Home Emulatori Rilasciato DOSBox-X v0.83.11

Rilasciato DOSBox-X v0.83.11

1288
0

DOSBox-X è un programma che permette di emulare un PC in grado di eseguire molti giochi e applicazioni DOS che normalmente non potrebbero essere eseguite su PC e sistemi operativi moderni, l’applicazione si dimostra simile a DOSBox.

Tuttavia, mentre l’obiettivo principale di DOSBox è l’esecuzione di giochi DOS, DOSBox-X va ben oltre. Nato come fork del progetto DOSBox, mantiene la compatibilità con l’ampia base di giochi DOS e per i quali DOSBox è stato progettato.

Ma è anche una piattaforma per l’esecuzione di applicazioni DOS, inclusa l’emulazione degli ambienti per eseguire Windows 3.x, Windows  9x e Windows ME con il software scritto per quelle versioni del sistema operativo.

DOSBox-X aggiunge anche il supporto per l’emulazione del NEC PC-98, questo significa che è possibile eseguire giochi del calibro di Chitty Chitty Train, Popful Mail e Night Slave.

DOSBox-X supporta varie opzioni di output, ad esempio per la modalità grafica supporta il ridimensionamento pixel-perfect (con output openglpp) per una migliore qualità dell’immagine, e per la modalità testo l’output del font TrueType (TTF) lo rende molto adatto anche per le applicazioni DOS.

DOSBox-X è molto ricco di funzionalità e solo per citare alcune delle sue caratteristiche uniche:

  • Supporto per barra dei menu GUI e strumento di configurazione.
  • Salvataggio e stato di caricamento (fino a 100 slot di salvataggio e anche file di salvataggio).
  • Migliore compatibilità con le applicazioni DOS.
  • Molti altri comandi DOS.
  • Pentium MMX e Pro.
  • Stampa (stampante virtuale o reale).
  • Emulazioni IDE.
  • Nome del file lungo e immagini disco FAT32 (funzioni DOS 7+; set ver=7.1).
  • Copia e incolla negli appunti.
  • Emulazione 3dfx Voodoo e Glide.
  • Fogli di spunti con tracce CD-DA FLAC/MP3/OGG/Opus,
  • FluidSynth e MT32.
  • Rete NE2000.
  • Ridimensionamento pixel-perfect.
  • Output font TrueType.
  • V-Sync.
  • NEC PC-98 e molto altro.

Questa nuova versione introduce anche una serie di nuove funzionalità e miglioramenti, come nuove funzioni per il salvataggio automatico degli stati, nuovi comandi della shell (CHCP, COLOR, PUSHD, POPD, REPLACE), nuova utilità di configurazione del BIOS e miglioramenti della schermata del BIOS.

Changelog

Nuove funzionalità notevoli

  • Funzionalità degli appunti multipiattaforma notevolmente migliorate.
    • Le funzioni degli appunti sono state notevolmente migliorate in questa versione. La copia e incolla degli appunti, il dispositivo degli appunti (CLIP$) e l’API degli appunti DOS sono ora tutti supportati in tutte le piattaforme (Windows, Linux e macOS). Ora c’è anche un pulsante “Paste Clipboard” nelle sezioni AUTOEXEC.BAT, CONFIG.SYS e 4DOS.INI dello strumento di configurazione per incollare il contenuto degli Appunti.
  • Nuovi comandi della shell: CHCP, COLOR, PUSHD, POPD, REPLACE.
    • Questa versione implementa nuovi comandi della shell DOS tra cui CHCP (modifica della tabella dei codici per l’output dei caratteri TrueType), COLOR (modifica dei colori di primo piano e di sfondo), PUSHD (memorizzazione e modifica delle directory), POPD (modifica delle directory precedenti) e REPLACE (sostituzione dei file). Anche il comando TREE (mostra alberi di directory) è stato riscritto per supportare i nomi di file lunghi (LFN) quando disponibili.
  • Nuova utilità di configurazione del BIOS e miglioramenti della schermata del BIOS.
    • Ora è disponibile un’utilità di configurazione del BIOS che mostrerà un riepilogo della configurazione di sistema corrente e consentirà agli utenti di modificare la data e l’ora. Premere il tasto Canc nella schermata di avvio del BIOS per accedere all’utilità di configurazione del BIOS. Anche la schermata del BIOS è stata migliorata, in particolare l’aggiunta di una schermata di avvio del BIOS in modalità testo particolarmente utile per l’output del font TrueType (TTF).
  • Blocco dei file e blocco della registrazione per Linux e macOS.
    • La funzione di blocco dei file e di blocco dei record, particolarmente utile per le applicazioni di database DOS in rete, è stata implementata per le piattaforme Linux e macOS in questa versione. Quindi questa funzione è ora supportata in tutte le piattaforme.
  • Funzioni implementate per il salvataggio automatico degli stati.
    • Questa versione introduce le funzioni per salvare automaticamente gli stati correnti entro gli intervalli di tempo specificati e le funzioni possono essere regolate per diversi giochi e applicazioni DOS. C’è anche un’interfaccia GUI (selezionabile dal menu) per gestire la funzione di salvataggio automatico in fase di esecuzione.
  • Migliorato l’avvio delle applicazioni Windows.
    • La funzione di avvio delle applicazioni Windows è stata migliorata in questa versione. Quando questa funzione è abilitata (ad es. startcmd=true), le applicazioni Windows ora possono essere avviate dall’interno dei programmi DOS o dalla shell 4DOS oltre alla shell incorporata. Corretta anche la funzionalità quando la directory di lavoro non ha una voce del nome file 8.3.
  • Migliorata la gestione per la modalità non ANSI.
    • Ora è possibile utilizzare un programma TSR ANSI personalizzato (come NNASI.SYS) invece di quello incorporato per visualizzare le sequenze di escape ANSI. Il banner di benvenuto di DOSBox-X ora verrà visualizzato correttamente anche senza le funzioni ANSI installate.

Notevoli miglioramenti nell’usabilità

  • Finestre dello strumento di configurazione scalabile.
    • Le finestre nello strumento di configurazione ora sono scalabili, in modo che non sembrino più molto piccole quando la finestra è in modalità a schermo intero, ingrandita o DPI alta.
  • Interruzione da lunghi output dei comandi della shell DOS.
    • Con questa versione ora puoi premere + o + Break per interrompere gli output lunghi da comandi come TYPE, MORE, COPY, DIR /S e ATTRIB /S, oltre al gestore esistente + o + Break.
  • Modifica dinamica delle opzioni di output dalla riga di comando.
    • È ora possibile utilizzare il comando CONFIG per modificare l’output corrente, ad esempio cambiare tra gli output dei caratteri OpenGL, Direct3D e TrueType, oltre a farlo dal file di configurazione o dal menu “Video”.
  • Migliorata l’opzione di output predefinita di Linux.
    • L’opzione di output predefinita per la piattaforma Linux è stata modificata da Surface a OpenGL per migliorare le esperienze utente predefinite.
  • Migliorati i messaggi nel banner di benvenuto.
    • I messaggi nei banner di benvenuto di DOSBox-X sono stati ulteriormente migliorati, specialmente per i tipi di macchine CGA/MCGA/MDA/Hercules, inclusa la visualizzazione delle scorciatoie predefinite corrette in queste modalità.
  • Consenti più personalizzazioni della barra del titolo di DOSBox-X.
    • Ora è possibile eseguire ulteriori personalizzazioni sulla barra del titolo di DOSBox-X, ad esempio nascondere il numero di versione di DOSBox-X e la velocità di esecuzione nella barra del titolo.

Correzioni di bug e altri miglioramenti

  • Ci sono anche molte correzioni di bug e altri miglioramenti, incluse correzioni ad alcune funzionalità esistenti (es. correzione dello sfarfallio dello schermo quando si passa con il mouse sul menu con output Direct3D nella build di Windows SDL2, montaggio di immagini di dischi/CD con percorsi lunghi dal menu “Drive”, ecc..) e ha eseguito il porting dei recenti commit SVN di DOSBox. Si prega di consultare i log delle modifiche completi di seguito per ulteriori informazioni.

Changelog completo in questa versione

  • Aggiunto il supporto per il dispositivo degli appunti (CLIP$) e l’API degli appunti DOS su sistemi non Windows (in precedenza erano supportati solo sulla piattaforma Windows). In Linux SDL1 build è supportato solo l’accesso in lettura mentre sia l’accesso in lettura che in scrittura sono supportati in tutte le altre build. Inoltre, la selezione e la copia del testo negli appunti host utilizzando un pulsante del mouse o un tasto freccia è ora supportata nella build di macOS SDL1. (Wengier)
  • Aggiunto pulsante “Paste Clipboard” alle sezioni AUTOEXEC.BAT, CONFIG.SYS e 4DOS.INI nello strumento di configurazione per incollare il contenuto degli appunti. (Wengier)
  • Le build di Windows SDL2 ora utilizzano lo stesso metodo di incollaggio degli appunti delle build di Windows SDL1 per impostazione predefinita invece della funzione della tastiera del BIOS. Il metodo ora è disponibile anche per build Linux e macOS (sia SDL1 che SDL2) (sebbene sia disabilitato per impostazione predefinita su queste piattaforme). Un’opzione di menu “Use BIOS function for keyboard pasting” viene aggiunta al gruppo di menu “Funzioni appunti condivise” (sotto “Principale”) per utilizzare la funzione BIOS per incollare appunti invece del metodo della sequenza di tasti. Assicurati che questa opzione sia disabilitata se desideri incollare il testo di clipboad nelle app di Windows 3.x/9x (ad esempio Blocco note e scrittura). Questa impostazione può essere modificata anche con l’opzione di configurazione “clip_paste_bios” nella sezione [sdl] del file di configurazione. (Wengier)
  • Con l’opzione di configurazione “startcmd=true” o l’opzione della riga di comando -winrun, le applicazioni Windows ora possono essere avviate dall’interno di un programma DOS o dalla shell 4DOS oltre alla shell incorporata. (Wengier)
  • Aggiunta l’opzione di configurazione “disable graphical splash” nella sezione [dosbox] che quando impostata farà apparire sempre all’avvio una schermata di avvio del BIOS in modalità testo invece di quella grafica. Se l’output del font TrueType (TTF) è abilitato, la schermata del BIOS in modalità testo viene utilizzata automaticamente. (Wengier)
  • Aggiunto un semplice BIOS Setup Utlity, che mostrerà un riepilogo della configurazione di sistema corrente e consentirà agli utenti di modificare la data e l’ora. Premere il tasto Canc nella schermata di avvio del BIOS per accedere. (Wengier)
  • Aggiunta l’opzione di configurazione “showbasic” nella sezione [sdl] che, se impostata su false, nasconde il numero di versione di DOSBox-X e la velocità di esecuzione nella barra del titolo. (Wengier)
  • Aggiunta un’opzione sperimentale per caricare un’immagine BIOS ROM VGA ed eseguirla, invece della nostra emulazione INT 10h. Se abilitato, caricherà il file ROM specifico in C000:0000. Se non specificato, sceglierà in base al tipo di macchina. Le immagini della ROM BIOS VGA (ad esempio et4000.bin per l’emulazione Tseng ET4000) possono essere scaricate dall’hardware reale o scaricate dalla raccolta PCem ROM. Può essere impostato con l’opzione di configurazione “vga bios rom image” nella sezione.
  • Migliorata la gestione del blocco di file e record per piattaforme non Windows. Parti del codice sono adottate da DOSEmu. (Wengier)
  • Migliorata la gestione per l’impostazione “ansi.sys=false”, ad esempio la correzione del messaggio di errore della schermata di benvenuto in questo caso e l’utilizzo di un TSR ANSI personalizzato (come NNANSI.COM). (Wengier e stu)
  • Ora puoi premere + o + Break per interrompere gli output lunghi di comandi come TYPE, MORE, COPY, DIR /S e ATTRIB /S. (Wengier)
  • Rinominato MEM.COM in MEM.EXE in modo che corrisponda a DOS. (Wengier)
  • Riscritto il comando TREE integrato invece di quello di FreeDOS per supportare nomi di file lunghi. (Wengier)
  • DELTREE ora è un comando esterno che appare sull’unità Z: come DELTREE.EXE invece di un comando di shell incorporato, poiché è un comando esterno in un vero sistema DOS. (Wengier)
  • Aggiunto il comando REPLACE per sostituire i file, simile alla controparte MS-DOS. Questo comando è compilato con il supporto per i nomi di file lunghi. (Wengier)
  • Aggiunti i comandi PUSHD e POPD in modo da poter memorizzare la directory corrente e le modifiche alla directory specificata (opzionalmente anche l’unità corrente), quindi modificare nuovamente la directory/unità. Il comando PUSHD senza argomenti mostra i percorsi memorizzati. (Wengier)
  • Aggiunto il comando COLOR per modificare i colori di primo piano e di sfondo correnti. L’utilizzo è simile al comando con lo stesso nome nel prompt dei comandi di Windows. Ad esempio, il comando “COLOR fc” produce un rosso chiaro su bianco brillante; COLOR senza un argomento ripristina il colore originale. (Wengier)
  • Aggiunto il comando CHCP per visualizzare la tabella codici corrente o modificare la tabella codici corrente per l’output del carattere TrueType (TTF). Le tabelle codici supportate includono: 437, 808, 850, 852, 853, 855, 857, 858, 860, 861, 862, 863, 864, 865, 866, 869, 872 e 874. Ora puoi anche impostare la tabella codici per l’uscita TTF tramite il secondo parametro opzionale dell’opzione “country” nella sezione [config] della configurazione. (Wengier)
  • Aggiunta la funzione per salvare automaticamente gli stati nell’intervallo di tempo specificato (in secondi). È inoltre possibile specificare uno slot di salvataggio o iniziare e terminare gli slot di salvataggio da utilizzare. Ad esempio, “autosave=10 11-20” imposterà un intervallo di tempo di 10 secondi per il salvataggio automatico e gli slot di salvataggio utilizzati saranno compresi tra 11 e 20. Se non viene specificato nessuno slot di salvataggio, lo slot di salvataggio corrente sarà utilizzato per il salvataggio automatico. Mettere un segno meno prima dell’intervallo di tempo fa sì che la funzione di salvataggio automatico non venga attivata all’avvio. Facoltativamente, puoi anche specificare fino a 9 nomi di programma per questa funzione, ad es. “autosave=10 11-20 EDIT: 21-30 EDITOR:35” farà sì che il programma “EDIT” utilizzi gli slot di salvataggio 21-30, e “EDITOR” utilizzi lo slot di salvataggio 35 e altri programmi utilizzino gli slot di salvataggio 11-20 . Aggiunta un’opzione di menu “Auto-save settings…” per gestire la funzione di salvataggio automatico in fase di esecuzione. Un’opzione di menu “Enable auto-saving state” viene aggiunta al gruppo di menu “Save/load options” in “Capture” per attivare il salvataggio automatico quando la funzione è abilitata. Allo stesso modo, un’opzione di menu “Select last auto- saved slot” viene aggiunta al gruppo di menu “Select save slot” (anche sotto “Capture”) per passare all’ultimo slot salvato automaticamente (se presente). (Wengier)
  • Le finestre dello strumento di configurazione ora sono scalabili, in modo che non sembrino più piccole ad es. modalità a schermo intero o ad alta risoluzione. (ant_222)
  • Se l’opzione -defaultdir è l’unica o l’ultima opzione della riga di comando e non viene specificato alcun parametro, la directory del file di configurazione principale (se presente) diventa la directory predefinita di DOSBox-X. (Wengier)
  • Ora è possibile modificare dinamicamente l’uscita corrente con il comando CONFIG, ad es. “CONFIG -set output=ttf” e “CONFIG -set output=default”. (Wengier)
  • Il comando “KEYB US” restituirà la tabella codici DOS a 437 se la tabella codici corrente è diversa. (Wengier)
  • L’impostazione “output=default” abiliterà l’output OpenGL per i sistemi Linux, se possibile. (Wengier)
  • Corretti i pulsanti funzione di scelta rapida specifici per CGA/MCGA/MDA/Hercules in Mapper Editor e i colori dello schermo dopo essere usciti da Mapper Editor quando si utilizzavano questi tipi di macchina nell’output Direct3D (build SDL1). Corretti anche i messaggi nel banner di benvenuto per questi tipi di macchina per informare gli utenti delle nuove scorciatoie predefinite (Ctrl(+Shift) + [F7/F8]). (Wengier)
  • Corretto il problema con DOS Int21/AH=0x5a “Create temporary file” che non generava file univoci. (Wengier)
  • Corretto il problema per cui l’unità corrente torna all’unità Z quando vengono utilizzati smontaggi e montaggi combinati. (Wengier)
  • Corretto il problema con la gestione della tastiera PC-98 da + a + . + ora funziona correttamente in modalità PC-98.
  • Corretto il crash del compilatore Free Pascal con core dinamico e impostazione “use dynamic core with paging on = auto” introdotto nella versione precedente. (Wengier)
  • Corretto il problema con l’avvio dei programmi Windows quando la directory di lavoro non ha una voce del nome file 8.3. (Wengier)
  • Corretti i problemi con il passaggio a schermo intero in alcuni casi quando l’output del font TrueType è abilitato. (Wengier)
  • Corretto un problema nelle build MinGW per cui nessun dato verrà inviato alla scheda OPL3Duo. (DhrBaksteen)
  • Corretto il problema dello sfarfallio dello schermo quando si passa con il mouse sul menu con output Direct3D nella build di Windows SDL2 introdotta nell’ultima versione. (Wengier)
  • Corretto il problema con il montaggio di immagini di dischi/CD con percorsi lunghi dal menu “Drive” potrebbero non funzionare correttamente. (Wengier)
  • Corretto il problema per cui il pulsante “Save” nello strumento di configurazione non salvava il file di configurazione nell’ultima versione. (Wengier)
  • Integrati i commit SVN (Allofich) – r4346: Corretto un crash di lunga data che si verificava quando si disconnetteva un secondo joystick dopo averlo parzialmente mappato. -r4344: Aggiunto per attivare e disattivare i caratteri stampabili nel debugger. -r4340: corretto il comportamento quando l’allocazione della memoria principale fallisce. -r4336: corretta una svista di r4186 quando sono montati i floppy disk. -r4330: alcuni grandi miglioramenti endian e correzioni drive_fat. (jmarsh) -r4320: riporta il numero di traccia Q-Channel in BCD, il che significa che non viene convertito in binario dal driver del dispositivo CD-ROM. Corregge la funzione CD-Player di DOS Navigator 1.51 durante la riproduzione della traccia precedente 15. -r4318: aggiunge il comando di debug LOGC al log solo cs:ip.

DOSBox-X v0.83.11

DOSBox-X v0.83.11

DOSBox-X v0.83.11 (Intel) (ARM)

DOSBox-X v0.83.11 (HX-DOS) (LOADLIN)

Download: Source code DOSBox-X v0.83.11

Fonte: reddit.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.