RapidShare limita la velocità agli utenti Free

Dall’inizio del 2012 la lotta contro la pirateria, e più in particolare contro i siti di file hosting, si è fatta sempre più serrata; dopo la chiusura del colosso Megavideo/Megaupload tutti gli altri servizi hanno chiuso al file sharing o hanno modificato i loro servizi. Adesso è il turno di RapidShare..
20120226-123512.jpg


Dopo la chiusura di Megaupload una grande quantità di utenti si è riversata su RapidShare, quindi gli amministratori per evitare di fare la stessa fine dell’ex concorrente ha deciso di limitare la velocità di download per gli utenti free.

Queste le parole dei responsabili del servizio:

“RapidShare ha subito un forte aumento del traffico da parte degli utenti free e, purtroppo, anche un forte aumento di abusi nell’usi del serviziol. Da allora [da quando Megaupload è stato chiuso], molti trasgressori del copyright hanno scelto RapidShare come nuovo hoster di fiducia per le loro attività illegali. Così abbiamo deciso di fare un passo doloroso ma efficace: ridurre la velocità di download per gli utenti free. Siamo certi che questa misura renderà RapidShare molto impopolare tra i pirati e quindi taglierà il traffico abusivo via“.

Dopo l’annuncio il servizio è risultato per molti inaccessibile, ma al momento tutto sembra essere tornato a funzionare, anche se la velocità di download non supera i a 50kb/s.

(Visited 39 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *