Home Homebrew Rilasciato Fizeau v2.5.1

[Scena Switch] Rilasciato Fizeau v2.5.1 [aggiornato x1]

169
0

Pubblicato un nuovo aggiornamento per Fizeau, lo strumento sviluppato dal developer averne ci permette di regolare il colore e la luminosità del piccolo schermo della console Switch.

Dall’applicazione è possibile regolare il colore e la temperatura, mentre dalla voce Dawn e Dusk (alba e tramonto) è possibile eseguirlo e spegnerlo all’ora settata.

Potremo dunque regolare in parte la luminosità della console Switch se utilizzata durante la notte (magari a letto), in quanto il forte contrasto tra luce e buio potrebbe danneggiare i nostri occhi.

Questa nuova versione si concentra su una riscrittura significativa del codice interno, risolvendo molti problemi di lunga data.

I cambiamenti visibili agli utenti includono la deprecazione della versione chainloader, con il sysmodule principale che ora analizza e applica la configurazione all’avvio, e la deprecazione della gestione della luminosità, funzione assente dalla versione 14.0 a causa di cambiamenti nel sistema operativo.

Inoltre, l’applicazione ora offre un’anteprima accurata di tutte le funzioni di correzione del colore utilizzando uno shader di calcolo, e sono stati risolti molti bug di lunga data, in particolare quelli relativi al docking e alla modalità sleep.

Tra i cambiamenti interni, c’è stata una completa revisione e semplificazione dell’interfaccia IPC del sysmodule, l’eliminazione della dipendenza da libstratosphere a favore dell’implementazione del server IPC minimale di sys-clk, e una rielaborazione della gestione del buffer dei comandi nel codice dell’applicazione per renderlo più robusto.

Caratteristiche

  • Modifica la temperatura del colore del display.
  • Filtra i colori per un singolo componente.
  • Applica le correzioni del colore: gamma, luminance e color range.
  • Controlla la luminosità della retroilluminazione dello schermo.
  • Impostazioni di pianificazione da applicare al crepuscolo/alba, con transizioni fluide.

Installazione

  • Scaricare l’archivio e decomprimerlo all’interno della scheda SD (prestare attenzione a unire e non sovrascrivere le cartelle) e riavviare la console Switch.
  • Fizeau supporta solo l’ultima versione del Custom Firmware Atmosphère.
  • Se si intende utilizzare l’overlay, dovrete configurare Tesla (installare Tesla-Menu e ovlloader). Non è supportato sulle versioni del firmware precedenti alla 9.0.0.

Utilizzo

  • Per utilizzare Fizeau fare riferimento alla guida integrata. Navigare con il touchscreen o con i pulsanti D-pad.

Impostazioni

Le impostazioni vengono salvate nella directory /switch/Fizeau/config.ini, da qui è possibile modificarle anche manualmente.

Per ridurre l’utilizzo della memoria del sysmodule, le impostazioni non vengono lette all’avvio. Invece, vengono applicati all’avvio dell’applicazione/overlay. Pertanto, sarà necessario avviare un client dopo un riavvio per riavviare completamente Fizeau.

Come funziona

Questo software utilizza la CMU (Color Management Unit) incorporata nella GPU Tegra di Nintendo Switch. Lo scopo di questa unità è abilitare la correzione della gamma/modifiche della gamma di colori.

La CMU funziona in 3 passaggi:

  • Il primo passaggio converte i dati sRGB a 8 bit in uno spazio colore lineare a 12 bit, utilizzando una LUT (tabella di ricerca). Pertanto, aumenta anche la precisione dei dati del colore.
  • Il secondo passaggio è un prodotto puntuale tra la matrice CSC (Color Space Correction) e i dati RGB, come illustrato di seguito:

  • Il terzo passaggio mappa i dati di colore lineari a 12 bit, ora corretti, in sRGB a 8 bit, utilizzando un’altra LUT. Quindi la precisione dopo questo passaggio è diminuita. Inoltre, questa LUT è divisa in due parti: le prime 512 voci mappano [0, 32), mentre le altre 448 rappresentano [32, 256). Ciò consente una maggiore precisione per i componenti di colore più scuro, a cui l’occhio umano è più sensibile.

Panoramica della pipeline CMU:

Maggiori dettagli sono disponibili nel TRM (Tegra Reference Manual), sezione 24.3.14 (Display Color Management Unit).

Il software ufficiale utilizza la CMU per molteplici scopi (le seguenti immagini sono state generate utilizzando uno script trovato qui, con i dati scaricati dal software ufficiale in esecuzione):

  • Di seguito è rappresentata la configurazione CMU predefinita. Nessuna correzione viene applicata:

  • L’inversione del colore viene applicata utilizzando LUT2, che viene semplicemente invertita:

  • La scala di grigi è implementata con CSC, utilizzando la funzione di luminanza Y = 0,2126 * R + 0,7152 * G + 0,0722 * B su ciascun componente (i coefficienti effettivi sono 0,2109375, 0,7109375 e 0,0703125 a causa della limitata precisione dei componenti CSC che sono a 10 bit numeri Q1.8 firmati):

  • Infine, la correzione della luminanza, qui con un luma = 1.0 (la correzione della gamma di colori è molto simile):

Inoltre, la gamma di colori del display esterno viene limitata utilizzando la cornice informativa HDMI AVI (Auxiliary Video Information).

Il software ufficiale utilizza rampe gamma predefinite precalcolate e applica modifiche a quelle (la funzione pertinente può essere trovata su .text + 0x05c70 in 6.0.0 nvnflinger).

Tuttavia qui le rampe gamma vengono generate in fase di esecuzione, il che è sia più elegante che abilita facilmente gamma non predefinita. La LUT1 generata è identica byte per byte a quella ufficiale.

Changelog

Questo rilascio è incentrato su una riscrittura piuttosto ampia del codice interno, che risolve molti problemi di vecchia data.

Modifiche visibili all’utente

  • Deprecazione della versione del chainloader. Il modulo di sistema principale ora analizza e applica la configurazione all’avvio.
  • Deprecazione della gestione della luminosità. Questa funzione mancava dalla 14.0 a causa di modifiche al sistema operativo.
  • Anteprima accurata di tutte le funzioni di correzione del colore nell’applicazione, utilizzando uno shader di calcolo.
  • Molti bug di vecchia data sono stati risolti, soprattutto per quanto riguarda il docking e lo sleep.

Modifiche interne

  • Completa rielaborazione e semplificazione dell’interfaccia IPC del sysmodule.
  • Eliminata la dipendenza da libstratosphere, che ora utilizza l’implementazione minima del server IPC di sys-clk.
  • Rielaborazione della gestione del buffer dei comandi nel codice dell’applicazione per renderla più robusta.
  • Corretta l’analisi e la generazione delle configurazioni. v2.5.1

Download: Fizeau v2.5.1

Download: Source code Fizeau v2.5.1

Fonte: github.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.