Home Homebrew Rilasciato il codice sorgente del loader BootMii

Rilasciato il codice sorgente del loader BootMii

145
0

Il developer nonchè hacker Hector Martin (alias Marcan) ha da poco pubblicato il codice sorgente di BootMi Stub Loader sotto licenza GPLv2.

La repository include ELF Loader-Stub, BootMii SD-Loader, Reset-Stub e MINI (quest’ultima già open-source), mentre non sono state incluse la pagina GUI/PPC (“CE1LING_CAT”), PyWii (già rilasciato con il canale homebrew ), l’ installer e il codice WAD boot2.

Il codice sorgente potrebbe differire dalla versione pubblica. Marcan sottolinea anche esplicitamente che se il caricatore viene cambiato, dovrebbe essere ampiamente testato per non rovinare una Wii.

Gli sviluppatori interessati possono trovare il codice sorgente all’interno della repository. Questa versione è avvenuta perché alcuni utenti volevano decompilare BootMii e hanno chiesto a Marcan se potevano pubblicare il risultato sotto GPLv2.

BootMii

BootMii è un insieme di software che può essere installato sulla console Nintendo Wii come IOS o inserito nel processo di avvio.

Per quanto riguarda IOS, fornisce un modo rapido per eseguire il backup della memoria flash NAND interna della Wii e alla fine costituirà la base di una nuova generazione di applicazioni homebrew per Wii.

Inserito nel processo di avvio, BootMii fornisce invece una “rete di sicurezza” da dove è possibile eseguire il backup dell’intera Wii sulla scheda SD in meno di tre minuti.

In caso di blocco della console Wii, BootMii funzionerà comunque permettendo di ripristinare il backup della scheda SD, in modo rapido e indolore.

BootMii consente inoltre di eseguire direttamente The Homebrew Channel o altri homebrew contenuti nella scheda SD, bypassando la “schermata di avviso” e il resto del menu.

Download: Source code BootMii

Fonte: wiidatabase.de

Articolo precedente[Scena NDS] Rilasciato GodMode9i v3.3.1
Articolo successivoAnnunciati i nuovi giochi in arrivo sul catalogo PlayStation Plus Extra e Premium di agosto
Sono Nato nel 1980 e da diversi anni coltivo la passione per tutto ciò che riguarda il mondo dei videogiochi, ho vissuto l'era degli home computer con il Commodore 64 e l'Amiga 500, da sempre appassionato di giochi di ruolo e di titoli di avventura.