Rilasciato retroArch v1.9.0

Disponibile un nuovo aggiornamento per il frontend retroArch, la versione 1.9.0 introduce un nuovo menu da dove sarà possibile visionare tutte le playlist sfruttando la cronologia dei metadati per i contenuti dei database Libretro.

Migliorata inoltre la funzione di ricerca all’interno delle playlist e aggiunta una nuova animazione quando si tenta di eseguire un contenuto.

Il team Libretro ha promesso di pubblicare al più presto un articolo sui progressi raggiunti anche dai core esaminando tutti i cambiamenti fondamentali che sono avvenuti dall’ultimo rapporto.

Punti salienti

Menu Esplora per playlist

Si tratta probabilmente della caratteristica clou di questa nuova versione, una sorta di menu da dove è possibile esplorare tutte le playlist.

La nuova voce del menu Esplora sfrutta la cronologia dei metadati dei contenuti dei database Libretro, e consente di cercare/trovare contenuti in base a criteri come:

  • Numero di giocatori
  • Developer
  • Publisher
  • System (console di gioco/piattaforma su cui è stato rilasciato il gioco).
  • Origin (paese di origine in cui è stato sviluppato il gioco).
  • Per anno di rilascio.
  • Per genere.

Nota: Il menu “Esplora” mostra solo i contenuti che sono stati aggiunti alla playlist. Non mostrerà le voci che non sono state ancora aggiunte alla raccolta.

Casi d’uso

Esistono molti modi in cui puoi utilizzare il menu Esplora per trovare ciò che desideri. Ecco qui alcuni di loro:

Granular filtering

Ecco un buon esempio del tipo di potente filtro sensibile al contesto possibile con la voce del menu Esplora.

  • Andare su Esplora.
  • Digitare “super”, retroArch elencherà tutte le voci presenti all’interno della raccolta che presentino “super” all’interno del nome. Verranno visualizzate 219 voci.
  • Ora filtreremo le voci di uno sviluppatore specifico per restringere il campo della nostra ricerca. Andiamo su “Aggiungi Filtro Aggiuntivo” e selezioniamo uno sviluppatore a scelta. Ora su 219 voci, verranno visualizzate solo 25 voci che corrisponderanno a questo criterio (il nome ha “super” nel titolo e proviene da uno sviluppatore specifico).
  • Aggiungiamo un altro filtro per restringere ulteriormente la ricerca. Andiamo di nuovo su “Aggiungi Filtro Aggiuntivo” e questa volta selezioniamo “Per anno di rilascio”, “1993”. Ora ci sono solo 6 voci mostrate che corrispondono a questo criterio (il nome ha “super” nel titolo, proviene da uno sviluppatore specifico ed è stato rilasciato nell’anno 1993).
  • Aggiungiamo un altro filtro. Andiamo su “Aggiungi Filtro Aggiuntivo”, “Regione”, “Europa”). Ora verranno mostrate solo 3 voci che corrisponderanno a questo criterio (il nome ha “super” nel titolo, e proviene da uno sviluppatore specifico, è stato rilasciato nell’anno 1993 ed è stato rilasciato nella regione “Europa”).

Nota: Va detto che in futuro, se si desidera che i metadati vengano aggiornati automaticamente nelle versioni esistenti di RetroArch, è necessario andare su “Aggiorna Online” e selezionare “Aggiorna database”. Dopo questo, potrebbe essere necessario riavviare.

Migliorata la funzionalità di ricerca playlist

Prima, la funzione di “ricerca” incorporata in RetroArch era tristemente inadeguata:

  • L’utente preme il pulsante da RetroPad (oppure “/” sulla tastiera o l’icona di ricerca dell’interfaccia utente in material UI) e inserisce un termine di ricerca.
  • Il puntatore di navigazione salta alla prima corrispondenza.
  • Questo è tutto. Non c’è modo di continuare la ricerca da quel punto o di fare molto di qualcosa, davvero, è principalmente una non funzionalità …

La funzionalità di ricerca ora è stata migliorata come segue:

  • Durante la visualizzazione di una playlist, l’utente preme il pulsante su RetroPad (oppure “/”, ecc..) e inserisce normalmente un termine di ricerca.
  • Questo diventa un filtro, verranno visualizzate tutte le voci corrispondenti.
  • L’utente può quindi eseguire un’altra ricerca per perfezionare ulteriormente i risultati. Un numero arbitrario di filtri può essere impilato in questo modo.
  • Premendo “cancel” si cancella l’ultimo filtro inserito.

Ecco un esempio della funzione di ricerca in azione:

Animazioni dopo il caricamento di contenuti

Aggiunta una nuova opzione, Notifica Avvio “Carica contenuto” in Impostazioni > Mostra sullo schermo > Notifiche sullo schermo. Quando è abilitato, viene mostrata una breve animazione ogni volta che il contenuto viene avviato, ha un aspetto simile a questo:

  • L’animazione è disabilitata quando si esegue un core senza contenuto (ci sono alcuni problemi tecnici sottostanti che lo impediscono).
  • L’animazione è disabilitata durante l’esecuzione di contenuti con core “in-built” (visualizzatore di immagini, lettore musicale/video).
  • L’animazione funziona sia per i contenuti avviati tramite il menu che tramite la riga di comando.

Semplici elenchi a discesa per la rimappatura dei pulsanti

Prima, quando si desiderava rimappare gli input tramite il menu rapido (Menu rapido> Controlli> porta X Controll), l’utente doveva premere sinistra/destra fino alla nausea per selezionare un input principale appropriato per ciascun pulsante del controller. Questo è un po’ snervante e molto scomodo sui dispositivi touchscreen.

In questa nuova versione sono stati aggiunti degli elenchi a discesa per la rimappatura dell’input. Ad esempio:

… l’utente può ora premere OK (o invio con la tastiera o toccare/fare clic sulla voce) per aprire un elenco di input disponibili:

Funziona sia per i tipi di dispositivo controller che per tastiera.

Inoltre:

  • Ora puoi utilizzare il pulsante sul RetroPad per ripristinare (sbloccare) le rimappature della tastiera del controller (quando il tipo di dispositivo è un tipo di tastiera, ovviamente).
  • Corretto un bug per cui premendo in RetroPad su determinate voci si generava una finestra di messaggio senza testo, questo sarebbe invisibile e quindi sembrerebbe ‘appendere’ il menu.

Miglioramenti FFMpeg/lettore video

  • Aggiunta una nuova barra di avanzamento in sovrimpressione al core ffmpeg (incorporato in RetroArch per Windows/Linux). Quando salti avanti o indietro tramite i tasti direzionali o il D-pad, vedrai questa interfaccia apparire per un breve periodo di tempo.
  • Potrebbero verificarsi blocchi durante la riproduzione di video se un’operazione di ricerca in avanti portasse la posizione di riproduzione di destinazione oltre la fine del file. Abbiamo aggiunto la seguente soluzione alternativa: le operazioni di ricerca sono limitate a un punto 1 secondo prima della fine del file e se l’utente tenta di cercare oltre la fine, la riproduzione del file verrà riavviata dall’inizio.
  • Corretti diversi grossi problemi di memoria all’apertura dei video.

iOS/tvOS Metal Renderer

RetroArch su dispositivi iOS/tvOS ora supporta l’API grafica Metal di Apple. Il supporto dello shader slang è già implementato e tutti i core renderizzati dal software dovrebbero funzionare.

Attualmente la build iOS/tvOS verrà impostata su OpenGL per impostazione predefinita a causa di alcuni problemi in sospeso che devono ancora essere corretti:

  • Gli shader slang degradano notevolmente le prestazioni sulla maggior parte dei core.
  • Quando l’audio viene interrotto, non riprende con il renderer Metal (OpenGL sembra ok).

Altri miglioramenti generali del menu

  • Il menu RGUI ora mostra le impostazioni booleane come un “interruttore a levetta” se hai attivato l’impostazione “Mostra icone interruttori” (Impostazioni -> Interfaccia utente -> Aspetto).
  • In precedenza, RetroArch aveva la cattiva abitudine di reimpostare il cursore di selezione alla prima voce nel menu dopo essere tornato da quasi tutti gli elenchi di valori selezionabili per un’impostazione. Ad esempio, se vai su Impostazioni -> Driver -> Audio e cambi il driver audio (o premi Indietro), il cursore di selezione verrà reimpostato sulla prima voce del menu Driver invece che sulla voce Audio da dove eravamo originariamente. Questo è stato corretto ora.
  • Le persone in precedenza si lamentavano del fatto che fosse possibile impostare i driver su “null” necessari per il funzionamento di RetroArch, come “Menu” e “Video”. Ora non è più possibile impostare un driver su “null” a meno che non sia disponibile alcun driver per questo tipo.
  • MaterialUI – La schermata Playlist ora mostra le icone del sistema associato.
  • Separate le tre voci Scansione della Directory/Scansione dei File/Scansione Manuale e spostate in un sottomenu chiamato “Importa contenuto”. Non vengono più visualizzati in alcun menu di “livello superiore”. Ciò riordina la schermata della playlist.
  • Ora è possibile nascondere/abilitare selettivamente le notifiche dei widget di diversi tipi. Ad esempio, i messaggi di configurazione automatica, i popup di animazione del caricamento del contenuto, le notifiche dei cheat code, le notifiche di avanzamento rapido, le indicazioni degli screenshot e altro possono essere configurati individualmente. Non è più necessario disabilitare del tutto i widget se non ti piace nessuno degli elementi dell’interfaccia utente del widget, ora puoi semplicemente scegliere di disabilitare il widget che non ti piace.
  • (Solo Windows) Miglioramenti all’elenco a discesa della risoluzione dello schermo: non include più voci duplicate multiple.

Miglioramenti di I/O/memoria file

Spesa una notevole quantità di tempo per ridurre l’ingombro della memoria di RetroArch e ridotto il sovraccarico di I/O del disco durante operazioni umili come il caricamento di un file di configurazione o di una playlist all’interno di RetroArch.

Changelog

  • 3DS: Corretto il crepitio del suono durante la pausa.
  • ANDROID/VIBRAZIONE: Corretto il problema della “vibrazione alla pressione dei tasti” che non aveva alcun effetto sui dispositivi Android, che si verificava perché solo il tempo/forza di spegnimento era definito in quella che avrebbe dovuto essere una coppia di valori off/on.
  • AUTOCONFIG: Il programma ora si assicura che venga utilizzata la directory corretta durante il salvataggio dei profili di configurazione automatica.
  • BLUETOOTH: Aggiunto un driver Bluetooth (solo Lakka per ora).
  • CHEAT: Corretto il numero errato di corrispondenze di ricerca cheat rimanenti su alcune macchine.
  • CHEEVOS: Aggiunta un’opzione per riprodurre il suono allo sblocco degli obiettivi.
  • CHEEVOS: Aggiornamento alla versione 9.1 di rcheevos.
  • CHEEVOS: Ripristinata la visualizzazione degli obiettivi sbloccati nelle modalità hardcore.
  • CHEEVOS: Dati memorizzati nel buffer quando disponibili.
  • CHEEVOS: Corretto il “Salvataggio automatico dello stato blocca RetroArch mentre Cheevos è abilitato”.
  • OPZIONI PRINCIPALI: Premendo OK (o facendo clic/toccando) su un’opzione principale di “attivazione/disattivazione booleana” non si apre più un elenco a discesa. Il valore ora cambia direttamente, proprio come le opzioni booleane in qualsiasi altra parte del menu.
  • OPZIONI PRINCIPALI: L’attivazione di un’opzione che cambia il numero di opzioni principali visualizzate (cioè cose come `Mostra impostazioni audio/video avanzate) non reimposta più il puntatore di navigazione all’inizio dell’elenco.
  • OPZIONI PRINCIPALI: Prima, RetroArch identificava i valori delle opzioni principali come “booleani” se avevano etichette corrispondenti alle stringhe specifiche abilitate o disabilitate. La maggior parte degli sviluppatori di core si attengono a questo, ma non sempre … Di conseguenza, a volte ci ritroviamo con valori erroneamente identificati, con tutti i tipi di stringhe Enabled, Off, True, ecc.. che sporcano il menu, al posto di interruttori a levetta appropriati. Tutte le etichette dei valori di tipo booleano ora vengono rilevate e sostituite con stringhe standard ON/OFF.
  • CLI: Aggiunta una nuova opzione della riga di comando –load-menu-on-error.
  • CRT: Aggiustamenti per portico CRT al volo: Queste modifiche consentono a un utente di regolare il modo in cui l’algoritmo di portico genera l’uscita 15 khz/31 khz. Dando la possibilità di cambiare sopra/sotto scansione.
  • CONFIG FILE: Ottimizzata l’analisi dei file di configurazione.
  • D3D9/D3D11: Corretti gli interruttori del driver D3D9/D3D11 avviati dal core.
  • DRIVER: Implementata la protezione per evitare di impostare driver critici sul nulla, impedendo così all’utente di chiudersi fuori dal programma.
  • EMSCRIPTEN: Corretto il codice di input per ignorare le chiavi sconosciute.
  • FFMPEG CORE: Impedisce la ricerca oltre la fine dei file (correzione blocco).
  • FILE I/O: Le interfacce VFS e NBIO ora useranno fseek/ftell a 64 bit ove possibile, dovrebbero consentire la lettura/scrittura su file più grandi di 2 GB.
  • MAPPATURA/RIMAPPATURA INPUT: Aggiunti elenchi a discesa di rimappatura input.
  • IOS: Versione iOS 6 corretta.
  • IOS: Nascondi l’indicatore Home in quanto oscura il contenuto troppo frequentemente.
  • IOS/METAL: Il driver video Metal ora funziona su RetroArch iOS.
  • IOS/METAL: Aggiunto supporto per l’acquisizione di metriche video per supportare le interazioni touchscreen corrette.
  • LOCALIZZAZIONE: Aggiornamenti per diverse lingue (sincronizzati da Crowdin).
  • MEMORIA/LINUX/ANDROID: Corretta la segnalazione di memoria libera.
  • MEMORIA/WINDOWS: Corretta la segnalazione di memoria libera.
  • MENU: Limite di selezione INT/UINT ingrandito da 999 a 9999.
  • MENU: Corretto il cursore forzato alla prima voce dopo la visualizzazione degli elenchi.
  • MENU: Reso visibile l’opzione Font di notifica quando i widget grafici sono abilitati.
  • MENU/RGUI: Aggiunte icone opzionali di “interruttore a levetta”.
  • MENU/WIDGET: Aggiunta un’animazione di feedback di avvio basata su widget opzionale “carica contenuto”.
  • MENU/WIDGET: Resa visibile l’opzione della dimensione del carattere di notifica quando i widget grafici sono abilitati.
  • ODROID GO ADVANCE: Driver video – Corrette le condizioni di gara con la richiamata RGUI.
  • PLAYLIST: Modificate le playlist per utilizzare array dinamici. Invece di un’allocazione di memoria iniziale fissa di 12 MB (99999*128 byte (su un arco a 64 bit), utilizza un array in crescita dinamica.
  • ELENCHI DI RIPRODUZIONE: Percorsi della directory del contenuto di base dell’elenco di riproduzione – playlist portatili.
  • PLAYLIST/RICERCA: Migliorata la funzionalità di ricerca delle playlist.
  • PLAYLIST/DATABASE: Aggiunto il menu “Esplora”.
  • PLAYLIST/DATABASE/EXPLORE: Mostra le icone di sistema nel menu Esplora.
  • PS2: Migliorato il limitatore di FPS.
  • RUNAHEAD: Impedisce la disabilitazione permanente di Runahead quando si verifica un errore
  • SCANNER: Aggiunti altri codici regionali per il rilevamento dei giochi GameCube/Wii.
  • SHADERS/SLANG: Parametri, texture e passaggi massimi dello slang aumentati.
  • FILTRI VIDEO/BLARGG: Reso personalizzabile il filtro Blargg_snes.
  • WINDOWS/RAWINPUT: Corrette le chiamate non valide a dinput_handle_message quando il driver di input non è impostato su dinput.
  • X11: Aggiunto il supporto per il lightgun.

Download: RetroArch v1.9.0 (tutte le piattaforme)

Download: Source code RetroArch v1.9.0

Link: Collegamento Patreon

Fonte: libretro.com

(Visited 1 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *