Home Mobile Android Pubblicato un nuovo aggiornamento per DuckStation, l’emulatore della console PSX per PC...

Pubblicato un nuovo aggiornamento per DuckStation, l’emulatore della console PSX per PC Windows, MacOS e Linux

1042
0

Pubblicato un nuovo aggiornamento per DuckStation, l’emulatore della console PSX sviluppato dal developer Stenzek (alias Tahlreth), autore del defunto emulatore AetherSX2.

DuckStation è un emulatore/simulatore della console Sony PlayStation(TM), con un focus sulla giocabilità, velocità e mantenibilità a lungo termine.

L’obiettivo è essere il più accurato possibile, mantenendo al contempo prestazioni adatte anche ai dispositivi di fascia bassa.

Le opzioni di “hacking” sono scoraggiate, la configurazione predefinita dovrebbe supportare tutti i giochi giocabili con solo alcune delle migliorie che possono avere problemi di compatibilità.

È necessaria un’immagine ROM del “BIOS” per avviare l’emulatore e giocare ai giochi, è possiile utilizzare un’immagine da qualsiasi versione hardware o regione, anche se l’abbinamento di regioni di giochi e regioni di BIOS diverse può causare problemi di compatibilità.

Un’immagine ROM non è fornita con l’emulatore per motivi legali; dovresti crearla dalla tua console utilizzando Caetla o altri mezzi.

Caratteristiche

  • Ricompilatore CPU/JIT (x86-64, armv7/AArch32 e AArch64).
  • Rendering hardware (D3D11, D3D12, OpenGL, Vulkan, Metal) e software.
  • Upscaling, filtraggio delle texture e colori veri (24 bit) nei renderer hardware.
  • PGXP per la precisione della geometria, correzione delle texture e emulazione del buffer di profondità.
  • Filtro di campionamento adaptativo.
  • Catene di shader per il post-processing (GLSL e Reshade FX sperimentali).
  • “Avvio rapido” per saltare lo splash/intro del BIOS.
  • Supporto per il salvataggio dello stato del gioco.
  • Supporto per Windows, Linux e macOS.
  • Supporto per immagini bin/cue, file bin/img raw, MAME CHD, ECM a traccia singola, MDS/MDF e formati PBP non crittografati.
  • Avvio diretto di eseguibili homebrew.
  • Caricamento diretto di file Portable Sound Format (psf).
  • Supporto per controller digitali e analogici per l’input (la vibrazione è inoltrata all’host).
  • Supporto per il lightgun Namco GunCon (emulato con il mouse).
  • Supporto per NeGcon.
  • Interfaccia utente Qt e “Big Picture”.
  • Aggiornamenti automatici con anteprima e canali più recenti.
  • Scansione automatica dei contenuti: i titoli e gli hash dei giochi sono forniti da redump.org.
  • Commutazione automatica opzionale delle memory card per ciascun gioco.
  • Supporto per il caricamento di trucchi da elenchi esistenti.
  • Editor di memory card e importazione di salvataggi.
  • Overclocking della CPU emulata.
  • Debugging integrato e remoto.
  • Controller multitap (fino a 8 dispositivi).
  • RetroAchievements.
  • Caricamento/applicazione automatica di patch PPF.

Requisiti di Sistema

  • Una CPU più veloce di una patata. Ma deve essere x86_64, AArch32/armv7 o AArch64/ARMv8, altrimenti non si otterrà un ricompilatore e sarà lento.
  • Per i renderer hardware, una GPU compatibile con OpenGL 3.1/OpenGL ES 3.1/Direct3D 11 Feature Level 10.0 (o Vulkan 1.0) e versioni successive. Quindi, praticamente qualsiasi cosa realizzata negli ultimi 10 anni circa.
  • Controller di gioco compatibile con SDL, XInput o DInput (ad esempio XB360/XBOne/XBSeries). Gli utenti DualShock 3 su Windows dovranno installare i driver ufficiali DualShock 3 inclusi come parte di PlayStation Now.

Download ed esecuzione

I file binari di DuckStation per Windows x64/ARM64, Linux x86_64 (in formati AppImage/Flatpak) e macOS Universal Binaries sono scaricabili dalla repository e vengono generati automaticamente con ogni commit/push.

Si consiglia di evitare di scaricare binari o pacchetti da altre fonti poiché potrebbero non essere aggiornati e non avere il supporto dello sviluppatore. In caso di problemi o supporto, è consigliabile rivolgersi direttamente agli sviluppatori piuttosto che a terze parti.

PC Windows

DuckStation richiede l’uso di Windows 10/11, in particolare la versione 1809 o successiva. Non è compatibile con Windows 7/8/8.1.

Da notare che l’uso di sistemi operativi precedenti come Windows 7/8/8.1 nel 2023 può comportare rischi per la sicurezza, e si consiglia di considerare l’aggiornamento a un sistema supportato dal fornitore.

La versione 0.1-5624 è l’ultima che funzionerà su tali sistemi operativi, ma non riceverà più supporto.

Per scaricare DuckStation su Windows x64, seguire questi passaggi:

  1. Accedere al sito web https://github.com/stenzek/duckstation/releases/tag/latest.
  2. Scaricare la build di Windows x64 facendo clic sul collegamento fornito, è possibile utilizzare anche il link diretto per il download: https://github.com/stenzek/duckstation/releases/download/latest/duckstation-windows-x64-release.zip.
  3. Dopo aver scaricato il file, estrarre l’archivio zip in una sottodirectory. Assicurarsi di effettuare l’estrazione in una sottodirectory poiché l’archivio non ha una sottodirectory radice. L’estrazione nella directory corrente causerà la creazione di un gruppo di file nella directory di download se non viene estratto in una sottodirectory.
  4. Una volta estratto, l’emulatore può essere avviato utilizzando il file duckstation-qt-x64-ReleaseLTCG.exe.
  5. Seguire la procedura guidata di installazione per iniziare a utilizzare DuckStation.

Se si riceve un errore relativo alla mancanza del file vcruntime140_1.dll, dovrete effettuare un aggiornamento del runtime di Visual C++.

Questo può essere fatto visitando la pagina web di supporto Microsoft. In particolare, sarà necessario scaricare la runtime x64, che è disponibile al seguente indirizzo.

Se si utilizza Linux per eseguire DuckStation, si noti quanto segue:

  • Le versioni supportate di DuckStation per Linux sono AppImage e Flatpak disponibili sulla pagina delle versioni ufficiali. Se DuckStation è stato installato da una fonte diversa o da una distribuzione come EmuDeck, si dovrebbe contattare il creatore del pacchetto per il supporto, poiché non si ha alcun controllo su tali pacchetti.

Per AppImage

  1. Assicurarsi di avere una distribuzione Linux equivalente a Ubuntu 22.04 o successiva.
  2. Andare su https://github.com/stenzek/duckstation/releases/tag/latest e scaricare duckstation-x64.AppImage.
  3. Eseguire il comando chmod a+x sull’AppImage scaricato per renderlo eseguibile.
  4. L’AppImage può quindi essere eseguito come un normale eseguibile.

Per Flatpak

  1. Andare su https://github.com/stenzek/duckstation/releases/tag/latest e scaricare duckstation-x64.flatpak.
  2. Eseguire il comando flatpak install ./duckstation-x64.flatpak oppure, se si è configurato FlatHub, eseguire flatpak install org.duckstation.DuckStation.
  3. Utilizzare il comando flatpak run org.duckstation.DuckStation per avviare DuckStation o selezionarlo nel menu di avvio dell’ambiente desktop.

Per MacOS

Le build universali di MacOS sono disponibili sia per x64 che per ARM64 (Apple Silicon) e richiedono MacOS Big Sur (11.0) come requisito minimo per Qt.

  1. Andare su https://github.com/stenzek/duckstation/releases/tag/latest e scaricare duckstation-mac-release.zip.
  2. Estrarre l’archivio zip facendo doppio clic su di esso.
  3. Aprire DuckStation.app, eventualmente spostandolo nella posizione desiderata.
  4. A seconda della configurazione di GateKeeper, potrebbe essere necessario fare clic con il pulsante destro del mouse -> Apri la prima volta che lo si esegue, poiché i certificati di firma del codice potrebbero essere disabilitati.

Per Android

  • Per Android, è necessario un dispositivo con ARMv7 (ARM a 32 bit), AArch64 (ARM a 64 bit) o ​​x86_64 (x86 a 64 bit).
  • Google Play è il meccanismo di distribuzione preferito: https://play.google.com/store/apps/details?id=com.github.stenzek.duckstation
  • Non c’è alcun supporto ufficiale per l’app Android, che è gratuita e senza assistenza tecnica.
  • Se si desidera utilizzare un APK, i collegamenti per il download sono disponibili su https://www.duckstation.org/android/.
  • Dopo l’installazione dell’app, aggiungere le directory di gioco toccando il pulsante “Add” e selezionando una directory.
  • Avviare un gioco, e potrebbe essere necessario importare un’immagine del BIOS se richiesto.
  • Se si dispone di un controller esterno, sarà necessario mappare i pulsanti e le levette nelle impostazioni.

Per quanto riguarda i giochi con protezione LibCrypt e file SBI, assicurarsi che l’immagine del CD e il file SBI abbiano lo stesso nome e siano nella stessa directory.

DuckStation caricherà automaticamente il file SBI quando è presente accanto all’immagine del CD (ad esempio, Spyro3.cue e Spyro3.sbi).

Changelog

  • Aggiunti seriali multi-disco (Stenzek).
  • Utilizza i set di dischi per cambiare i dischi (Stenzek).
  • Condividi le schede di memoria nei giochi multi-disco (Stenzek).
  • Corretto il crash del gioco non database (Stenzek).
  • Pulizie post-refactoring (Stenzek).
  • Resa statica la tabella Shift-JIS (Stenzek).
  • Correzione per MacOS (Stenzek).
  • Evita di lasciare lo stato della GPU non associato dopo la rappresentazione (Stenzek).
  • Corretta la perdita del codificatore del comando di rendering (Stenzek).
  • Evita i caricamenti di texture in linea quando non sono necessari (Stenzek).
  • Consiglia il renderer Metal per MacOS (Stenzek).
  • Rimosso l’elemento extra nell’elenco delle lingue (Stenzek).
  • Corretto il crash durante il salvataggio dello stato con display spento (Stenzek).
  • 3e82409: GPU/HW: corrette le impostazioni di base che non si aggiornano in caso di modifica (Stenzek).
  • Corretto il problema con lo stato di profondità iniziale che non veniva limitato (Stenzek).
  • Ho dimenticato un parametro di mutabilità (Stenzek).
  • Split core e util Host (Stenzek).
  • 39b8dcd: GPU/HW: Corrette le scritture di immagini racchiuse (Stenzek).
  • Aggiunto crosshair.png (Stenzek).
  • Spostato il cursore del software su ImGuiManager (Stenzek).
  • Rimossa l’immagine del mirino incorporata (Stenzek).
  • Rimossa la posizione del puntatore del mouse (Stenzek).
  • Spostata la logica di visualizzazione sulla GPU (Stenzek).
  • Configurazione del refactoring per utilizzare sezioni separate (Stenzek).
  • 288757c: dep/reshadefx: Combina temporaneamente texture+campionatori in HLSL (Stenzek).
  • Aggiunto il supporto per lo shader ReShade .fx (Stenzek).
  • Aggiunta di shader di reshade (principalmente intestazioni) (Stenzek).
  • Corretto il crash durante l’aggiunta/traccia del punto di interruzione abilitato (Stenzek).
  • Non colora i timestamp (Stenzek).
  • Sostituita la patch TTY con l’hook syscall (Stenzek).
  • Aggiornata la traduzione coreana di Hackjjang (Stenzek).
  • Corretta la cache della pipeline che lasciava i campi non inizializzati (Stenzek).
  • Assicura che la directory Reshade venga creata (Stenzek).
  • Corretti i descrittori push multi-texture+UBO (Stenzek).
  • 358f87a: PostProcessing/ReShade: Correzione per GL/Vulkan (Stenzek).
  • 37d6754: Aggiornata la traduzione in portoghese brasiliano (Anderson Cardoso) #2999
  • Centralizzata la presentazione del frame (Stenzek).
  • Undef GetMessage per intestazioni Windows (Stenzek).
  • Aggiunto FindBIOSPathWithHash() (Stenzek).
  • Esposti gli stati di salvataggio della memoria (Stenzek).
  • Consenti l’override del BIOS nei parametri di avvio (Stenzek).
  • Rimossi gli avvisi della scheda di memoria in caso di modifica della configurazione (Stenzek).
  • Aggiunto InterruptExecution() (Stenzek).
  • Compilati pigramente gli shader (Stenzek).
  • Urto _WIN32_WINNT (Stenzek).
  • Utilizza sempre la modalità analogica dallo stato di salvataggio (Stenzek).
  • Aggiunto il supporto per lo shader di ridimensionamento (Stenzek).
  • Canonicalizzati i percorsi della scheda di memoria nelle impostazioni (Stenzek).
  • 998ce37: Aggiornata la traduzione in portoghese brasiliano (Anderson Cardoso) #3001
  • 0da14a5: GPU/Vulkan: Correzione MSAA (Stenzek).
  • 203e71f: Aggiorna la traduzione russa (#3002) (shikulja) #3002
  • Spostato WinPixEventRuntime nella root (Stenzek).
  • Utilizza intestazioni precompilate (Stenzek).
  • Aggiunti script di creazione delle dipendenze di Windows (Stenzek).
  • Utilizza il pacchetto di dipendenze su Windows (Stenzek).
  • Aggiornato SDL GameControllerDB (Stenzek).
  • Aggiunti manifest e script Flatpak (Stenzek).
  • Build Flatpak (Stenzek).
  • Blocca gli UV sul rettangolo attivo durante la presentazione (Stenzek).
  • Corretti gli screenshot con risoluzione non interna (Stenzek).
  • Corretto il problema con la modifica della scala globale tramite FSUI (Stenzek).
  • Aggiunta procedura guidata di configurazione (Stenzek).
  • Supporto shader geometrici (Stenzek).
  • Aggiunto rendering/sovrapposizione wireframe (Stenzek).
  • Correzione del controllo della cache del database obsoleto (Stenzek).
  • 8386a70: Aggiornata la traduzione in portoghese brasiliano (Anderson Cardoso) #3003
  • e07c694: Aggiornamento make-appimage.sh (Mrlinkwii) #3004
  • Ripristinato il contesto dopo aver pompato i messaggi (Stenzek).
  • Corretti alcuni valori di opzione che non vengono tradotti (Stenzek).
  • Pulizia degli avvisi clang-cl (Stenzek).
  • Aggiunto ASSUME() e utilizzato per UnreachableCode() (Stenzek).
  • Aggiunta l’opzione di scala di downsample (Stenzek).
  • 4974a80: GPU/HW: Corretto il filtraggio delle texture rendendo tutto trasparente (Stenzek).
  • Corretti i punti di interruzione/passo singolo (Stenzek).
  • a46e172 : Aggiornata la traduzione in portoghese brasiliano (Anderson Cardoso) #3005
  • ce3f4aa: Aggiornata la traduzione spagnola (Spagna) (IlDucci) #3007
  • d8309b7: dep/reshadefx: si spera che venga corretta la build su alcuni sistemi Linux (Stenzek).
  • Aggiornata la traduzione coreana di Hackjjang ([Stenzek]( 0d09726 …

Download: DuckStation (ultima release continuativa) – Mac

Download: DuckStation (release continuativa) – Win ARM64 Symbols

Download: DuckStation (release continuativa) – Win ARM64

Download: DuckStation (release continuativa) – Win x64 Symbols

Download: DuckStation (release continuativa) – Win x64

Download: DuckStation (release continuativa) – x64 AppImage

Download: DuckStation (release continuativa) – x64 flatpack

Download: Source code DuckStation (release continuativa)

Fonte: reddit.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.