Home News Elon Musk assume l’hacker George Hotz per correggere un bug su twitter

Elon Musk assume l’hacker George Hotz per correggere un bug su twitter

106
0

Elon Musk ha assunto l’hacker George Hotz come stagista per correggere la funzione di ricerca di twitter. Il papà di Tesla e SpaceX ha acquistato il social media per 44 miliardi di dollari solo lo scorso mese.

Elon Musk aveva già cercato di assumere l’hacker per Tesla, ma l’assunzione sfumò per via di un litigio sui termini di impiego. Hotz in seguito fondò Comma AI, dando vita a Comma One, un sistema di assistenza avanzata per autoveicoli.

Un software concorrente all’IA del pilota automatico di Tesla che avrebbe mandato su tutte le furie Elon Musk.

L’imprenditore riteneva improbabile come una singola persona o una piccola azienda (come Comma AI) priva di un’ampia capacità di convalida ingegneristica sarebbe stata in grado di creare un software di guida autonomo che potesse essere utilizzato su auto reali.

Tutto ha avuto inizio quando George Hotz ha elogiato Elon Musk sotto un post per aver lasciato andare chiunque non volesse lavorare su di un Twitter “hardcore”.

Da qui un utente su Twitter gli avrebbe sottolineato come stesse sostenendo la servitù a contratto, mentre Hotz ha risposto offrendosi di stipulare un contratto per nient’altro che il costo della vita a San Francisco.

Elon Musk ha colto l’occasione per quello che sembra probabilmente l’aiuto ingegneristico più economico che potrebbe mai ottenere.

Hotz ha già alcuni grandi progetti per le sue 12 settimane su Twitter. Vuole sbarazzarsi del popup di accesso che mostra se stai scorrendo da troppo tempo e migliorare la pertinenza dei risultati di ricerca.

Fonte: kotaku.com

Articolo precedente[Scena PS3] Inviati ad alcuni tester la prima beta del Custom Firmware Evilnat 4.89.3 PEX/D-PEX
Articolo successivoNarita Boy è gratis ora sulla piattaforma GoG
Sono Nato nel 1980 e da diversi anni coltivo la passione per tutto ciò che riguarda il mondo dei videogiochi, ho vissuto l'era degli home computer con il Commodore 64 e l'Amiga 500, da sempre appassionato di giochi di ruolo e di titoli di avventura.