Annunciata la beta version di retroArch v1.0.0.3 all’inizio della prossima settimana

Ci siamo, il team Libretro  ha rilasciato un commento via twitter dove si legge tra le righe il rilascio circa la beta version di retroArch e che finalmente si renderà disponibile nei prossimi giorni.

libretro

Lunga attesa questa volta slittata da mesi e mesi di duro lavoro, e che trova l’implementazione di alcuni nuovi emulatori come il BlueMSX e il PPSSPP, riportiamo di seguito tutte le novità che sarà possibile trovare dunque in questa nuova versione tanto attesa.

  • Core PPSSPP.
  • Core fmsx.
  • Core BlueMSX.
  • Core Vectrex.
  • Core Lakka.
  • DSP audio e Video Software Filtri.
  • Blackberry 10.
  • Porte iOS e OSX rivisitati.
  • X-Arcade supporto Tankstick.
  • Rinnovato port Android.
  • Miglioramenti ai core esistenti.

Alcune delle questioni affrontate riguarderebbero nuovi filtri basati sulla CPU, questo per portare, anche su alcune console e palmari di fascia bassa, cioè quelle che non supportano una pipeline programmabile della GPU, più potenza in grado di funzionare a piena velocità con tutti i core.

Filtri Soft Spec

  • Supporto per il multi-threading (che permette alla CPU di utilizzare più di un core per l’elaborazione del filtro).
  • Permette diverse implementazioni SIMD (teoricamente permetterebbe di creare routine ottimizzate SSE2/SSE3/NEON per i filtri).
  • Riscritti tutti i filtri esistenti in C.
  • Implementati nuovi filtri.

Un filtro soft deve preoccuparsi fondamentalmente di supportare due diversi formati di colore da un core libretro, uno di questi viene rappresentato come RGB565, colore a 16 bit, un’altro è XRGB8888.

Se si seleziona un filtro è troverete riportato nel nome “N/A”, questo significa che il filtro appena selezionato non supporta il formato di colore utilizzato dal core.

I filtri soft non funzioneranno per i core Libretro GL come in Mupen64, in questo caso dovrete scegliere di utilizzare shader lì.

Nuovo filtro DSP Spec

Questo nuovo filtro viene portato avanti da molto tempo in retroArch, anche se in realtà non era mai stato veramente implementato, ora trova posto nel menù di sistema.

Caratteristiche principali

  • Supporto multi-threading (proprio come specificato sopra nel filtro soft).
  • Le opzioni per il filtro DSP possono essere forniti attraverso un file di configurazione.
  • Possibilità di impilare i filtri DSP.
  • Diverse implementazioni SIMD della funzione del filtro possono essere incorporate nel filtro stesso, questo permetterebbe di ottimizzare il codice con tecnologie vettoriali come SSE,SSE2, NEON e Altivec tanto per citarne alcune.

Porting PSP

Continuano i lavori su un porting di retroArch per i sistemi PSP, anche se sembra funzionare bene su alcuni core risulta meno potente rispetto agli altri (e di circa la metà di un Raspberry Pi in termini di potenza della CPU).

Questo potrebbe richiedere più tempo per definire bene il progetto, anche se in questo caso si tratta di soli core, attualmente si è arrivati a raggiungere l’emulazione fullspeed sul Gamebatte (almeno per ora), e attraverso un codice personalizzato per la PSP si è riusciti a far funzionare l’emulatore FCEUmm più o meno in fullspeed.

Il developer Squarepusher insieme al suo team stanno decidendo se rilasciare una versione (incompleta) del porting PSP in retroArch 1.0.0.3 , ed in futuro di integrare attraverso gli aggiornamenti il supporto per gli altri core mancanti.

Porting Android

Il porting per Android è stato riscritto da zero, sarà possibile rimappare più facilmente i pulsanti del gamepad grazie ad un menù integrato invece di utilizzar un layout di default.

Molto probabilmente sarà anche possibile decidere se dividere i keymappings in “auto-configurated” per blocco di file di configurazione separati, in questo modo gli utenti saranno in grado di modificarli più facilmente.

Il porting supporterà appieno tutti i filtri DSP ed i filtri soft elencati sopra, verranno affrontati anche alcuni bug succeduti in seguito all’aggiornamento di Android alla versione 4.4, come la nuove restrizioni sulla scrittura nella memoria esterna (che potrebbe influire sui salvataggi di default), ed il ripristino di retroArch dopo che il dispositivo sia entrato in stand-by.

Porting IOS

Lo sviluppatore Ori Kadosh, autore dell’applicazione Controller For All ha aiutato il team per cercare di implementare il controller IFM in retroArch IOS.

Sembra che il team stia cercando una soluzione alternativa all’applicazione gratuita MFi in quanto questa non viene più aggiornata da mesi.

Porting Playstation 3, Xbox 360, Xbox e Wii

Per i porting su console avremmo il supporto per tutti i filtri soft ed i filtri DSP, il developer spera di riuscire a portare il supporto per lo shader in single-pass che in accoppiata ai filtri soft su xbox 360 dovrebbe migliorare la grafica su più punti, mentre nella Wii troviamo il sostegno a più sovrapposizioni.

Blackberry 10/Playbook

Recentemente il team è riuscito ad ottenere un Blackberry 10 (direttamente dalla fabbrica), questo ha dato il via ad un progetto di un porting ufficiale di retroArch. Il supporto multi-touch verrà migliorato ulteriormente, cosi come i driver audio e l’auto-rotazione del dispositivo.

Il developer Squarepusher ha preannunciato nel mese di Agosto la nuova console di gioco open-spec RetroBox, una console che opererà in modo molto simile al modello VCR 3DO e che ospiterà l’emulatore retroArch nativamente, le prime versioni Beta si renderanno disponibili nei primi giorni di Ottobre.

(Visited 64 times, 1 visits today)

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *