Home Homebrew Rilasciato Chiaki v2.2.0

Rilasciato Chiaki v2.2.0

1788
0

Ci sono voluti quasi due anni per vedere un nuovo aggiornamento di Chiaki, il client gratuito ci permette di riprodurre in remoto i giochi della console PS4, PS4 Pro e PS5 su PC WindowsLinux, MacOS, dispositivi Android e console Nintendo Switch.

Tra le nuove caratteristiche introdotte in questo nuovo aggiornamento, spicca il supporto per gli effetti trigger del DualSense, consentendo agli utenti di sfruttare appieno le sensazioni tattili offerte dal controller.

Questa funzione, sviluppata da jbaiter, è ancora considerata sperimentale nella GUI di Chiaki.

Inoltre, è stato aggiunto il supporto per la gestione del touchpad e dei sensori tramite SDL, che permette il supporto di più controller su diverse piattaforme.

La modalità Setsu è stata deprecata, in favore di queste nuove opzioni, offrendo agli utenti una maggiore flessibilità nella scelta dei controller e nell’esperienza di gioco.

Grazie ai contributi di streetpea, sono state introdotte diverse modalità aggiuntive di trasformazione e ridimensionamento nella GUI di Chiaki, migliorando ulteriormente l’accessibilità e l’usabilità dell’applicazione.

Inoltre, è stata aggiunta una scorciatoia per uscire rapidamente dall’interfaccia (Ctrl+Q).

L’aggiornamento include anche una nuova icona in stile Big Sur per gli utenti macOS, oltre a un’opzione per recuperare mbedtls con cmake. Sono state effettuate correzioni per la gestione di alcuni casi EINTR, con particolare rilevanza per l’ambiente NetBSD.

Nel mondo Android, l’SDK di destinazione è stato aggiornato alla versione 33 e le dipendenze sono state aggiornate per garantire prestazioni ottimali.

Un’altra novità interessante è che ora l’arresto del server non viene più considerato un errore, ma una semplice disconnessione normale.

Infine, è stato corretto il problema che causava il caricamento errato degli indirizzi host dal file di configurazione sulla console Nintendo Switch.

Chiaki supporta tutto il necessario per una sessione di streaming completa, inclusa la registrazione iniziale e la riattivazione della console. Tuttavia, lo strumento lamenta ancora la mancanza di alcune caratteristiche peculiari, come:

  • Controllo della congestione.
  • Occultamento dell’errore H264 (tuttavia sono implementati FEC e recupero dell’errore attivo).
  • Supporto per touchpad (l’attivazione del pulsante touchpad è attualmente possibile premendo [T] sulla tastiera).
  • Supporto rumble (vibrazione).
  • Associazioni di chiavi configurabili.

Build disponibili

Le build sono attualmente disponibili per Linux, macOS, PC Windows e dispositi Android

  • Linux: Il file che viene fornito è AppImage. Basta renderlo eseguibile con il comando (chmod +x <file>.AppImage) e lanciarlo.
  • Android: Installare il client da Google Play o scaricare il file APK su Github.
  • macOS: Trascinare l’applicazione nel formato .dmg all’interno della cartella Applicazioni.
  • Windows: Estrarre l’archivio .zip ed eseguire il file chiaki.exe.

Guida

Se la console PlayStation 4 si trova sulla stessa rete locale, è accesa o in modalità standby e non ha il rilevamento esplicitamente disabilitato, Chiaki dovrebbe essere in grado di trovarlo.

In caso contrario è possibile aggiungerlo manualmente. Per fare ciò, non dovrete fare altro che cliccare sull’icona “+” in alto a destra e inserire l’indirizzo IP della PlayStation 4.

Dovrete quindi registrare la console con Chiaki. Per fare questo avrete bisogno di altre due informazioni.

Ottenere il proprio AccountID PSN

A partire dal firmware 7.0 della PlayStation 4, è necessario utilizzare un cosiddetto “AccountID” anziché un “Online-ID” per la registrazione (lo streaming stesso non è cambiato).

Questo ID sembra essere un identificatore univoco per un account PSN e può essere ottenuto dal PlayStation Network dopo aver effettuato l’accesso utilizzando OAuth.

Per ottenere l’ID scaricare lo script python psn-account-id.py, eseguitelo in un terminale e seguite le istruzioni. Una volta riconosciuto il proprio ID, scrivetelo. Probabilmente non dovrete ripetere mai più questo processo.

Ottenere un PIN di registrazione

Per registrare una PlayStation 4 con un PIN, deve essere messo in modalità di registrazione. Per fare ciò, sulla console, spostarsi semplicemente su: Impostazioni -> Riproduzione remota (assicurati che sia selezionata) -> Aggiungi dispositivo.

Ora è possibile fare doppio clic su PS4 nella finestra principale di Chiaki per avviare la riproduzione remota.

Ringraziamenti

  • Questo programma è stato reso possibile solo grazie ai seguenti progetti Open Source: radare2, Cutter, Frida e x64dbg.

Grazie anche a Delroth per aver analizzato il protocollo di registrazione e di riattivazione, nonché un enorme ringraziamento a FioraAeterna per avermi fornito alcune informazioni estremamente utili su FEC e la correzione degli errori.

About

Creato da Florian Märkl.

Questo programma è un software gratuito: Puoi ridistribuirlo e/o modificarlo secondo i termini della GNU General Public License come pubblicato dalla Free Software Foundation, sia la versione 3 della Licenza, sia (a tua scelta) qualsiasi versione successiva.

Questo programma è distribuito nella speranza che possa essere utile, ma SENZA ALCUNA GARANZIA; Senza nemmeno la garanzia implicita di COMMERCIABILITÀ o IDONEITÀ A UN PARTICOLARE SCOPO. Vedi la GNU General Public License per maggiori dettagli.

Dovresti aver ricevuto una copia della GNU General Public License insieme a questo programma. In caso contrario, consultare https://www.gnu.org/licenses/.

Changelog

  • gui+lib: Aggiunto il supporto per gli effetti dei grilletti e l’effetto tattile del controller DualSense (da jbaiter, sperimentale nell’interfaccia grafica).
  • gui: Aggiunto il supporto per la gestione del touchpad e dei sensori tramite SDL per supportare più controller su più piattaforme. La modalità Setsu è stata deprecata (da jbaiter).
  • gui: Aggiunte modalità aggiuntive di trasformazione/ridimensionamento nell’interfaccia grafica (da streetpea).
  • gui: Aggiunta scorciatoia per uscire (Ctrl+Q) nell’interfaccia grafica (da streetpea).
  • cli: Aggiunta una destinazione di installazione per la CLI.
  • cli: Correzioni per il rilevamento e il risveglio.
  • gui: Risolto il problema con il comando di streaming che non funzionava per il secondo o successivo host nella configurazione (da Mini-Me).
  • gui: Nuova icona macOS in stile Big Sur.
  • lib: Aggiunta opzione per recuperare mbedtls con cmake.
  • lib: Corretta la gestione di alcuni casi EINTR, particolarmente rilevanti per NetBSD.
  • android: L’SDK di destinazione è stato incrementato alla versione 33 e le dipendenze sono state aggiornate.
  • lib: L’arresto del server non è più considerato un errore, ma una disconnessione regolare.
  • switch: Corretto il caricamento degli indirizzi host dal file di configurazione.

Download: Chiaki v2.2.0 (Android)

Download: Chiaki v2.2.0 (Linux)

Download: Chiaki v2.2.0 (MacOS)

Download: Chiaki v2.2.0 (Windows)

Download: Chiaki v2.2.0 (Switch)

Download: Source code Chiaki v2.2.0

Fonte: git.sr.ht

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.