E’ stata da poco rilasciata la versione windows del jailbreak untethered dei processori A5, ma in formato CLI, consigliamo a tutti di eseguire la procedura solo nel caso non vogliate attendere ulteriormente anche se potrete riscontrare dei problemi.

A fare l’annuncio è stato direttamente Musclenerd tramite twitter.

Vi ripetiamo di eseguire la procedura solo nel caso non vogliate attendere qualche ora per avere la versione semplificata del tool.

Di seguito la guida:

In rete, dopo la chiusura improvvisa di megaupload, sembra si sia scatenata una vera e propria rivolta. Rivolta contro le leggi che il governo americano sta discutendo in questo periodo, le oramai famose SOPA-PIPA.

Il 23 Gennaio sembra che sia stato indetto il primo sciopero della rete, infatti siti come Google, Facebook, Twitter, Amazon si sono uniti nella NetCoalition (organizzazione contro tali leggi) per mandare un chiaro segnale all’ America.

Uno dei blog più seguiti per la libertà di espressione in rete (Boing Boing) ha rilasciato una dichiarazione veramente interessante e di sicuro impatto mediatico:

Fra poche ore sarà rilasciato il tanto atteso jailbreak untethered per iPhone 4S e iPad 2, pod2g ha voluto farci sapere come si chiamerà il tool che permetterà lo sblocco dei devices: sarà Absinthe

Queste le parole del coder:

So che l’attesa è stata lunga, troppo lunga, ma sta per finire! Potrete sbloccare il vostro dispositivo nel giro di qualche ora…..

Ogni giorno sembra quello buono per il vero e proprio rilascio del jailbreak untethered dei nuovi processori A5, grazie al lavoro del “dream team” insieme a pod2g sono a risolvere gli ultimi piccoli dettagli prima del rilascio ufficiale.

Ma andiamo a vedere il programma che eseguirà il jailbreak, leversione di firmware compatibili e le eventuali date del rilascio.

L’annuncio arriva come un fulmine a ciel sereno in queste giornate di gran freddo, Megaupload insieme a Megavideo è stato oscurato dalla FBI, il sito è stato accusato di aver violato le normali norme anti-pirateria che oramai tutti conosciamo.

In rete si sta scatenando una vera e propria protesta contro questa scelta, in quanto il sito di condivisione di file era uno dei siti più conosciuti, e risulta fra le varie classifiche mondiali al 13′ posto dei siti più importanti nella rete.

L’accusa delle autorità americane è molto forte, in quanto imputano al sito la perdita di ben 500 milioni di dollari per lo scambio illegale di materiale protetto da copyright.

Naturalmente sono scattate anche le…

Era stato presentato come l’evento sul mondo dell’istruzione e così è stato, Apple ha detto basta ai libri pesanti che un ragazzo si deve portare dietro tutti i giorni, ha detto basta ha decine di annunci  nelle segreterie universitarie per capire quando e a che ora ci saranno i corsi, e ha creato un mondo scolastico fatto solo dai “nostri” iDevices.

Il protagonista dell’evento è risultato l’iPad, ma andiamo a vedere tutte le novità iniziando da…