Home News Macabro mistero all’aeroporto di Chicago: in un volo proveniente da Roma...

[Off-Topic] Macabro mistero all’aeroporto di Chicago: in un volo proveniente da Roma pacco con 18 teste mozzate

629
2

Macabro carico scoperto e bloccato alla dogana dell’”O’Hare International Airport” di Chicago, in un volo proveniente da Roma: diciotto teste umane mozzate, spedite ad un centro di ricerca ubicato nella periferia dell’importante città dell’Illinois, in una struttura che, secondo quanto riferito dal Chicago Sun-Times è “sotto inchiesta”.

51618048-300x225

Le teste umane erano state spedite da Roma classificate come “merce” su un volo Lufthansa Airlines, arrivato allo scalo americano  una settimana prima di Natale. Il carico “era correttamente conservato e classificato come campione di materiale umano” ha dichiarato al Sun-Times Tony Brucci, investigatore capo nell’ufficio del medico legale. Brian Bell, portavoce del Department of Homeland Security ha successivamente spiegato alla stessa testata americana che “non c’è nessun problema con il trasporto di parti del corpo per scopi medici” e che “nessuna legge dice che non si possono spedire, a patto di avere la giusta documentazione”.

Tuttavia il particolarissimo carico è stato comunque bloccato: i funzionari della Dogana inizialmente hanno detto che si trattava di un problema di documentazione allegata, mentre successivamente si è appreso che forse l’intervento è collegato ad un’indagine in corso presso la struttura in questione. Il macabro contenuto del pacco è stato rivelato solo dopo il passaggio ai raggi X. Gli spedizionieri e le strutture aeroportuale si sono rifiutate di dire da dove è partita la spedizione e quali sono le condizioni di conservazione delle 18 teste mozzate.

Fonte: Fanpage.it

2 Commenti

    • ahahahaah fortissima l’ho fatta leggere a tutto l’ufficio ci siamo scopisciati dal ridere….Credo che questa si candidi ad essere la battuta del 2013!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.