Home Mobile Android Rilasciato il nuovo aggiornamento di retroArch v1.4.1

Rilasciato il nuovo aggiornamento di retroArch v1.4.1

255
7

Il team Libretro ha rilasciato la open beta 1.4.1 del frontend retroArch, una release importante che vede l’aggiunta di molte caratteristiche oltre alla correzione di bug.

Molti i developer che hanno collaborato al progetto, dallo sviluppatore bparker che ha avuto modo di rilasciare una revisione significativa del backend, al supporto per le playlist da parte di RobLoach, e GregorRKivutarfrangarcjEzi0Twinaphex e tutti gli altri.

Scanning

RobLoach ha aggiunto la scansione di goodnes e il set di GoodN64 con il supporto per le playlist utilizzando i core ScummVM, NXEngine e Lutro, aggiunto anche un database delle traduzioni del SNES, e hack per le roms di Super Mario World.

Lo sviluppatore bparker invece ha portato una revisione significativa del backend, ora i contenuti potranno essere scansionati anche all’interno delle sottodirectory, prima dovevamo farlo manualmente.

La scansione ora avviene molto velocemente grazie ad una parziale modifica nel codice che ci permette di sbirciare le estensioni di file supportati dalla scansione prima di confrontarle con il database.

In breve se si prova a scansionare un set di 2.703 ROMS (del NES 8 bit) ci vorrebbero circa 4 minuti e 22 secondi, ma ora grazie a questa modifica bastano appena 53 secondi.

Scansione 7zip

Il developer bparker ha aggiornato anche il supporto 7zip, ora gli utenti saranno in grado di eseguire la scansione e il caricamento di qualsiasi contenuto che è stato compresso all’interno di un archivio 7zip.

Configurazioni

Radius è notevolmente migliorato ampliando le funzionalità di configurazione dell’override,  ora possiamo salvare gli override direttamente dal menu di RetroArch, piuttosto che crearli manualmente con un editor di testo.

Aggiunta inoltre la possibilità di salvare i preset dello shader per-core e per-game, una caratteristica molto richiesta dagli utenti (con la mappatura di retropad, che viene già gestita tramite la rimappatura per core/per-game).

Netplay

Nel frattempo, GregorR ha rispolverato un vecchio codice affrontando una revisione importante per netplay, diverse le correzioni che vedono anche l’aggiunta di tre o più giocatori collegati alla stessa rete LAN.

Miglioramenti nel menu QoL per Lakka e RetroArch

Dall’altra parte del progetto per i micro-computer (come i Raspberry Pi), la versione Lakka di retroArch affronta diversi miglioramenti con l’aggiunta di nuove caratteristiche. Gli utenti ora saranno in grado di nascondere le impostazioni avanzate dal menu della XMB.

Un menu predefinito in grado di visualizzare solo le playlist, una funzione che metterà alla prova anche i bambini più vivaci che potrebbero arrivare a pasticciare all’interno delle impostazioni.

Kivutar ha anche aggiunto la possibilità di eseguire la scansione e unire le reti wireless direttamente dall’interfaccia di Lakka, così come le schede history individuali per RetroArch all’interno dei core multimediali, che includono un lettore video, un visualizzatore di immagini e un visualizzatore audio.

Nuove funzionalità grafiche nel menu

Nuovi effetti grafici possono essere visualizzati sullo sfondo (come l’effetto neve, o le onde che ricordano il menu della Playstation 3). Riorganizzate inoltre alcuni menu per limitare l’ingombro delle voci (utile per i nuovi utenti che si troverebbero a disagio date le molteplici funzioni).

Aggiunte molte sotto-voci all’interno del menu (una sorta di Help che dovrebbe aiutare a comprendere meglio le diverse funzioni) e una nuova icona batteria per i dispositivi mobile che mostra la carica rimanente.

Porting

Sony – PlayStation 3/Playstation Vita

I porting per le due console Sony hanno ottenuto diversi miglioramenti, il developer frangarcj si è occupato del porting per Playstation Vita con henkaku.

La release supporta gli effetti grafici del menu XMB, gli shader, il caricamento dinamico dei core, la piena velocità di emulazione della PSX via dynarec e molto altro. Tutto questo mentre Ezi0 ha ottenuto diversi miglioramenti sul porting della Playstation 3.

Nintendo – Wii/WiiU/3DS

Il developer netux79 ha lavorato sul porting della Wii, la console Nintendo aggiunge il supporto per il gamepad USB e fixa alcuni problemi nei salvataggi di stato con il core Snes9x-next.

Twinaphex intanto ha rintracciato e corretto un bug che portava schermo nero sulla nightly build dopo la release 1.3.6.

Infine Aliaspider e Twinaphex hanno riportato un sacco di miglioramenti per il porting del 3DS, corretto un problema di screen-tearing persistente, e  grandi progressi con il primo porting della Wii U.

Cores

Sul fronte core, Twinaphex ha migliorato notevolmente la movimentazione in molti core in modo che siano meno inclini a portare l’intero programma verso il basso (cioè, in segfault).

Anche se questo non è certamente una soluzione più pulita o rivolto all’utente come molti degli altri miglioramenti, questo comunque potrebbe portare ad una release più stabile e con un meno incidenti.

Twinaphex ha anche portato il nuovo emulatore del Sega Saturn, Ryphecha su libretro (indicato come “mednafen-saturn” nel programma di aggiornamento on-line). Il Sega Saturn è stata a lungo considerata una delle console più difficili da emulare.

Purtroppo si rende disponibile solo per le piattaforme x86_64 (cioè non ARM, no a 32-bit x86), la sua qualità e la precisione di emulazione è già di alto livello.

L’emulazione del Nintendo 64 ha avuto qualche sviluppo interessante con il porting di Glupen64-libretro da parte del developer loganmc10.

Un fork combinato che utilizza parti del codice principale di Mupen64Plus con il crowdfunded GLideN64 RDP di gonetz . Questo core gestisce molti degli effetti difficili da emulare in confronto con gli altri plugin HLE e ottiene buone prestazioni su hardware di basso livello.

Come tale, è diventato il core di default per il Nintendo 64 nello spin RPi3 di Lakka e svolge un lavoro eccellente anche su Android (e più stabile del core Mupen64Plus-libretro, in base alle segnalazioni degli utenti).

Nel frattempo, Seru-kun ha aggiunto il supporto per i dischi 64DD a Mupen64Plus-libretro, diventando così il secondo emulatore del Nintendo 64 (dopo PJ64) a sostenere l’esclusivo add-on in Giappone.

Infine Leiradel e Meleu hanno fatto una pulizia massiccia sul sistema dei Risultati, per cui tutti i sistemi che supportano RetroArch avranno almeno un core che include il pieno supporto, rappresentando tutti i sistemi supportati da Retro Achievements.

Inoltre, i risultati spuri non dovrebbero più essere assegnati a destra quando il gioco inizia (un problema comune, in precedenza) e le realizzazioni non saranno più assegnate in caso di mancato rispetto dei requisiti.

Scaricalo da Google Play Store sui dispositivi Android.

Download: RetroArch Open Beta v1.4.1

7 Commenti

    • Il frontend non é stato compilato per PlayStation 3, le modifiche riguardano tutte le altre piattaforme come Android e Windows

  1. Che purtroppo va in crash, la ps3 emula qualche roms ma tecnicamente ha difficoltà ad emulare determinati giochi, quelli sega scordateli che i vari system 16 vanno così e così a volte freeze a volte black screen, quelli dopo nada. Come dico sempre le console in generale hanno seri problemi ad essere compilati, ecco il motivo perchè non li rilasciano sanno che è tempo perso, l’unica che riesce ad emularlo perfettamente è solo la prima XBOX, mameox e final burns legend… Per il resto se vuoi megadrive, snes & co lo riescono a fare tutte, chi più chi meno con i vari fronted…

  2. l’emulazione retroarch và anche bene….il problema è che il joypad a volte impazzisce:tasti sbagliati che fanno fare azioni non volute,ecc

    cmq rom sega non vanno…ho notato anch’io,ma la maggiorparte delle rom vanno benone

  3. Neo-Geo, Cps1 e 2? certo andavano bene pure sulle console di 15 anni fa 😀 l’emulazione è ferma ad target di giochi, giusto il core fba è più recente con una discreta compatibilità, ma non puoi emulare Night Slasher o altri beat’em-up più complessi, i nuovi Raiden, Cyvern un gioco difficile da emulare che neanche sulla 360 gliela fa, Golden Axe: The Revenge of Death Adder, i System 24 che sono i più ostici da emulare. il Retroarch è solo un fronted che raggruppa i core visti dai tempi della PS2\DC per poi passare alla Wii… Ti posso assicurare che questi problemi la prima Xbox non li ha, emula perfettamente senza glitch o altro, l’unica che emula il 32x… provare per credere 😉

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.