Home Homebrew Rilasciato PS5 JAR Loader v1.1 ora con un semplice server FTP

[Scena PS5] Rilasciato PS5 JAR Loader v1.1 ora con un semplice server FTP

811
0

Un primo aggiornamento per PS5 JAR Loader introduce un comodissimo server FTP, lo strumento, ricordiamo, sfrutta le vulnerabilità scoperte nel livello BD-J del firmware 7.61 e precedenti della console PlayStation 5.

PS5 JAR Loader implementa un caricatore in grado di ascoltare i file JAR ed eseguire la loro classe principale sulla console PlayStation 5.

Ciò semplifica la masterizzazione del disco BD-R con il caricatore una sola volta e quindi la possibilità di eseguire nuove versioni del codice sperimentale.

L’aggiornamento include un server FTP basato sul lavoro di Moritz Stückler e apporta modifiche al JAR Loader per migliorare la flessibilità nelle connessioni dei socket listener, con una ricostruzione del payload di ListDirEnts per l’utilizzo all’interno del server FTP.

Prerequisiti

  • JDK 11 (PS5 utilizza Java 11 come runtime).
  • Apache Maven.
  • IntelliJ IDEA Community Edition (opzionale, ma consigliato).

Struttura

Il progetto è composto dai seguenti componenti:

  • Il file pom.xml definisce le proprietà comuni e la configurazione del plugin Maven per tutti i progetti.
  • Il sotto-progetto assembly crea la directory che deve essere masterizzata su un disco BD-R.
  • Il sotto-progetto bdj-tools non deve essere modificato e contiene utility da HD Cookbook integrate nel processo di compilazione del filesystem del disco BD-R.
  • Il sotto-progetto stubs contiene lo script di build per scaricare i file di classe BD-J da HD Cookbook e organizzarli per l’uso con JDK 11 locale.
  • Il sottoprogetto sdk contiene classi di supporto che semplificano l’invocazione nativa nel codice eseguito.
  • Il sotto-progetto xlet contiene il codice dell’Xlet che si avvia quando il disco BD-R viene lanciato sulla PS5.
  • Il sotto-progetto xploit contiene il codice da inviare per l’esecuzione sulla PS5.

Configurazione

Le seguenti proprietà in pom.xml possono essere modificate prima di compilare e masterizzare il JAR Loader su disco:

  • loader.port – Porta su cui il caricatore JAR ascolterà i dati.
  • loader.resolution.width, loader.resolution.height – Risoluzione dello schermo da impostare in vari file.
  • remote.logger.host – Indirizzo IP dove visualizzare i messaggi mostrati su schermo.
  • remote.logger.port – Porta su cui il logger remoto invierà i messaggi di stato.
  • remote.logger.timeout – Numero di millisecondi da attendere prima di interrompere i tentativi di connessione al logger remoto.

Utilizzo

  1. Assicurarsi che la variabile di ambiente JAVA_HOME punti alla radice di JDK 11. Aggiungere la directory ${JAVA_HOME}/bin${PATH}.
  2. Assicurarsi inoltre che MAVEN_HOME punti alla radice dell’installazione di Apache Maven. Aggiungere la directory ${MAVEN_HOME}/bin${PATH}.
  3. Creare un payload da eseguire su PS5 aggiungendo l’implementazione al sottomodulo xploit. Non è necessario modificare alcun file esistente (anche se sei il benvenuto se lo desideri). Aggiungere semplicemente la classe di payload nel pacchetto org.ps5jb.client.payloads e specificare il suo nome come parametro durante la compilazione del progetto (vedere il passaggio successivo).
  4. Eseguire mvn clean package -Dxploit.payload=[payload classname] dalla radice del progetto. Dovrebbe produrre i seguenti artefatti:
    • La directory assembly/target/assembly-[version] contiene tutti i file che devono essere masterizzati sul BD-R.
    • Il file xploit/target/xploit-[version].jar contiene il codice che può essere inviato ripetutamente alla PS5 una volta distribuito il caricatore. Per evitare di dover specificare ogni volta il payload con uno switch -D (anche allo step 8), potete anche modificare la proprietà xploit.payload nel pom.xml del progetto xploit.
  5. Masterizzare il disco BD-R (meglio ancora BD-RE), quindi inseriscirlo nella PS5 e avviare “PS5 JAR Loader” da Media/Disc Player.
  6. Un messaggio sullo schermo dovrebbe informare del caricatore in attesa del JAR.
  7. Inviare il file JAR utilizzando il comando: java -jar xploit/target/xploit-[version].jar <ps5 ip address>`. La PS5 dovrebbe informare sullo schermo sullo stato del caricamento e dell’esecuzione.
  8. Una volta completata l’esecuzione, il caricatore attenderà un nuovo file JAR. Apportare le modifiche necessarie al progetto xploit, ricompilare utilizzando mvn package e rieseguire il passaggio #7 per riprovare tutte le volte necessarie.

Note

  1. Per utilizzarlo con IntelliJ, basta puntare la finestra di dialogo File -> Open alla radice del progetto.
  2. Se uno dei POM viene modificato, è necessario eseguire Maven -> Reload Project in IntelliJ per sincronizzare i file del progetto. La sincronizzazione del progetto Maven purtroppo modifica .idea/compiler.xml in modo che contenga percorsi assoluti di sistema. È sufficiente sostituirli nuovamente con la macro $PROJECT_DIR$. IntelliJ modifica anche i percorsi di classe dei moduli definiti in vari file *.iml. Anche queste modifiche dovrebbero essere in gran parte annullate.
  3. Per generare i Javadoc, utilizzare mvn verify piuttosto che mvn package. I Javadoc sono abilitati per i moduli sdk, xlet e xploit e sono generati nella cartella target/site/apidocs di ciascun modulo.
  4. Il JAR nel modulo xploit accede ad alcune classi interne del JDK tramite reflection. Questo comporta degli avvertimenti che possono essere tranquillamente ignorati. Per disattivare gli avvisi, aggiungere la seguente opzione dopo l’eseguibile java quando si invia il JAR: --add-opens java.base/jdk.internal.loader=ALL-UNNAMED.
  5. Se il file JAR di xploit non ha dipendenze specifiche per PS5, può essere testato localmente. L’importante è che xlet, gli stub e i JAR di xploit siano tutti nella stessa cartella. Maven crea automaticamente questa disposizione nella cartella xploit/target, quindi il comando è molto simile a quello che invia il file JAR alla PS5: java -jar xploit/target/xploit-[version].jar. Quando viene eseguita localmente, la classe Status stampa su standard output/error, anziché su Screen.
  6. Attualmente ci sono due numeri di versione separati utilizzati dal progetto:
    • La versione xlet è indipendente e viene incrementata solo quando è necessario masterizzare un nuovo disco con le classi JAR aggiornate del caricatore. Se la PS5 mostra una versione diversa da quella prodotta dal codice di questo progetto, non viene garantita la compatibilità dei payload, quindi è meglio masterizzare un nuovo disco loader. Non si prevede che questa versione venga incrementata spesso, poiché il caricatore è piuttosto stabile. Per incrementare questa versione, cambiare il valore della proprietà xlet.version in pom.xml.
    • Il resto dei moduli utilizza la versione del POM genitore. Questa versione verrà incrementata con la nuova release e riflette che l’SDK o i payload sono cambiati. Se la versione del caricatore rimane invariata, le nuove versioni dei payload possono essere inviate al caricatore JAR senza dover masterizzare nuovamente il disco. Questa versione può essere incrementata eseguendo mvn versions:set -DnewVersion=[version], quindi aggiornando il progetto IntelliJ Maven come descritto al punto 2.

Changelog

Aggiunto un semplice payload per il server FTP:

  • Compilare il progetto e masterizzare il contenuto di assembly/target/assembly-1.0-SNAPSHOT su BD-RE. Viene fornita anche una ISO precompilata.
  • Inviare il payload del server FTP al JAR Loader: java -jar ftp-server-1.0-SNAPHSOT.jar <PS5 IP>
  • Accedere al server FTP con il nome utente ps5jb e senza password sulla porta 9225.

Download: FTP Server v1.0 SNAPSHOT.jar

Download: PS5 JAR Loader v1.1

Download: Source code PS5 JAR Loader v1.1

Fonte: github.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.