Android: Le App gratuite fanno scaricare la batteria in un batter d’occhio

La Purdue University, università statunitense celebre per la raccolta delle statistiche ha misurato la durata della batteria dei dispositivi Android con EProf.

La statistica, sviluppata in collaborazione alla Microsoft, andrà in futuro a misurare la durata della batteria dei Windows Phone.

Diciamo che i risultati emersi non fanno contenti le persone; quanto a Mountain View, essa alla fine non perde nulla.

Infatti dai dati risulta che:

Prima di tutto il GPS (ed anche il 3G, aggiungiamo noi)  “brucia” tutta la carica del dispositivo.

Per chi non sa di che cosa si tratti, il GPS (global Positioning System, sistema di posizionamento globale) è il dispositivo di geo-localizzazione, che quindi indica dove ci troviamo e ci può guidare a raggiungere un posto, tramite i satelliti.

Quindi è preferibile tenerlo disattivato e accenderlo quando necessario.

Ma torniamo al punto principale dell’articolo, ovvero le App gratuite: esse, non pretendendo soldi agli utenti, prendono la connessione (e dunque la batteria) del dispositivo per trasmettere dati su internet e per scaricare pubblicità  (come i banner che compaiono).

Esse, in globale, consumano la bellezza del 75% della batteria del dispositivo, mentre il restante 25% è usato dal SO con tutte le sue funzioni!

Un dato enormemente pesante, che non fa certo piacere agli utenti.

Quindi, occhio al consumo di batteria, che è, ad oggi, uno dei problemi più frequenti che affligono i fortunati possessori di un cellulare potentissimo!

Stay tuned on MyNewsPortal.iT

(Visited 20 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *