Home Emulatori Microsoft dichiara guerra sull’utilizzo di emulatori su console Xbox Series X/S

Microsoft dichiara guerra sull’utilizzo di emulatori su console Xbox Series X/S

420
0

Chi acquista una console Xbox oggi lo fa anche per cercare di emulare quante più console possibili, mentre Microsoft ha deciso di dire basta, dalla giornata di ieri gli appassionati di giochi retrò si sono ritrovati davanti ad un messaggio di errore nella modalità retail.

La console Microsoft si configura come una delle machine più potenti capaci di emulare e riprodurre quasi qualsiasi macchina, dalla console PlayStation, alla PlayStation 2, la Wii e persino la Xbox 360.

Sull’argomento è intervenuto anche gamr13 che su twitter ha espresso il proprio disappunto e ha così deciso di taggare il CEO di Xbox e Microsoft Gaming Phil Spencer su Twitter con un hashtag #LetUsEmulate.

Negli ultimi 2 anni, abbiamo promosso l’emulazione legale su una piattaforma popolare che le persone hanno davvero apprezzato.

È un vero peccato vedere @Xbox reprimere l’emulazione per coloro che non possono permettersi la modalità sviluppatore o non hanno i mezzi per acquistarla. Questo è un colpo in faccia.

Mentre una piccola, ma sempre più appassionata comunità di titoli retrò, conservazionisti e sviluppatori di homebrew si sono mobilitati chiedendo a Microsoft di invertire la rotta e rendere di nuovo più semplice l’emulazione legale.

Ad oggi è ancora possibile installare ed eseguire emulatori e applicazioni homebrew, anche se dalla modalità retail bisognerebbe passare alla modalità sviluppatore dietro il pagamento di una quota.

Sebbene l’emulazione sia stata spesso associata alla pirateria, è anche un modo legale per riprodurre copie di giochi possedute su hardware più recente con comodità moderne.

D’altro canto Microsoft potrebbe aver voluto dare un freno sull’emulazione della console Xbox 360 attraverso l’emulatore Xenia for UWP. Tutto sembrava a posto, almeno fino a quando non si cercava di emulare giochi provenienti da console Microsoft.

Fonte: kotaku.com