Il Chronic Dev Team, appena venuto in possesso del nuovo iOS, si è messo subito all’opera per creare il jailbreak tethered. Jailbreak che è arrivato a pochi giorni di distanza dal rilascio ufficiale dell’aggiornamento. Tale jailbreak non è consigliato a tutti, in quanto reca una procedura non “usuale” ed è volta ai soli sviluppatori che si intendono dei vari meccanismi dei vari dispositivi.

Tale jailbreak Tethered è possibile con la nuova versione di RedSn0w 0.9.13dev1.

Di seguito troverete i vari passaggi per eseguire la procedura.

Un nuovo aggiornamento è stato rilascio qualche minuto fa dal Chronic Dev team per quanto riguarda il tool per eseguire il jailbreak untethered di iOS 5.1.1, Absinthe, che arriva così alla versione 2.0.2. L’aggiornamento è volto a risolvere il problema relativo all’incompatibilità del tool ai vari iPhone 4 con firmware 9B208, che si erano visti negare la possibilità di eseguire la procedura tramite un’aggiornamento rilasciato da Apple.

Di seguito troverete i vari download.

Come saprete, se state seguendo con fermento queste ore. che ci separano dall’ora X del rilascio ufficiale del jailbreak untethered di iOS 5.1.1, si sta tenendo ad Amsterdam l’evento Hack in the Box. In mattinata il Chronic Dev Team, insieme a Pod2g, ha spiegato cosa gira intorno alla scena iDevices e quanto lavoro ci voglia per arrivare ad un vero e proprio jailbreak untethered, inoltre ha voluto precisare che iOS 6 non è un “pericolo” per la scena, assicurando di avere già in mano del materiale su cui lavorare.

Di seguito il passaggio più interessante in cui prende la parola lo stesso Pod2g

Per fare chiarezza sull’argomento vi ricordiamo che il Chronic Dev Team, uno dei più famosi team sulla scena iDevices, rilasciò, circa un mese fa, un programma chiamato Crash Report che inviava i crash dei nostri dispositivi direttamente al Team non passando dai server di Apple. Il funzionamento del programma era molto utile per scovare nuovi exploit per il futuro jailbreak, in quanto non permetteva ad Apple di risolvere le falle di sistema che i dispositivi riportavano. Per essere più chiari i crash dei nostri dispositivi inviano, ogni volta che entrano in crash, un avviso ad Apple per rilevare il problema riscontrato, un po’ come succede su pcmac quando ci viene chiesto di inviare una segnalazione per un errore di un programma. Il problema era che il Chronic dev team non aveva il tempo di lavorare ad un’exploit trovato, che Apple lo risolveva rendendo inutile il lavoro dello stesso team. Per ovviare a tale problema rilasciò il programma per pcmac così da creare un database di crash report da poter utilizzare per il jailbreak, risolvendo così il problema che Apple potesse venire a conoscenza sui vari crash.

In giornata è arrivata la notizia che tale programma è disponibile anche su Cydia.

 

Il programma rilasciato si trasforma in vero e proprio crash reporter dei nostri IDevices in quanto non dovremo più aprire il programma ed inviare le segnalazioni ma basterà…