Home Microsoft Batman: Arkham Knight ritardato al 2015

Batman: Arkham Knight ritardato al 2015

415
2

Warner Bros rivela un possibile ritardo dell’ultimo capitolo di Batman: Arkham Knight attraverso un trailer dove viene mostrato l’intero arsenale disponibile nella Batmobile.

batman

Il filmato mette in evidenza l’ampia potenza di fuoco montato sulla Batmobile, dove molto probabilmente verrà resa un’ulteriore dimostrazione in occasione dell’expo E3 2014.

Secondo GamesRadar la cavalcata del Cavaliere Oscuro sarà caratterizzato da due modalità: la modalità Pursuit e la Battle Mode. I giocatori saranno in grado di passare dalla modalità standard Pursuit, che dispone di razzi e di un argano di potenza capace di sollevare ponti e ascensori, e un Battle Mode, che prevede una versione “carro armato pesantemente equipaggiato”.

Presentato come il “finale esplosivo” come trilogia dalla Rocksteady, il gioco verrà ora rilasciato su PS4, Xbox One e PC il prossimo anno, secondo un nuovo trailer.

[tube url=http://www.youtube.com/watch?v=7AykgIIWdPM]

Il gioco è stato concepito esclusivamente per le console next gen e, con l’assenza delle limitazione imposte dalle vecchie piattaforme come PS3 o Xbox 360 ha permesso agli sviluppatori di creare un prodotto di altissimo livello.

I filmati di intermezzo sono stati realizzati con il motore di gioco Unreal Engine vantando un realismo senza precedenti,  con nessuna differenza tra i video ed il gioco vero e proprio.

BAK_Sshot019

La città ben cinque volte più grande di quella vista in Arkham City si mostra meno claustrofobica, permettendoci una maggiore libertà di movimento.

BAK_Sshot056_announce

L’avventura punta come da tradizione ad un comparto narrativo di prim’ordine pur senza il supporto dello sceneggiatore storico Paul Dini, scrittore e produttore di diverse storie della serie warner bros e DC Comics.

Articolo precedente[Scena Wii U] Disponibile il nuovo aggiornamento del sistema 5.0.0
Articolo successivo[Scena PSP] PSP va in pensione dopo 10 anni di servizio
Sono Nato nel 1980 e da diversi anni coltivo la passione per tutto ciò che riguarda il mondo dei videogiochi, ho vissuto l'era degli home computer con il Commodore 64 e l'Amiga 500, da sempre appassionato di giochi di ruolo e di titoli di avventura.