Home Emulatori RetroArch per Wii U riceve le prime build alpha compatibili con Aroma

RetroArch per Wii U riceve le prime build alpha compatibili con Aroma

101
0

Prima dell’arrivo della console Switch, la Wii U era la macchina Nintendo all-in-one che ogni appassionato di applicazioni homebrew poteva desiderare.

Poteva eseguire giochi Wii U e Wii nativamente, e con l’ambiente virtuale Wii (noto anche come vWii), che permetteva la piena compatibilità hardware con la Wii, tutto ciò che funzionava sulla Wii poteva funzionare anche sulla Wii U quasi per default.

La Wii U offriva anche nuove opzioni di emulazione per la Virtual Console, aggiungendo emulatori per Nintendo DS e N64, entrambi offrendo nuove opzioni per le iniezioni nella Virtual Console, rendendo la Wii U la migliore opzione per emulare l’intero catalogo Nintendo.

Dal NES fino alla Wii, inclusi SNES, Game Boy, GBC, GBA, DS, Nintendo 64 e persino Gamecube tramite Nintendont su vWii. L’unico sistema Nintendo non emulato su Wii U era il 3DS.

Tuttavia, la Wii U è passata e molti utenti hanno sentito che la comunità homebrew e i suoi sviluppi verso applicazioni specifiche per Wii U erano carenti, specialmente se confrontati con la scena homebrew della Wii.

La maggior parte dell’uso homebrew su Wii U riguardava applicazioni specifiche per Wii, con pochissime app native per Wii U che sfruttavano la potenza hardware aggiuntiva rispetto alla Wii.

Alla fine, la Wii U ha ottenuto RetroArch con una vasta gamma di core, ma con gli sviluppi recenti nella scena, RetroArch è rimasto indietro nell’uso del CFW più recente e sviluppato per il dispositivo, ovvero Aroma, che permette di eseguire applicazioni homebrew come app direttamente mostrate nel menu Home, insieme a molte altre funzionalità.

RetroArch era bloccato nella vecchia versione di sviluppo di Aroma, chiamata Tiramisu, che non aveva le funzionalità attuali di Aroma e non permetteva a RetroArch di funzionare come app nel menu Home.

Inoltre le build esistenti per Aroma richiedevano minuti per avviare un singolo gioco, con gli utenti costretti ad aspettare ogni volta che lanciavano un nuovo gioco o core.

Tutto questo sta cambiando grazie agli sviluppi nel codice sorgente di Aroma, con RetroArch che ora ha build alpha compatibili con Aroma, grazie agli sforzi di tutti gli sviluppatori coinvolti.

Le recenti modifiche nel codice di Aroma per la beta 17 riguardanti il driver del filesystem FAT32 del CafeOS della Wii U e alcune ottimizzazioni per migliorare ‘readdir’ e ‘stat’ sono stati fondamentali per rendere l’attuale build di RetroArch per Aroma molto più veloce.

Secondo QuarkTheAwesome, il lavoro recente su RetroArch per Aroma include:

  • Riorganizzazione del packaging e inserimento di tutti gli asset in un file .wuhb, riducendo notevolmente i tempi di caricamento.
  • Riscrittura della gestione di ProcUI per supportare l’overlay del menu HOME.
  • Aggiunta del supporto per pulsanti come il pulsante di accensione della console.

Questo lavoro non è ancora stato esaminato seriamente dal team Libretro, ma sta procedendo bene. Dopo aver risolto le funzionalità di base, si potrà lavorare su altre funzioni come AXPro e GLSLCompiler.

Inoltre, ci sono sviluppi per il core PSX di RetroArch “PCSX Rearmed” specificamente per Wii U, che includono rendering a thread, compilatore a thread, mutex veloci, driver audio AX e un driver GPU unai, per portare i giochi PlayStation a un framerate decente su Wii U.

Questo è un altro core potenziale che potrebbe essere aggiunto a una versione più recente e aggiornata di RetroArch per Wii U, una volta completata la compatibilità con Aroma.

Sebbene la Wii U non sia più prominente nelle comunità homebrew, è sempre positivo vedere console più vecchie ricevere ancora attenzione ben oltre il loro periodo di gloria.

Le build di RetroArch per Aroma sono versioni alfa/testing create per il debug di eventuali problemi che potrebbero sorgere.

Fonte: gbatemp.net

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.