Il primo teardown del Super NES Mini mostra componenti simili al Classic NES Mini

Un primo teardown del Super NES Mini mostra componenti simili al Classic NES Mini, questo significa che probabilmente la console potrà eseguire emulatori e Roms attraverso l’applicazione Hakchi2.

Le caratteristiche hardware del Classic NES Mini, che vanta una memoria RAM da 256 MB, e flash NAND da 512 MB permetterebbe di emulare persino i giochi della Wii, inoltre la scheda grafica integrata Mali400MP2 secondo alcune indiscrezioni riuscirebbe a muovere oltre 55 milioni di triangoli al secondo.

Il teardown appare un po’ misero, manca una possibile scheda tecnica, mentre su Reddit un utente ci permette di conoscere le esatte dimensioni del kernel pari a 2,736,128 byte, di poco inferiore al NES Classic da 2,826,240 byte.

(Visited 221 times, 1 visits today)

3 commenti

  1. Vista la potenza richiesta potrebbe essere un’evoluzione la medesima scheda, ma una cosa che non capisco è come fanno a dire che probabilmente sarà avviabile lo stesso hack, se chiudono le vulnerabilità del software, non cambia tutto?

  2. Hahaha grande Fra! lo dissi Io ai tempi dell’uscita mini nes, hanno preso un raspy, hanno usato un OS proprietario, quasi visto che è linux anzi diciamo che è un ngx evoluto, come molti del web hanno fatto un retropie ma questo è su licenza, un case 3D che ne trovi di ogni forma e genere, ed ecco il mini nes che è potente quanto un Wii, come dissi a suo tempo, vedrete che gli cambieranno solo il case e vi proporanno il mini snes e se vabbene con lo stesso hw pure il mini n64 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *