Disponibile la nuova Patreon build di Cemu v1.7.4

Il developer exrap ha rilasciato una nuova versione Patreon dell’emulatore Cemu, riuscendo a migliorare ulteriormente l’emulazione di The Legend of Zelda: Breath of the Wild, bisogna dire che su PC il gioco gira anche meglio che su Switch.

L’ultimo aggiornamento, disponibile in anteprima per chi ha scelto di supportare lo sviluppo dell’emulatore (e dal 9 Aprile al pubblico) permette di emulare tutti i giochi ad una risoluzione di 3840×2160 pixel e 30~60 frame al secondo.

Proprio su Zelda si sono concentrati maggiormente gli ultimi sviluppi, e come dire ‘se riusciremo ad emulare l’ultimo gioco rilasciato su Wii U, riusciremo a farlo con tutti i giochi’.

Allo stato attuale il titolo, anche se presenta ancora delle piccole imperfezioni, può essere giocato dall’inizio alla fine.

Changelog

  • Generale: Aggiunta l’opzione a riga di comando -ud per abilitare la modalità rendering upside-down.
  • Generale: Aggiunta l’opzione profilo di gioco ‘GPUBufferCacheAccuracy’.
  • Generale: Aggiunta l’opzione profilo di gioco ‘disableGPUFence’.
  • Generale: Aggiornati alcuni profili di gioco.
  • CPU/JIT: Revisionato il registro di gestione FPR, riduce il numero di operazioni di caricamento/store.
  • CPU/JIT: Fixato un bug per le ottimizzazioni pericolose che potrebbe portare ad esercizi in virgola mobile ottimizzate a distanza.
  • CPU/JIT: Implementate le istruzioni CREQV, LWBRX.
  • CPU/JIT: Il ricompilatore ora andrà in linea con piccole funzioni.
  • GX2: Migliorato il supporto per occlusion query.
  • GX2: Aggiunto GX2SetVertexSamplerBorderColor().
  • GX2: Corretto un bug in GX2SetPixelSamplerBorderColor().
  • GX2: Supporto sperimentale per texture readback
  • GX2: Aggiunto il supporto per le texture mip-mapped 3D.
  • GX2: L’opzione di dump di debug Shader ora sarà anche il dump shader dalla cache dello shader trasferibili.
  • GX2: Aggiunto supporto per l’attributo vertex nel formato=0x07, nfa=2, signed=0, endian=0.
  • GX2: Corretto un bug che portava al caricamento di pack grafici shader come pixel shader.
  • GX2: Leggermente ottimizzato il backend OpenGL riducendo il numero di chiamate di funzione GL.
  • GX2: Ottimizzata la decodifica e la gestione dei dati di indice (utilizzando SSE2).
  • GX2: Risolto il danneggiamento dei dati che si verificavano in alcune rare circostanze.
  • GX2: Esteso il formato di archivio dello shader per supportare i file di cache più grandi di 4GB.
  • GX2: Gli shader compilati ora possono essere trasferiti nella cache dello shader in multi-threaded (se ARB_parallel_shader_compile è supportato).
  • GX2: I pacchetti grafici ora supportano la sovrascrittura del formato delle texture.
(Visited 158 times, 1 visits today)

3 commenti

  1. Da notare che nell’immagine non è l’emulatore CEMU ma bensì un video visualizzato con Windows Media Player XD. Oltre a questo, si, funziona meglio su PC che su Switch XD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *