Home Android Rilasciato retroArch v1.9.10

Rilasciato retroArch v1.9.10

227
2

Pubblicato un nuovo aggiornamento per retroArch, il frontend Libretro ora include un nuovo filtro video che prende il nome di Picoscale_256x-320×240.

Modifiche inoltre per la versione 3DS di retroArch oltre alla correzione del supporto HDR (High Dynamic Range) attraverso i driver Direct3D 11/12.

L’aggiornamento risalta inoltre l’arrivo di retroArch sulla piattaforma Steam che ha registrato oltre 100 mila download a fronte di un milione di visite, sia per Linux (SteamOS) che per Windows.

Correzioni HDR per D3D11/D3D12

  • Corretto il problema con il contrasto per essere più corretto – ora scala da 0-10 in modo lineare e si comporta più come ci si aspetterebbe – nome cambiato per eliminare le impostazioni legacy che gli utenti potrebbero avere.
  • D3D11/HDR: Corretto il problema con gli stati di fusione, rasterizzazione e topologia di D3D11 che non venivano impostati sugli stessi quando si utilizzava l’HDR e si lasciava il menu: causavano problemi con Shadow of the Colossus su PCSX2.
  • Aggiunta la possibilità di saltare il tonemapper inverso allo shader tramite il buffer costante usando ‘inverse_tonemap’ – impostare su 0.0f per saltare.
  • Corretto un potenziale bug durante lo scambio tra HDR e SDR e la profondità di bit non era impostata correttamente.

Filtri

Il nuovo filtro video Picoscale_256x-320×240 utilizza una serie di algoritmi di alta qualità e ad alte prestazioni sviluppati per la versione standalone di Picodrive che permette di eseguire l’upscaling dei contenuti da 256×224, 256×239 e 256×240 a 320×240. Il contenuto per qualsiasi altra risoluzione resta invariato.

Proprio come per il filtro Upscale_256x-320×240, questo è destinato all’uso su piattaforme/dispositivi con supporto di risoluzione nativa a 320×240, dove riduce notevolmente l’aliasing producendo un’immagine significativamente più nitida rispetto al filtro bilineare (hardware) convenzionale.

Sono disponibili tre varianti di filtro:

  1. Picoscale_snn_256x-320×240: “Liscio” nearest neighbour.
  2. Picoscale_bl2_256x-320×240: Bilineare a 2 livelli con 2 pesi quantizzati.
  3. Picoscale_bl4_256x-320×240: Bilineare a 4 livelli con 4 pesi quantizzati.

In sostanza, sia la “uniformità” dell’immagine che i requisiti di prestazioni aumentano in ordine di snn -> bl2 -> bl4.

Questi filtri sono altamente efficienti. Testato con il core Snes9x 2005 Plus (un core leggero che gira comunque al limite su molti dispositivi palmari a bassa potenza).

Vediamo il seguente aumento delle prestazioni generali totali quando viene applicato ciascun filtro (notare che l’esistente Upscale_256x-320×240 il filtro è incluso per il confronto):

FiltroOverhead delle prestazioni
Senza filtro+0%
snn+8%
bl2+13%
bl4+30%
upscale_256x_320x240+27%

I costi generali delle prestazioni relativi al filtro Upscale_256x-320×240 esistente sono:

FiltroOverhead delle prestazioni
snn-69%
bl2-45%
bl4+14%

Pertanto, SNN e BL2 in particolare hanno un impatto minimo sulle prestazioni. Il porting per console Switch/libnx ora presenta anche il supporto per i filtri video.

Playlist Manager

Nuova opzione “Aggiorna playlist”

Lo scanner manuale dei contenuti fornisce un metodo rapido e semplice per generare playlist, ma non esiste un modo conveniente per aggiornare le playlist già esistenti.

Se un utente aggiunge contenuto a una directory ROM, deve prendersi la briga di riconfigurare e rieseguire la scansione manuale (inclusa la selezione della directory ROM, il nome del sistema, il core predefinito, e quant’altro); se hanno rimosso contemporaneamente dei file, allora sono anche obbligati ad andare nel relativo menu ‘playlist manager’ e ‘pulire’ la playlist. Questo richiede tempo e noioso.

Questo nuovo aggiornamento aggiunge l’opzione Aggiorna playlist ai menu “gestore playlist”. Quando selezionata, la playlist corrente verrà scansionata di nuovo con la configurazione di scansione manuale utilizzata l’ultima volta per generare/modificare la playlist.

L’Aggiornamento di una playlist popola anche tutte le voci del menu Scansione manuale, quindi è facile modificare i valori se l’utente desidera aggiornare l’elenco delle estensioni di file consentite, ecc…

Inoltre: una nuova opzione Convalida voci esistenti è stata aggiunta all’interfaccia di scansione manuale. Quando abilitato, qualsiasi playlist esistente viene controllata prima di iniziare la scansione del contenuto; le voci che fanno riferimento a file mancanti o a file con estensioni non valide vengono quindi rimosse.

Convalida voci esistenti è disabilitato per impostazione predefinita, ma abilitato automaticamente ogni volta che una playlist viene aggiornata. Pertanto, selezionando Aggiorna playlist, si aggiungeranno nuovi contenuti e si rimuoveranno le voci mancanti/non valide.

Note

  • Questa funzionalità non funzionerà con le playlist generate prima di questo commit, poiché mancheranno dei metadati richiesti. Sarà necessario per l’utente rieseguire una scansione manuale “normale” per qualsiasi playlist che potrebbe voler aggiornare in seguito; in seguito, l’opzione Aggiorna playlist apparirà nel relativo menu “gestore playlist” e la manutenzione diventerà un affare con un solo pulsante.
  • Possiamo solo “aggiornare” le playlist create tramite lo scanner del contenuto manuale, non lo scanner del database. Quando si esegue una scansione del database, non esiste un metodo pratico per estrarre tutti i metadati necessari per un’operazione ripetuta.

Aggiunto lo stato di inattività dello schermo inferiore su console 3DS

Su console 3DS ora è possibile disattivare lo schermo inferiore se inattivo, inoltre sui dispositivi compatibili, la retroilluminazione sarà disattivata sullo schermo inferiore.

Se non viene eseguito alcun core, lo schermo inferiore sarà sempre inattivo con la retroilluminazione spenta.

Se un core è in esecuzione con lo schermo inferiore nello “stato predefinito”, lo schermo inferiore sarà inattivo in circa 6 secondi. Il testo visualizzato “Tocca lo schermo inferiore per andare al menu Retroarch” scompare e la retroilluminazione LCD è disabilitata.

Quando si interagisce con lo schermo, la retroilluminazione si accenderà e alternerà il menu come al solito. Quando si è nel menu/in pausa, lo schermo inferiore rimarrà attivo.

Changelog

  • 3DS: Aggiunto lo stato di inattività dello schermo inferiore.
  • 3DS: Aggiunti ID univoci per Gearboy/Gearcoleco/Gearsystem, corretto codice CAP32.
  • 3DS/SAVESTATES: Corretti gli stati della RAM sul file quando il core si deinizializza.
  • AUDIO/MIXER: Pad dei buffer di campionamento per prevenire potenziali heap-buffer-overflow durante il ricampionamento (corregge il crash quando si utilizzano file audio di menu a 30 kHz).
  • AUDIO/LINUX/SNAP: Aggiunto supporto JACK.
  • CHEEVOS: Non scrivere credenziali di successo per sovrascrivere.
  • CHEEVOS: Disabilita lo slowmotion quando abiliti la modalità hardcore.
  • D3D9: Corretto il problema della matrice MVP per la texture RGUI (il frame di gioco principale non verrà ancora visualizzato).
  • D3D11/D3D12/HDR: Corretto il contrasto per essere più corretto – ora scala da 0-10 in modo lineare e si comporta più come ci si aspetterebbe – cambiato nome per eliminare le impostazioni legacy che gli utenti potrebbero avere.
  • D3D11/HDR: Corretto il problema con gli stati di fusione, rasterizzazione e topologia di D3D11 che non venivano impostati sugli stessi quando si utilizzava l’HDR e si lasciava il menu: causavano problemi con Shadow of the Colossus su PCSX2.
  • D3D11/D3D12/HDR: Aggiunta la possibilità di saltare il tonemapper inverso allo shader tramite il buffer costante usando ‘inverse_tonemap’ – impostare su 0.0f per saltare.
  • D3D11/D3D12/HDR: Corretto un potenziale bug durante lo scambio tra hdr e sdr e la profondità di bit non era impostata correttamente.
  • D3D11/D3D12/HDR: Aggiunte numerose funzioni di supporto per aiutare a creare i valori corretti per colorare l’interfaccia utente – normalmente gli elementi dell’interfaccia utente bianchi dovrebbero essere resi al bianco della carta e non alla massima luminosità per vari motivi.
  • BUGFIX/ANDROID: Corretto il problema con l’arresto anomalo che poteva verificarsi su Android con il core Sameboy: si arrestava in modo anomalo con la funzione rumble.
  • GFX/WIDGETS: Nuovo aspetto regolare del messaggio del widget.
  • INPUT/MOUSE: Aggiunta un’etichetta di indice zero del mouse distinta per i driver che non supportano il multimouse.
  • INPUT/RUMBLE: Aggiunto un generico guadagno di rimbombo alle impostazioni di input.
  • INPUT/UDEV/X11: Aggiunta di una soluzione alternativa per correggere l’input da tastiera quando si utilizza X11 + Udev.
  • LIBNX/SWITCH: Supporto per aggiungere filtri video.
  • LOCALIZZAZIONE: Recuperate le traduzioni da Crowdin.
  • OPENDINGUX/BETA: Disabilita OpenAL.
  • PLAYLISTS: Aggiunta l’opzione “Aggiorna playlist”.
  • STEAM: Versione iniziale su Steam.
  • UWP/VFS/XBOX: Miglioramenti e correzioni di bug al driver UWP VFS.
  • VIDEO/REFRESH RATE: Cambio automatico della frequenza di aggiornamento PAL/NTSC, se disponibile, a condizione che il server di visualizzazione della piattaforma consenta di modificare le frequenze di aggiornamento e il display abbia la frequenza di aggiornamento desiderata.
  • VIDEO FILTERS: Aggiunto filtro video ‘Picoscale_256x-320×240’.
  • WIIU/HID: Corretti gli input analogici sui dispositivi HID.

Download: RetroArch v1.9.10 (tutte le piattaforme)

Download: Source code RetroArch v1.9.10

Link: Collegamento Patreon

Fonte: libretro.com

Rilasciato retroArch v1.9.10 ultima modifica: 2021-09-20T16:40:34+02:00 da Francesco Lanzillotta
Articolo precedente[Scena Switch] Rilasciato sys-botbase v1.9
Articolo successivo[Scena Switch] Rilasciato Hekate – CTCaer mod v5.6.2 & Nyx v1.0.7 [aggiornato x1]
Sono Nato nel 1980 e da diversi anni coltivo la passione per tutto ciò che riguarda il mondo dei videogiochi, ho vissuto l'era degli home computer con il Commodore 64 e l'Amiga 500, da sempre appassionato di giochi di ruolo e di titoli di avventura.