Home Homebrew Rilasciato Wii U RCM Payload Injector v1

[Scena Wii U] Rilasciato Wii U RCM Payload Injector v1

120
0

Il developer GaryOderNichts ha da poco pubblicato un semplice programmino per console Wii U che dovrebbe semplificare il processo di iniezione dei payload.

Questo nuovo tool dovrebbe chiudere il cerchio di hacking che lega la console Wii U alla console Switch e viceversa, questo significa che da ora si potrà hackerare la console Switch con una Wii U e una console Wii U con una Switch.

Per utilizzarlo non bisogna fare altro che copiare un payload e rinominarlo in nxpayload.bin all’interno della scheda SD. Successivamente eseguire il file RPX.

Appena apparirà il messaggio Waiting for device... sulla console Wii U, collegare la console Switch utilizzando una delle porte USB anteriori della console.

Nella misura massima consentita dalla legge applicabile, BiteYourConsole declina ogni responsabilità per quanto riguarda informazioni, software, prodotti e servizi inclusi. Tutte le suddette informazioni sono pubblicate “così come sono” senza garanzia di alcun tipo.

Decliniamo ogni responsabilità per quanto riguarda queste informazioni e per quanto riguarda i software, i prodotti e i servizi inclusi.

BiteYourConsole inoltre non garantisce che questo sistema funzionerà senza incidenti o guasti all’hardware, al software o alla comunicazione.

Gli utenti sono autorizzati ad utilizzare questo sistema solo per scopi legali e degni che sono consoni a tutte le leggi, i regolamenti e le consuetudini accettate in Italia e in qualsiasi altra entità giuridica da cui ci si connette a questo sistema.

Download: Wii U RCM Payload Injector v1

Download: Source code Wii U RCM Payload Injector v1

Fonte: twitter.com

Articolo precedenteManeater ora in regalo su Epic Games Store
Articolo successivo[Scena PS3] Custom Firmware in via di sviluppo per la console PlayStation 3 facenti parte della serie CECH-3000
Sono Nato nel 1980 e da diversi anni coltivo la passione per tutto ciò che riguarda il mondo dei videogiochi, ho vissuto l'era degli home computer con il Commodore 64 e l'Amiga 500, da sempre appassionato di giochi di ruolo e di titoli di avventura.