Home Mac OS Rilasciato nxsh v0.1.3 Alpha

[Scena Switch] Rilasciato nxsh v0.1.3 Alpha

184
0

Il developer Cesura ha realizzato una prima versione alpha di nxsh, una shell remota, molto simile a BusyBox per console Nintendo Switch.

Gli utenti ora potranno connettersi tramite la porta 5050 (e tramite il client telnet CLI su *nix o PuTTY su Windows) e interagire con il sistema in modo da simulare una semplice shell.

L’elenco dei comandi disponibili in questo momento è ancora incredibilmente piccolo, ma lo sviluppatore sembra sia intenzionato ad implementarne di nuove.

Connessione

Una volta eseguita, l’applicazione ascolterà sulla porta 5050 per le connessioni in entrata. Se il socket viene inizializzato correttamente, vedrete visualizzare l’indirizzo di ascolto sullo schermo della Switch.

Sfortunatamente, fino a quando il multithreading non è completamente supportato per le app Switch homebrew, la shell non può accettare più di una connessione simultanea.

Linux/BSD/Mac OS

Assicuratevi di aver installato correttamente il client telnet su PC (fornito in bundle su alcuni sistemi). Per gli utenti Mac, installare il client tramite il gestore di pacchetti Homebrew.

$ brew install telnet

Da lì, la connessione a nxsh sarà semplice come:

$ telnet [indirizzo] 5050

Dove al posto di indirizzo, deve essere inserito l’indirizzo IP della Switch.

Windows

Il client telnet integrato in Windows non funziona bene con nxsh, si consiglia di installare PuTTY. Si noti che la connessione tramite una connessione “grezza” invece di una “telnet” eviterà il fastidioso messaggio “comando non trovato” al momento dell’inizializzazione della shell.

Il protocollo telnet invia un po’ di testo disordinato mentre si sta negoziando la connessione, se si vuole una shell dall’aspetto pulito, buttatelo e andate tramite socket raw.

Utilizzo

nxsh raggruppa le proprie implementazioni di coreutils di base, come (ma non necessariamente limitate a):

  • cat
  • ls
  • rm
  • cp
  • mv

..ecc, ecc.

Per un elenco completo dei comandi supportati dalla versione corrente di nxsh, digitate “help” all’interno del prompt.

Prossimamente

  • Migliorare la stabilità generale della shell.
  • chmod e altri coreutils di base.
  • Implementazione di un comando ‘fetch’, per scaricare file da server HTTP remoti.
  • Sviluppare una sorta di linguaggio di shell per script di base.

Bug

  • Questa è una versione alpha, potrebbe pertanto presentare alcuni bug imprevisti.

Download: nxsh v0.1.3 Alpha

Download: Source code nxsh v0.1.3 Alpha

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.