Home Emulatori L’emulatore RPCS3 ora può avviare la VirtualShell/XrossMediaBar (VSH/XMB)

L’emulatore RPCS3 ora può avviare la VirtualShell/XrossMediaBar (VSH/XMB)

268
1

L’emulatore RPCS3 raggiunge un nuovo traguardo riuscendo ad eseguire il boot della VirtualShell/XrossMediaBar (VSH/XMB), il programma ora “simula” una vera e propria console PlayStation 3.

In un video il team ha voluto evidenziarne le caratteristiche, attualmente l’audio all’interno del menu non può essere ancora riprodotto, manca inoltre il supporto per il Browser web, la raccolta dei trofei e il PSN Store.

La VirtualShell su RPCS3 supporta i profili e i salvataggi di gioco, mentre i giochi PSN possono essere visualizzati ma non eseguiti all’interno della colonna Giochi della XMB.

Stessa situazione per i trofei, l’emulatore RPCS3 supporta i trofei, ma la raccolta dei trofei all’interno della XMB non funziona ancora.

Per settare la XMB alla risoluzione di 1080p, andare su Impostazioni > Impostazioni di visualizzazione, selezionare Impostazioni dell’uscita video, quindi selezionare Component / D-Terminal.

Volendo è possibile cambiare lo sfondo, il colore e il carattere della XMB, tuttavia i temi non sono ancora supportati. La versione del firmware può essere visualizzata in Informazioni di sistema, mentre lo spazio libero risulta codificato, questo significa che il valore indicato non è reale.

Per eseguire la VirtualShell, una volta avviato RPCS3 cliccare su “File > Boot VSH/XMB” dopo aver installato il firmware. Controllare il Wiki RPCS3 per le impostazioni complete. Abilitare Write Color Buffers e Force CPU Blit per visualizzare correttamente le onde.

Fonte: twitter.com

L’emulatore RPCS3 ora può avviare la VirtualShell/XrossMediaBar (VSH/XMB) ultima modifica: 2022-01-03T19:52:16+01:00 da Francesco Lanzillotta
Articolo precedenteMortal Kombat 11, Final Fantasy XII: The Zodiac Age e Fury Unleashed disponibili da domani per gli abbonati al PlayStation Now
Articolo successivo[Scena Wii U] Rilasciato Wii U Homebrew Launcher v1.5
Sono Nato nel 1980 e da diversi anni coltivo la passione per tutto ciò che riguarda il mondo dei videogiochi, ho vissuto l'era degli home computer con il Commodore 64 e l'Amiga 500, da sempre appassionato di giochi di ruolo e di titoli di avventura.