La beta di iOS 11 diventa pubblica

Apple ha reso disponibile pubblicamente il link per il download della seconda beta di iOS 11, a pochi giorni dal suo rilascio e resosi disponibile dapprima per i soli sviluppatori iscritti al programma.

Numerose le nuove funzionalità presenti in questo attesissimo aggiornamento, il primo tra tutti la funzione che ci permetterà di sincronizzare i messaggi attraverso iOS e macOS, ad esempio se si cancella un messaggio sul dispositivo iPhone o iPad, questo si rifletterà anche sul proprio Mac attraverso iCloud.

Apple Pay è anche in espansione per includere pagamenti personali a soggetti singoli, iOS 11 introdurrà una Apple Pay Cash Card, in cui gli utenti memorizzeranno i fondi ricevuti dalle transazioni peer-to-peer. Questi soldi potranno essere trasferiti successivamente al proprio conto bancario personale.

Anche l’assistente digitale Siri riceverà un corposo aggiornamento in iOS 11, diventando di fatto ancora più intelligente. L’apprendimento on-device permetterà a Siri di capire meglio quello che si sta cercando. Inoltre l’assistente sarà in grado di sincronizzarsi con tutti i dispositivi Apple di un utente con crittografia end-to-end.

Siri sarà anche in grado di tradurre in modo istantaneo una lingua, una caratteristica chiamata ‘translate’ disponibile al lancio in beta dall’inglese in Cinese, Francese, Tedesco, Italiano e Spagnolo.

Per quanto riguarda la Fotocamera, iOS11 introdurrà il supporto per la compressione video HEVC per ridurre le dimensioni fino a due volte i video in H.264, l’app Fotocamera viene inoltre migliorata per catturare immagini di qualità maggiore, anche in condizioni di scarsa luminosità, viene migliorata la stabilizzazione ottica dell’immagine oltre al flash True Tone e HDR.

La seconda beta include comunque delle correzioni, ora il pulsante bluetooth all’interno del Centro di controllo funziona correttamente, sono stati introdotti anche diverse opzioni per la modalità “non disturbare durante la guida”.

Correzioni anche per il rilevatore di dati dal touch 3D (numeri di telefono, indirizzi e così via), il telefono non si blocca più quando si elimina una segreteria telefonica e le applicazioni oltre 100 MB non verranno più scaricate tramite una connessione cellulare.

Diverse le funzioni introdotte anche su iPad, come il drag and drop a livello di sistema e, per la prima volta in un sistema operativo iOS, un File Manager che porterà una migliore gestione dei file.

Purtroppo le note di rilascio evidenziano ancora la presenza di diversi bug più o meno noti, come un pop o un suono inaspettato quando si cerca di riavviare l’iPhone 7 o la notifica SOS che si spegne anche se l’allarme SOS viene annullato.

(Visited 63 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *