Corposo Aggiornamento per Universal Media Server (v3.3.0)

I developers Subjunk & Company hanno rilasciato un nuovo aggiornamento per il loro fantastico homebrew Universal Media Server, che si aggiorna alla versione v3.3.0, apportando importanti novità.media

Per chi non conoscesse questo programma permette di trasmettere in streaming o attraverso la transcodifica di vari formati multimediali su qualsiasi tipo di dispositivo DLNA (supportato da Showtime), permettendo anche di modificare le impostazioni di rete, ma anche le opzioni di transcodifica video.

Changelog

  • Aggiunta l’opzione per attivare/disattivare la visualizzazione del nome del profilo, dopo il relativo nome del server;
  • Aggiunto un messaggio di “warning” nella scheda di stato se la porta UMS è bloccata;
  • Aggiunte voci mancanti all’UMS.conf;
  • Aggiunto il ridimensionamento automatico del video, nel rendere corretti i limiti di risoluzione del FFmpeg;
  • Aggiunta la possibilità di usare gli asterischi per le opzioni di “Force transcoding” e di “Skip transcoding” ;
  • Aggiunta l’opzione di configurazione “itunes_library_path”;
  • Migliorato il rilevamento della sorgente video quando si utilizza MEncoder o FFmpeg;
  • I video saranno gestiti con maggiore compatibilità, anche se non vengono ancora eseguiti file con audio incompatibile;
  • Fixato il supporto per l’uscita a 24-bit FLAC;
  • Risolta la riproduzione dell’audio corretta, se VLC è attivo;
  • Riavvio del server adesso più affidabile;
  • Adesso FFmpeg emetterà un piccolo spazio di colore quando la transcodifica sarà H.26;
  • La cartella di transcodifica, con i relativi files, apparirà prima anziché dopo;
  • Rinominata l’impostazione di configurazione “ffmpeg_font_config” in “ffmpeg_fontconfig”;
  • Rinominata l’impostazione di configurazione “hide_new_media” in “hide_new_media_folder”;
  • Migliorata la compatibilità video sui tv Panasonic;
  • Aggiornata l’immagine Ps3;
  • Aggiornata il logo XBMC;
  • Rinominato “Monitoraggio Avanzato” in “Includi nella cartella New Media”;
  • Risolti piccoli problemi ad alcune lingue;

Per tutte le versioni 3.2.0 e superiori, si consiglia di eliminare il file UMS.conf prima di installare questa versione. Per i soli utenti Windows è possibile scegliere l’opzione “installazione pulita” durante la fase d’installazione.

Di seguito saranno riportati i download per le tre principali piattaforme: Windows, Linux, Mac OS X.

 

(Visited 165 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *