Home News Rilasciato Psxitarch Linux v2 – una distro per PlayStation 4

[Scena PS4] Rilasciato Psxitarch Linux v2 – una distro per PlayStation 4

534
0

Sono passati 8 mesi dalla primissima versione di Psxitarch Linux, la distro è stata realizzata dal talentuoso team PSXITA (alias PS3ITA) per console PlayStation 4 e PlayStation 4 Pro jailbroken.

Una versione più matura, come descritto dagli stessi autori che ringraziano il developer Marcan per aver portato lo sviluppo di Linux su PlayStation 4 e PlayStation 4 Pro.

Insieme a lui, il team ringrazia anche altri due collaboratori, il developer Masterzorag per aver fatto funzionare i driver amdgpu e il developer Eeply per aver aggiunto il supporto audio via HDMI, il supporto per PlayStation 4 Slim e Pro con accelerazione hardware e altre chicche.

Changelog

  • Psxitarch ora utilizza i nuovi e più performanti driver open-source Amdgpu per l’accelerazione hardware 2D/3D, questi rendono possibile anche l’utilizzo dei driver Vulkan (RADV).
  • Kernel 4.14.93.
  • Nuovo linux loader che dumpa la chiave eap, l’edid, attiva tutte le CU e regola il clock della GPU.
  • Audio funzionante via HDMI.
  • Aggiunto un fix per il WIFI/BT, nonostante questo, il wifi e/o il bluetooth su alcune PS4 potrebbero ancora non funzionare o dare problemi.
  • Aggiunta un opzione nel menù Sistema che permette di montare e accedere in lettura e scrittura all’hard disk interno della PS4. (Per il momento funziona solo sullle PS4 FAT CUH-10xxx e CUH-11xxx).
  • Aggiunto un repository per pacman che verrà regolarmente aggiornato con nuove versioni dei driver grafici e altro..
  • Dopo l’installazione di un nuovo programma non dovrebbe essere più necessario refreshare manualmente il menù.
  • Rimossa la schermata di login, il login verrà effettuato automaticamente.
  • Psxitarch ora tiene in cache solamente i pkg attualmente installati nella distro.
  • Aggiunto Dolphin-emu.
  • Aggiunto Lutris
  • Aggiunto Mvp.
  • Aggiunto Acestream e una semplice GUI in cui è possibile inserire l’indirizzo dello streaming che si vuole visualizzare.
  • Aggiunto Gparted.
  • Sostituito il gestore di rete Wicd con Network Manager.
  • Sostituito l’emulatore ePSXe con PCSXR.
  • Sostituito Midori con Firefox.
  • Sostituito Xnoise con VLC.
  • Se si preferisce, è possibile tramite un opzione cambiare il layout della tastiera tra IT, US, ES, DE, FR
  • Altro..

Installazione

Requisiti

  • Un dispositivo USB (meglio se 3.0 e meglio ancora se ssd) formattato in FAT32 di grandezza non inferiore a 12GB.
  • Hub usb (opzionale).
  • Tastiera.
  • Mouse (se non avete un mouse potete collegare il dualshock 4 e usare il touchpad come mouse ma non è il massimo della comodità).
  • File bzImage (kernel): Download  md5: 20fe8941f2238b35822ea61939f2393d
  • File initramfs.cpio.gz: Download  md5: 7c38ca9c4eaff335ef52cef398ab1278
  • File psxitarch.tar.xz (la distro): Download  md5: 8058d928b9a3f9532d55535e166789f7

[stextbox id=’alert’]Importante: Il dispositivo USB che utilizzerete verrà completamente formattato, tutti i dati presenti al suo interno verranno cancellati!![/stextbox]

  1. Formattate il dispositivo USB in FAT32 (NON EXFAT), se l’installer non riconosce il dispositivo USB usate questo programma per formattarlo: Download
  2. Copiate sulla root del dispositivo USB i file bzImage, intramfs.cpio.gz e psxitarch.tar.xz.
  3. Collegate il dispositivo USB nella PS4.
  4. Collegate mouse e tastiera.
  5. Aprite il web browser e visitate questa pagina https://psxita.it/linux-loader per avviare il payload linux loader (la pagina può essere conservata nella cache se preferite), per chi invece preferisce utilizzare il file bin può prenderlo da qui: Download md5: d5e698431b577bb83638a06cdc0eaf33
  6. Dopo qualche secondo la console dovrebbe riavviarsi, aspettate fino a quando non appare la scritta rescueshell.
  7. Digitate exec install-psxitarch.sh per iniziare l’installazione di psxitarch linux.
  8. Aspettate, dovreste vedere una lunga lista di file che vengono copiati all’interno del dispositivo USB, al termine (dopo circa 25/30 minuti) la distro dovrebbe avviarsi automaticamente. Se non si avvia scrivete exec start-psxitarch.sh.
  9. Enjoy.

La distro non richiede di inserire username e password ma vi serviranno nel caso vorreste ottenere i permessi di root:

username: psxita
password: changeit

Cambiare dimensione VRAM

Il payload di default che trovate alla pagina https://psxita.it/linux-loader setta la Vram a 2GB, se volete settarla a 3GB utilizzate questo payload per avviare Linux: https://psxita.it/linux-loader-vram3, se invece volete settarla a 1GB: https://psxita.it/linux-loader-vram1.

Potete utilizzare il payload che preferite in qualsiasi momento ma durante l’installazione di psxitarch non utilizzate MAI il payload vram3.

[stextbox id=’info’]NOTA: la RAM e la VRAM sono un blocco unico, quindi più vram assegnate e minore sarà la RAM. Fate i vostri conti.[/stextbox]

Problemi conosciuti e possibili soluzioni

  • La distro dovrebbe essere compatibile con tutti i modelli di PS4 ma alcuni monitor e tv con strane risoluzioni potrebbero dare problemi e non visualizzare nulla a schermo, se ne avete la possibilità provate un’altra tv.
  • L’accelerazione grafica su PS4 Pro non è ancora sfruttata appieno.
  • L’hard disk interno per ora viene rilevato solo sui modelli CUH-10xxx e CUH-11xxx.
  • I driver Vulkan RADV non sono ancora stabili (la cosa migliorerà sicuramente con il tempo) in certi emulatori/giochi potrebbero dare problemi o avere performance peggiori degli opengl, mentre in altri migliori (vedi dolphin-emu).
  • Il wifi e il bluetooth potrebbero in alcuni casi crashare (scomparire), nel caso riavviate la PS4, se ancora non dovesse funzionare disattivate la rete e lanciate linux utilizzando la cache. NOTA: Nonostante il fix su alcune versioni di ps4 il wifi e/o il bt potrebbero non funzionare, purtroppo non abbiamo ancora trovato una soluzione valida per tutte le console.
  • In rari casi i dispositivi usb (mouse, tastiera, ..) potrebbero non essere rilevati, nel caso riavviate la console.
  • Potrebbe succedere che dopo l’installazione alcune voci nel menù siano mancanti, per correggere il problema andate in “Jwm Config” e selezionate “Refresh Menu”.

Fonte: psxita.it

Articolo precedente[Scena Switch] Rilasciato Xash3d-switch v1.0.0
Articolo successivo[Scena Switch] Disponibile la versione stabile 2.5.3 del sistema operativo SX OS
Sono Nato nel 1980 e da diversi anni coltivo la passione per tutto ciò che riguarda il mondo dei videogiochi, ho vissuto l'era degli home computer con il Commodore 64 e l'Amiga 500, da sempre appassionato di giochi di ruolo e di titoli di avventura.