[Scena PS4] Emulati i Pokemon su Playstation 4 attraverso una versione personalizzata di Linux

Il team di hacker Fail0verflow ha emulato i Pokemon su Playstation 4 facendo girare una versione personalizzata di Linux.

linux

Abbiamo estrapolato il video dove ci viene mostrata l’esecuzione di Linux che viene avviata attraverso il browser della console, questo ci fa pensare che l’exploit venga eseguito sui firmware 1.76.

Il video dura una manciata di minuti, mostrandoci le varie funzioni disponibili e quelle attualmente “Work in Progress”, concludendosi infine con l’avvio di una versione personalizzata del gioco Pokémon attraverso una sorta di emulatore.


10 commenti

  1. siamo ancora secondo me a niente, ricordo che linux era stato avviato anche su ps3 e non ha portato a granchè. Avviare un emulatore penso sia la cosa piu semplice che potessero fare… Era piu bello vedere lanciato un gioco ps4…. Personalmente penso siamo ancora a nulla o quasi.

    1. a meno che sfruttino la falla e tramite emulatore e linux riescono a estrapolare fuori qualcosa di più significativo e utile per creare un CFW

    2. Allora…… Linux su ps3 fat era una funzione della play ….. ti dava la possibilità di installare ubuntu cosa che hanno rimosso con i firmware all’uscita della slim

  2. Vorrei solo capire se l’installazione di Linux è sempre vincolata dal fw della console. Se non erro questo non ha nulla a che fare con l’exploit, quindi tutti i fw possono installare Linux ? Grazie

    1. Gli exploit utilizzati fino ad oggi si basano sul webKit, il motore di rendering del browser web risulta essere pieno di bug, alcuni ancora sconosciuti agli occhi di Sony, e ogni qualvolta Sony rilascia un aggiornamento che porterebbe la solita frase “Migliorata la stabilità del software di sistema durante l’utilizzo di alcune funzioni” punta a correggere eventuali exploit ancora sconosciuti dagli hacker, ricordiamo infatti che Sony si avvale dei migliori centri di ricerca per i bug, in ultima analisi sui firmware 4.31 della PS3 era presente una vulnerabilità all’interno del file param.sfo dei salvataggi (clicca qui per la news).

    1. Non esattamente, Marcan ha riferito di non aver utilizzato l’exploit scovato dagli altri hacker della scena, probabilmente vi sarà un altro tipo di exploit (e chissà quanti ne esistano ancora e non ne siamo a conoscenza)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *