Rilasciato retroArch v1.8.7

Disponibile un nuovo aggiornamento per il frontend retroArch che corregge alcuni bug legati al Netplay presenti dalla versione 1.8.5, aggiunge widget grafici nella versione per console Wii U e sistema il supporto di rete e Cheevos di base su console 3DS.

Il team Libretro ha promesso di pubblicare al più presto un articolo sui progressi raggiunti anche dai core esaminando tutti i cambiamenti fondamentali che sono avvenuti dall’ultimo rapporto.

Corretti i bug con Netplay

Sono state corrette alcuni importanti bug in netplay, presenti dalla versione 1.8.5 di retroArch.

Nuova modalità di visualizzazione della playlist in stile desktop per MaterialUI

La versione 1.8.7 di retroArch introduce una nuova interfaccia desktop in Material UI, disponibile quando si utilizzano gli orientamenti di visualizzazione orizzontale, è simile alla visualizzazione della playlist di Ozone.

Note

  • La barra di stato in basso può essere nascosta disabilitando Impostazioni > Playlist > Mostra etichette secondarie playlist.
  • Toccando/facendo clic sulla barra delle miniature si attiva o disattiva la visualizzazione delle anteprime a schermo intero.

Ciò rappresenta anche un importante fattore di riflessione sul codice di gestione delle voci di menu di MaterialUI, che renderà più semplice implementare altri tipi di modalità di visualizzazione delle playlist in futuro.

Infine, questo risolve due piccoli problemi esistenti:

  • I divisori di entrata ora svaniscono correttamente durante le animazioni di transizione dei menu (questo è sottile e mi sono appena reso conto che non funzionava).
  • I segnaposto della “miniatura mancante” ora scompaiono, proprio come le normali miniature (in precedenza, venivano sempre visualizzati istantaneamente, il che era abbastanza stonante).

Disattiva “Usa file delle opzioni principali globali” per impostazione predefinita

La versione 1.8.7 di retroArch modifica l’impostazione predefinita di Use Global Core Options File su OFF.

L’impostazione predefinita era ON solo per coerenza con le configurazioni legacy. Non vi è alcun vantaggio sostanziale in questo, in effetti, un file di opzioni di base globale presenta i seguenti aspetti negativi:

Più I/O di file: Tutte le opzioni devono essere lette/scritte ogni volta che il contenuto viene caricato o le opzioni vengono salvate.

Difficoltà nella modifica manuale dei valori delle opzioni – ad esempio a volte questo è necessario se una determinata impostazione provoca un arresto anomalo di un core e se le opzioni per tutti i core sono raggruppate insieme, setacciarle per trovare quella che ti serve diventa un lavoro ingrato.

Obsolescenza: Le impostazioni per core vecchi/inutilizzati/obsoleti restano in giro per sempre e gonfiano il file delle opzioni globali senza scopo. Con le opzioni per core, è facile rimuovere le impostazioni per i core indesiderati.

Poiché le impostazioni vengono importate automaticamente dal file globale legacy alla prima esecuzione quando i file per core sono abilitati, la modifica del comportamento predefinito non danneggerà alcuna installazione esistente.

Non eseguire l’inizializzazione di cheevos inutili quando i cheevos sono disabilitati

In precedenza, su tutte le piattaforme con supporto cheevos, veniva chiamato rcheevos_load() ogni volta che veniva caricato il contenuto. Ciò significa che succede anche quando i cheevos sono disabilitati:

  • Se il core non richiede il percorso completo del contenuto (ovvero se RetroArch passa direttamente un buffer di dati), viene creata una copia dei dati del contenuto (fino a 64 MB di dimensione).
  • Se il contenuto è un file m3u, il file viene aperto e analizzato per ottenere l’estensione del primo file elencato all’interno.
  • Viene calcolato un checksum per l’estensione del file di contenuto.
  • Un’attività è spinta
  • Un mutex viene bloccato/sbloccato più volte.

Quando Cheevos (Achievements) sono disabilitati, tutte queste cose sono lavori inutili, causando un aumento dei tempi di caricamento e dell’utilizzo della memoria. Su piattaforme con memoria insufficiente (ovvero console) la duplicazione non necessaria di dati di contenuto è potenzialmente dannosa e può causare arresti anomali.

La versione 1.8.7 di retroArch aggiunge semplicemente un “early out” a rcheevos_load() che ne impedisce il lavoro non necessario sopra menzionato quando i cheevos sono disabilitati.

Cheevos: opzione per iniziare una sessione con tutti gli obiettivi attivi

Aggiunta un’opzione per consentire ai giocatori di iniziare una sessione di gioco con tutti gli obiettivi attivi (anche quelli che hanno sbloccato su RetroAchievements.org).

Quando cheevos_start_active=true, invece di avere gli obiettivi X di Y sbloccati, il giocatore vedrà un messaggio come questo:

Directory di fallback per i preset di shader

Questo ci consente di utilizzare il Menu Config e le directory dei file di configurazione come fallback per memorizzare i preset dello shader quando la directory Video Shader non è scrivibile dall’utente, quindi seguendo lo stesso comportamento mostrato dall’opzione di menu “Salva shader come”.

Ciò consente agli utenti di gestire i propri preset senza dover fare confusione con la configurazione della directory su distribuzioni come ArchLinux, dove gli shader (tra le altre risorse) sono gestiti attraverso pacchetti aggiuntivi.

Ma va anche un po’ oltre e cambia l’ordine delle directory preimpostate, cercando prima nel percorso di configurazione del menu, quindi nel percorso del video shader e infine nella directory del file di configurazione.

Ciò migliorerebbe la portabilità della configurazione per gli utenti Android, poiché non possono esplorare la directory shader predefinita senza eseguire il rooting dei propri dispositivi.

Inoltre, penso che abbia più senso, poiché le sostituzioni di configurazione regolari sono già memorizzate nel percorso di configurazione del menu per impostazione predefinita.

Analisi
Supponendo questi valori di directory:

    • menu_config: /home/user/.config/retroarch/config/ (non scrivibile a scopo di test).
    • video_shaders: /home/user/.local/share/libretro/shaders/ (non scrivibile).
    • retroarch.cfg: /home/user/.config/retroarch/retroarch.cfg

Le seguenti opzioni di menu sono state tutte testate correttamente (vedere l’output del registro allegato).

Opzioni di salvataggio

Save Shader Preset As

[WARN] Impossibile scrivere la preimpostazione dello shader su /home/user/.config/retroarch/config/foobar.glslp.
[WARN] Impossibile scrivere lo shader preimpostato su /home/user/.local/share/libretro/shaders/foobar.glslp.
[INFO] Preset shader salvato in /home/user/.config/retroarch/foobar.glslp.

Save Global Preset

[WARN] Impossibile creare la directory preimpostata /home/user/.config/retroarch/config/presets/.
[WARN] Impossibile creare la directory preimpostata /home/user/.local/share/libretro/shaders/presets/.
[INFO] Preset shader salvato su /home/user/.config/retroarch/presets/global.glslp.

Save Core Preset

[WARN] Impossibile creare la directory preimpostata /home/user/.config/retroarch/config/presets/Snes9x/.
[WARN] Impossibile creare la directory preimpostata /home/user/.local/share/libretro/shaders/presets/Snes9x/.
[INFO] Preset shader salvato in /home/user/.config/retroarch/presets/Snes9x/Snes9x.glslp.

Save Content Directory Preset
[WARN] Impossibile creare la directory preimpostata /home/user/.config/retroarch/config/presets/Snes9x/.
[WARN] Impossibile creare la directory preimpostata /home/user/.local/share/libretro/shaders/presets/Snes9x/.
[INFO] Preset shader salvato in /home/user/.config/retroarch/presets/Snes9x/SNES.glslp.

Save Game Preset
[WARN] Impossibile creare la directory preimpostata /home/user/.config/retroarch/config/presets/Snes9x/.
[WARN] Impossibile creare la directory preimpostata /home/user/.local/share/libretro/shaders/presets/Snes9x/.
[INFO] Preset shader salvato su /home/user/.config/retroarch/presets/Snes9x/Legend of Zelda, The - A Link to the Past (USA) .glslp.

Apply Changes option
[WARN] Errore durante la scrittura della preimpostazione dello shader su /home/user/.config/retroarch/config/retroarch.glslp.
[WARN] Scrittura dello shader preimpostata su /home/user/.local/share/libretro/shaders/retroarch.glslp non riuscita.
[INFO] Preset shader salvato su /home/user/.config/retroarch/retroarch.glslp.

Esegui l’output del registro dei contenuti
Preset shader specifico del gioco trovato nella directory di fallback
[INFO] [Shader]: directory preset: /home/user/.config/retroarch/config/presets
[INFO] [Shader]: directory preset: /home/user/.local/share/libretro/shaders/presets
[INFO] [Shader]: directory preset: /home/user/.config/retroarch/presets
[INFO] [Shader]: preimpostazione dello shader specifico disponibile in /home/user/.config/retroarch/presets/Snes9x/Legend of Zelda, The - A Link to the Past (USA) .glslp.
[INFO] [Shader]: trovata preimpostazione shader specifica per il gioco.

Preset shader specifico per cartella trovato nella directory di fallback
[INFO] [Shader]: directory preset: /home/user/.config/retroarch/config/presets
[INFO] [Shader]: directory preset: /home/user/.local/share/libretro/shaders/presets
[INFO] [Shader]: directory preset: /home/user/.config/retroarch/presets
[INFO] [Shader]: preimpostazione shader specifica disponibile in /home/user/.config/retroarch/presets/Snes9x/SNES.glslp.
[INFO] [Shader]: trovata preimpostazione shader specifica per cartella.

Preset shader core specifico trovato nella directory di fallback
[INFO] [Shader]: directory preset: /home/user/.config/retroarch/config/presets
[INFO] [Shader]: directory preset: /home/user/.local/share/libretro/shaders/presets
[INFO] [Shader]: directory preset: /home/user/.config/retroarch/presets
[INFO] [Shader]: preimpostazione shader specifica disponibile in /home/user/.config/retroarch/presets/Snes9x/Snes9x.glslp.
[INFO] [Shader]: trovata preimpostazione shader specifica per core.

Preset globale dello shader trovato nella directory di fallback
[INFO] [Shader]: directory preset: /home/user/.config/retroarch/config/presets
[INFO] [Shader]: directory preset: /home/user/.local/share/libretro/shaders/presets
[INFO] [Shader]: directory preset: /home/user/.config/retroarch/presets
[INFO] [Shader]: preimpostazione shader specifica disponibile in /home/user/.config/retroarch/presets/global.glslp.
[INFO] [Shader]: preimpostazione shader globale trovata.

Opzioni rimosse

Rimossa la preimpostazione globale
[INFO] Preselezione dello shader eliminato da /home/user/.config/retroarch/presets/global.glslp.

Rimosso Core Preset
[INFO] Preselezione dello shader eliminato da /home/user/.config/retroarch/presets/Snes9x/Snes9x.glslp.

Rimossa la preimpostazione del contenuto della directory 
[INFO] Preselezione dello shader eliminato da /home/user/.config/retroarch/presets/Snes9x/SNES.glslp.

Rimossa preimpostazione di gioco
[INFO] Preselezione dello shader eliminato da /home/user/.config/retroarch/presets/Snes9x/Legend of Zelda, The - A Link to the Past (USA) .glslp.

Alcune altre cose degne di nota

  • RetroArch WiiU ora ha widget grafici funzionanti. Le notifiche OSD non sono più solo un semplice testo di colore giallo.
  • RetroArch 3DS ora offre supporto di rete e Cheevos (RetroAchievements) di base.
  • Con RetroArch 1.8.7 e overclocking, NeoCD raggiunge la velocità massima su RetroArch PSVita. Anche la riproduzione audio non si interrompe più.

Changelog

  • 3DS: Aggiunto ID per Frodo.
  • 3DS: Abilita networking/cheevos di base.
  • CHEEVOS/BUGFIX: L’apertura dell’elenco dei risultati si arresta in modo anomalo in RetroArch con i badge abilitati (sui nuovi giochi).
  • CHEEVOS: Aggiunta opzione per iniziare una sessione con tutti gli obiettivi attivi.
  • CHEEVOS: Non eseguire l’inizializzazione di cheevos inutili quando i cheevos sono disabilitati. Dovrebbe ridurre i tempi di avvio durante il caricamento del contenuto.
  • OPZIONI CORE: Disattiva “Usa il file delle opzioni principali globali” per impostazione predefinita.
  • DOS/DJGPP: aggiunto il supporto colore a 32 bit per core.
  • GLCORE: Passa al driver video glcore quando richiesto da un core.
  • LINUX/XDG: Utilizzato GenericName correttamente nella voce del desktop.
  • MAC/COCOA: Corretto il tracciamento del cursore del mouse.
  • MENU/MATERIALUI: Consente di aggiungere la modalità di visualizzazione della playlist in stile desktop.
  • MENU/MATERIALUI/DESKTOPVIEW: Durante lo scorrimento delle playlist, mostra le ultime anteprime selezionate in attesa del caricamento della voce successiva.
  • MENU/MATERIALUI: Limitata la velocità di commutazione della scheda quando è attiva la ripetizione dell’input.
  • MENU/OZONE: Corretto l’ordinamento della playlist della barra laterale quando “Tronca nomi playlist” è abilitato.
  • MENU/RGUI: Impostazioni predefinite del menu, velocità di scorrimento predefinita regolata.
  • MENU/RGUI: Abilitato lo sfondo personalizzato quando le dimensioni del menu vengono ridotte a basse risoluzioni.
  • MENU/XMB: Limitata la velocità di commutazione della scheda quando è attiva la ripetizione dell’input.
  • NETPLAY: Correzione delle regressioni introdotte nella versione 1.8.5.
  • RGUI: Aggiunta un’opzione per allungare sempre il menu per riempire lo schermo.
  • WIIU: Abilitati i widget grafici.

Download: RetroArch v1.8.7 (tutte le piattaforme)

Download: Source code RetroArch v1.8.7

Link: Collegamento Patreon

Fonte: libretro.com

(Visited 1 times, 1 visits today)

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *