Home Emulatori Geolith: L’emulatore Neo Geo diventa un core per il frontend RetroArch

Geolith: L’emulatore Neo Geo diventa un core per il frontend RetroArch

413
0

Il team Libretro ha il piacere di annunciare l’aggiunta di un nuovo e avanzato core del Neo Geo al loro repertorio. Geolith, questo il nome dell’emulatore sviluppato originariamente da Jolly Good Emulation.

Lo sviluppatore ha estratto e portato su Libretro l’emulatore per renderlo accessibile al più ampio numero di utenti possibile.

Storicamente, l’emulazione del Neo Geo è stata gestita prevalentemente sotto la categoria generale degli ‘arcade’, con FBNeo e MAME che si sono dimostrati competenti in questo settore.

Tuttavia, l’emulazione arcade è notoriamente più complessa rispetto a quella delle console, coinvolgendo ROMset in continua evoluzione composti da numerosi piccoli file all’interno di file zip con nomi strani per mantenere l’aggiornamento.

Questa complessità si riflette anche in un linguaggio tecnico specifico, come “ROM principale” e “set non combinati”, insieme a file aggiuntivi che talvolta devono essere posizionati in diverse directory.

Questa maggiore complessità può rappresentare una barriera per alcuni utenti, impedendo loro di ottenere un’esperienza ottimale con tutte le funzionalità a cui sono abituati.

Geolith si distingue in questo contesto grazie all’uso di ROMset statici nel formato .NEO, sviluppato per dispositivi come NeoSD e utilizzato anche dal core Neo Geo basato su FPGA MiSTer.

Da notare che Geolith non è compatibile con le ROM nel formato zip utilizzato da MAME/FBNeo. Di conseguenza, se gli utenti hanno effettuato il dumping dei loro giochi per renderli compatibili con tali dispositivi, Geolith sarà in grado di sfruttare appieno il supporto del database libretro.

Questo semplifica la scansione e l’importazione dei giochi con un solo clic in playlist correttamente nominate, eliminando la necessità di interventi complessi con file DAT e fornendo automaticamente icone appropriate e boxart/anteprime.

La presenza di un database e di playlist dedicate rende inoltre più agevole la ricerca dei giochi desiderati, riducendo il tempo dedicato alla configurazione.

Il team Libretro sta ancora perfezionando alcuni dettagli del database, con circa il 20% dei giochi che non estrae ancora le anteprime.  Inoltre, si sta lavorando per rendere il core disponibile su Steam come DLC.

Si raccomanda agli utenti di assicurarsi di aggiornare i file di informazioni e database del core attraverso l’aggiornatore online prima di utilizzare Geolith, poiché questo core richiede alcune funzionalità introdotte dopo il rilascio stabile di RetroArch 1.17.0.

Fonte: twitter.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.