Home News RetroArch con Flatpak – la versione Linux ora diventa distro-indipendente

RetroArch con Flatpak – la versione Linux ora diventa distro-indipendente

582
0

L’installazione del frontend RetroArch su Linux lamenta da sempre un certo problema dovuto principalmente ai diversi sistemi, le varie distribuzioni dispongono tutte di un sistema personalizzato di gestione dei pacchetti.

A seconda del tipo di distribuzione, i programmi installabili vengono “pacchettizzati” in formati differenti per semplificarne quanto più possibile l’installazione. 

Le distribuzioni debian-based utilizzano i pacchetti .deb, le Red-Hat based (come ad esempio Fedora) utilizzano i pacchetti .rpm mentre Slackware utilizza il formato .tgz.

Con Flatpak invece andremo ad installare l’applicazione su Linux in molto semplice e immediato, e indipendentemente da quale ambiente di distribuzione o ambiente desktop si utilizzi.

I repository di Flatpak come Flathub forniscono un hub centrale per mantenere aggiornate le applicazioni. Questo rivoluziona il modo in cui le applicazioni possono essere installate su Linux e fornisce un solo modo più semplice per installare RetroArch.

Installazione

[stextbox id=’alert’]Attenzione: Dopo l’installazione, è necessario eseguire il logout e il login per far apparire Flatpak sul desktop.[/stextbox]

Seguire questo collegamento ed eseguire l’installazione del pacchetto a seconda della distribuzione in uso.

Una volta terminata l’installazione, è necessario eseguire il seguente comando per vedere come utilizzarlo: flatpak --help

Aggiungere Flathub

Flatpak utilizza una repository per gestire le applicazioni disponibili. Flathub è una repository Flatpak in rapida crescita, dove è disponibile RetroArch.

flatpak remote-add --if-not-exists flathub https://flathub.org/repo/flathub.flatpakrepo

Installazione retroArch

Dopo aver eseguito l’installazione di flathub, è possibile installare RetroArch da Flathub: flatpak install --user flathub org.libretro.RetroArch

Eseguire RetroArch con Flatpak

Dopo aver installato RetroArch tramite Flatpak, l’applicazione comparirà automaticamente all’interno del menu di sistema o in alternativa, è possibile eseguirlo anche attraverso il terminale: flatpak run org.libretro.RetroArch

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.