I0n1c torna a far parlare di se. L’autore dell’exploit che permise il  jailbreak di iOS 4.2.1 mostra tre immagini di un iPad 2 con cydia istallato su iOS 5.1. Non è ben chiaro che tipo di jailbreak possa essere ,anche se immaginiamo che sia di tipo tethered e quindi con la necessità di collegare il dispositivo al pc-mac ogni volta che andiamo a riavviarlo. La notizia che fa ben sperare è che i0n1c è riuscito a trovare un’exploit utilizzabile su iPad 2 col nuovo iOS istallato.

Tutti conoscerete sicuramente il servizio iTunes Match, un servizio di streaming che permette di ascoltare i brani presenti nella propria libreria su qualsiasi altro dispositivo collegato al nostro account senza che esso sia fisicamente presente su di esso. Come ben sapete al momento questo servizio non è disponibile nel nostro paese, a causa di una serie di ritardi dovuti al mancato accordo di Apple con la SIAE, Società Italiana degli Autori ed Editori. Sembra però che qualcosa si stia muovendo, infatti la SIAE sta ancora trattando con Apple per trovare un accordo che tuteli entrambi le parti.

Oggi è arrivata la notizia su un sito giornalistico famoso che il famoso hacker GeoHot, è stato arrestato per possesso di Marijuana nella cittadina in Sierra Blanca, una piccola città in cui sono state arrestate persone famose per il possesso pot, tra cui il cantante country Willie Nelson, e il rapper Snoop Dogg.

 

In questi giorni Pod2g è tornato sulla scena iDevices dicendo di aver iniziato a lavorare sul nuovo iOS 5.1. Il coder ha rilasciato un post dove spiega le varie caratteristiche per ottenere il jailbreak untethered in tempi brevi. Chiede aiuto a tutti noi per arrivare ad una soluzione che faccia felici un po’ tutti , spiegando il duro lavoro che si cela dietro al lavoro per arrivare al jailbreak.

Il post è abbastanza comprensibile da tutti noi anche se vengono usati dei termini a noi sconosciuti.

E’ costata 51 mila dollari, la patch che ha raggiunto chrome in questi giorni. Se vi siete persi qualche passaggio, vi ricordiamo che in questi giorni si è svolto a Vancouver, il Pwn2Own, manifestazione dedicata a tutti gli hacker alla ricerca di vulnerabilità dei vari browser. Alla fine della manifestazione non se ne è salvato neanche uno, tutti riportavano delle vulnerabilità, compreso Chrome. Google aveva promesso 60.000 dollari a chi riusciva a trovare una vulnerabilità nel suo browser.

Alla fine Google ha dovuto…