[Impariamo a programmare] Corso base di programmazione lezione 3

Buongiorno amici, e benvenuti alla mia terza lezione sul corso base di programmazione, oggi parleremo di strutture di controllo, ma riepiloghiamo giusto nella precedente lezione abbiamo visto come un algoritmo si può esprimere mediante linguaggio naturale ( pseudocodifica ) o diagrammi di flusso ( descrizione grafica, avremo modo di parlarne in modo più approfondito nelle prossime lezioni. )

binary2

Le strutture di controllo hanno lo scopo di comporre le istruzioni. Definiscono cioè l’odine con cui le istruzioni devono essere eseguite.

Le strutture di controllo fondamentali sono :

  • Sequenza
  • Selezione
  • Iterazione

La sequenza ci permette di comporre ed eseguire le istruzioni una di seguito all’altra e naturalmente come vengono scritte, vengono eseguite.

La selezione binaria invece è una struttura di controllo che ci permette la scelta tra due istruzioni sulla base di una espressione booleana o condizione, la condizione è una espressione che restituisce un valore booleano, ovvero un valore che può essere o vero o falso, se vero vengono eseguite delle istruzioni mentre se falso ne vengono eseguite altre.

Un costrutto potrebbe essere:

Se (if) condizione ( a < b ) allora ( b = max ) altrimenti ( else )  ( a = max ) Fine

La struttura di controllo relativa alla iterazione si suddivide in due parti:

  • Iterazione a condizione iniziale, essa ci permette di eseguire una o più istruzioni sotto il controllo di una espressione booleana o condizione e verranno eseguite istruzioni fintanto che la condizione risulti essere vera.

Un costrutto potrebbe essere: mentre condizione…….fine

  • Iterazione a condizione finale, a differenza di quella a condizione iniziale ci permette di eseguire una o più istruzioni sotto il controllo di una espressione booleana o condizione e verranno eseguite istruzioni fintanto che la condizione risulti essere in questo caso falsa.

Un costrutto potrebbe essere: esegui istruzione finché condizione fine

Oggi abbiamo visto le strutture di controllo, nella prossima lezione parleremo di diagrammi di flusso, chiamati anche flow-chart, se avete domande o semplicemente mettere a confronto anche le vostre conoscenze  potete lasciare messaggi alla news, a presto.

(Visited 19 times, 1 visits today)

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *