Andrew House ritiene poco redditizio continuare lo sviluppo su Playstation Vita

Durante una recente intervista,il CEO di Sony Interactive Entertainment, Andrew House, ha ribadito ancora una volta la propria posizione riguardo lo sviluppo su Playstation Vita.

La società vede poco redditizio il mercato delle console portatili, visto il dominio di Nintendo e il dilagarsi dei dispositivi mobile con Smartphone e Tablet dai costi sempre più contenuti.

La prima console portatile Sony, Playstation Portable o per come la conosciamo PSP ha venduto circa 80 milioni di unita in poco meno di 10 anni, mentre Playstation Vita non è riuscita a replicare lo stesso successo soffermandosi ad appena 15 milioni di unità in 5 anni dal suo debutto.

Durante una parte dell’intervista, e alla richiesta se Sony potrebbe aver cambiato opinione in vista del successo ottenuto dalla console Nintendo Switch, Andrew House ha risposto:

Il dispositivo messo a punto da Nintendo appare come una console ibrida, il ché ha un approccio e una strategia diversa. Non abbiamo visto una cosi grande domanda al di fuori del mercato giapponese.

Vogliamo focalizzarci su di un’esperienza di gioco altamente connessa e anche accoppiata ad avere una vasta gamma di altre esperienze di intrattenimento per raggiungere più persone sul grande schermo della famiglia.

(Visited 144 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *