

(Visited 38 times, 1 visits today)

3 commenti

  1. sinceramente non sò dove hai reperito questa notizia ma è un falso… ki conosce la filosofia del gruppo può aver notato subito il controssenso…
    ti allego un comunicato ufficiale che aiuta a capire il motivo della mia affermazione:

    AnonOps è una rete completamente autogestita il suo fine è mettere a disposizione di ognuno gli strumenti di protesta informatica, nessun utente può garantire del comportamento dell’altro, ognuno ha diritto a sviluppare liberamente il propio dissenso, purchè non sia manifestamente discriminatorio verso religione, etnie, orientamenti sessuali etc… etc…
    Riguardo al recente attacco al blog di Beppe Grillo questo non crea discriminazione alcuna verso minoranze o altro quindi è un’azione che può essere rivendicata dà anonymous e come tutte le azioni di anonymous è sostenuta da alcuni ma non da tutti. Aken

    1. Non ho messo le fonti, ma è da repubblica…. Mi pare affidabile, no? Poi io non ho detto che sono stati licenziati, so benissimo cos’è AnonOps e ho detto che Anonymous li ha banditi, nel senso che non li considera parte di essi, e che non è imputabile a loro ciò che è accaduto…

  2. Qui c’è molta, ma molta puzza di bruciato con la storia degli hacker da Grillo.Per me il sito è stato bloccato da persone pagate con tattiche decisamente diverse del metodo tradizionale usato dagli hacker. La motivazione cmq.è evidente. in questi giorni ,e in queste ultime ore la tensione politica e del popolo è alta e nel blog di grillo si avverte…..anche se ci sono molti cretini dentro il blog che dicono solo un sacco di stupide cazzate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *