La guerra dei dongle: la scena PS3 che fine farà?

 Cosa ci dobbiamo attendere dalla scena nei prossimi mesi? La scena PS3 è ancora “viva”, o è diventata solamente un gran bel businnes?

In questo articolo cercheremo di rispondere in maniera del tutto autorevole a tali domande che affliggono la scena PS3 negli ultimi tempi. Cercheremo di capire cosa ci aspetta nelle prossime settimane e perchè siamo arrivati a questa guerra in cui gli unici che ci rimettono siamo noi utenti finali.

La scena PS3 da qualche mese a questa parte ha preso una brutta piega, dopo i mesi denominati come….

“il risveglio dei faker”, siamo entrati “nell’era dei dongle”, dove ogni team cerca di creare un proprio dongle per poi rivenderlo facendo guadagni a dir poco spropositati.

Il dongle di riferimento è e resterà il True Blue, da lì (forse) è nata questa era “buia” della scena. In molti hanno visto una grande possibilità di arricchimento , ed hanno cercato di clonare (con risultati a volte pessimi) il dongle blu.

Sono nati dongle come il JB-King, JB2USb, PS3Break 2, per non parlare dell’ultimo che sta per arrivare, creato del team E3, che ha invogliato la clientela rilasciando due fix, come a dire: “comprate il nostro futuro dongle, perchè noi siamo seri!!!”.

La domanda che ci è venuta immediatamente nella mente è: “perchè se riescono a creare dei fix così facilmente hanno pensato ad un dongle? Facendo spendere soldi a noi utenti?”.

La risposta a nostro parere sta nel mezzo, da una parte ci sono i ricavati che i vari team riescono a fare con questi dispositivi, dall’altra c’è “l’ingenuità” di noi utenti, che “sbaviamo” e facciamo le corse per comperare i loro dispositivi “magici”.

Questa risposta è confermata da tale affermazione, che risulta essere quella di base per ogni economia che si rispetti: “Se nel mercato c’è una grande richiesta di un tale prodotto, tutte le aziende interessate faranno a gara per creare il migliore e a minor prezzo”

Ma allora, dove andremo a finire?

La risposta è abbastanza scontata e, purtroppo per noi, non delle migliori. Si prospettano mesi in cui i dongle faranno da padrone nella scena, si prospettano nuovi dongle di altri team sconosciuti, si prospetta la “fine” della “vera” scena hacking per PS3.

Cosa e chi ci può salvare da tale destino???

Solamente il vero hacker ci può salvare (almeno per questa generazione di console). Un vero personaggio che lo faccia solamente per passione personale e ci metta la faccia proprio come è successo per GeoHot, fregandosene se Sony lo denunci o riceva minacce dai vari team dei dongle. Un vero hacker che al momento sembra mancare sulla scena PS3, cosa che invece la scena XBox 360 trova in C4eva, la scena iDevices trova in Pod2g e il Chronic Dev Team (anche se parliamo di jailbreak legali).

Conclusioni!

Come più volte detto, per tutti coloro che ci seguono tutti i giorni, crediamo che il denaro abbia preso il sopravvento in questa generazione di console PS3, pensiamo (e speriamo) che con l’avvento della prossima generazione qualcosa possa veramente cambiare, che qualcuno si prenda veramente a cuore il destino della scena e riesca a sviluppare metodi validi per tutti noi utenti.

(Visited 46 times, 1 visits today)

17 commenti

    1. Si hai ragione,ma l’articolo ha un tema di riflessione per quanto riguarda il denaro correlato ai dongle…

      La scena al momento stà in queste condizioni… Oct0xor si deve ancora affermare sulla scena, deve ancora dimostrare quanto vale… Vedremo se riuscirà a decriptare i vari True Blue e CobraUSB e valuteremo a cosa porterà tutto questo…

  1. :/ ma sia la playstation 1 che la playstation 2 necessitavano di modifica hardware, e la gente non si lamentava a modificare una console con spese sui 50 o 60 euro, ora che esiste la playstation 3 tutti che si lamentano per spendere 40 euro ad un dongle, mah..

    1. c’è una grande differenza Checcolin, le due modifiche di cui parli te erano “perenni”, i dongle vanno e vengono… 😉

    2. Caro checcolin, non ti dimenticare che ai tempi della mitica ps one (che oltre alla modifica di 50 mila lire, inizialmente i giochi costavano 40/50£ poco meno della metà degli originali) e della ps2 internet non era radicato come ai giorni nostri, quindi o accettavi la proposta del negoziante sotto casa o ti attaccavi, oggi invece “dovremmo” vivere nell’epoca dell’informazione digitale, libera e a portata di tutti.
      Credimi (almeno per me) non è un discorso meramente economico, ma di principio, mi va particolarmente nel c++o dover comprare prima un dongle e poi chissà quale erede (ad es. il team cobra promise oltre alla retrocompatibilità anche i giochi +3.56). Pensa all’epoca del primo jb seguii la guida per costruirmelo da me, per carità ne usci una cosa oscena che non funzionava, ma pur di non cedere al ricatto del team mi comprai una scheda programmabile (la muln).
      Chiedo scusa per questo turpiloquio, in sostanza volevo solo dire che se ci uniamo tutti quanti sti cavolo di dongle li possiamo mandare in pensione come e quando vogliamo.

  2. Allora, chi ha fatto i dongle non lo affatto solo per lucrare, ma anche perche’ solo in questo modo la sony non puo’ ne arrestare ne denunciare nessuno.

    1. mmm, potrebbe essere, anche se non credo che rilasciare game per un CFW già fatto possa voler dire “essere perseguiti da Sony”. Il discorso della denuncia è volto a GeoHot che ha utilizzato materiale sotto copyright per modificare la console renderlo pubblico. Per quanto riguarda i vari dongle è un fatto di soldi, e non aiuta in nessun modo la scena PS3. A dimostrazione di quanto detto ti basta guardare il Team E3, e che i metodi per rilasciare giochi compatibili con CFW 3.55 kmeaw ci sono… quindi non capisco perchè dover creare un nuovo dongle… solamente per denaro direi …

  3. Ragazzi, questo sito mi prende da matti, di solito leggo soltanto ma in questo sito ogni discussione è interessante e sia le domande che le risposte mi garbano e non poco, bravi a tutti. Detto questo se posso dire la mia, non cedete ai ricatti di questa gente, non comprate dongle, siate orgogliosi. Io se a breve non arriverà nella scena il Vero Hacker che ci liberi da questa ingiusta schiavitù di comprare dongle per poi aggiornale di continuo ma poco dopo esce un’altro team con altre chiavette dei miracoli e con la paura che poi non vengano rilasciati aggiornamenti per il futuro,,, beh io aggiornerò la mia ps3 e regalerò i miei soldi alla sony almeno loro sono onesti ti dicono subito che sono dei bast…. lad… con le palle.

    1. Grazie dei complimenti… cerchiamo sempre di fare del nostro meglio !!!
      Quel “garbare” mi fa presagire ad un mio conterraneo 😉

    2. si ma caro sore i giochi della playstation 1 erano così grandi da entrare in un solo cd e costavano 50 mila lire oggi un gioco entra in un blu ray e lo trovi a 60 euro, beh siamo lì più o meno…

      1. Non ho capito il senso del discorso… scusami, se spieghi in altre parole cosa vuoi dire ti posso dare una risposta… 🙂

  4. Seguo con piacere questo portale di notizie e mi complimento per i contenuti validi e gratuiti. Reduce da un’esperienza lunghissima e gratificante con la xbox360 sono passato per caso alla ps3 e francamente sono rimasto deluso dalla scena hack. Il vero “pirata” è colui che indaga,scopre e condivide per la pura passione, senza lucro. E’ così con l’xbox, a un nuovo firm della Ms corrisponde una “controffensiva” degli hacker, e via procedure di modifica software per poi far funzionare il tutto. Gran parte di chi usa copie di backup lo fa per smanettare,provare,testare il procedimento,sbattersi finchè non trova una soluzione per far partire il determinato gioco.I forum infatti sono pieni di utenti che chiedono aiuto.Allora a questi utenti non converrebbe prenderlo originale il gioco e terminare l’agonia?Invece no, diventa una sfida, una prova delle proprie capacità informatiche e tecniche. E se il gioco piace al 90 percento lo si compra originale, non piangessero i produttori, loro la crisi non l’avvertono.Perchè l’utente medio il gioco originale lo ha sempre comprato e sempre continuerà a farlo. Gli smanettoni sono una nicchia. Mille lodi e benedizioni all’autore di Multiman, un programma funzionale e ottimo, gratuito, aggiornato. Lui si che è un vero hacker. Plauso anche al team che produce l’E3 flasher, uno strumento che serve ed è giusto si facciano pagare. Discorso opposto per i dongle..avete decriptato l’eboot di Fifa e Ninja…potete farlo anche per gli altri. Allora perchè lucrarci con una chiavetta?Io nel mio piccolo ho deciso di non prendere nessuna chiavetta magica, è una questione di principio, non economica..Scusate per il commento lungo…

  5. queste teste di cazzo ci fanno credere chi sa’ chi aspettando aspettando e poi ci lasciano di merda e escono sempre notizie che dobbiamo ancora aspettare che faker schifosi

  6. Vi stanno prendendo tutti per il culo la ps3 cfw e solo a scopo di lucro non ce nessun benefattore non comprate chiavette e poi vedrete che uscirà qualche modifica definitiva se ce chi compra queste chiavette loro non finiranno mai di produrre questa merda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *