Home Emulatori Rilasciato DREAMM v3.0b18, l’emulatore per i classici giochi di avventura SCUMM

Rilasciato DREAMM v3.0b18, l’emulatore per i classici giochi di avventura SCUMM

87
0

Pubblicato un nuovo aggiornamento beta per la versione 3.0 di DREAMM, l’emulatore ci permette di eseguire i classici giochi di avventura SCUMM della LucasArts su PC Windows, MacOS e Linux.

DREAMM è un acronimo retroattivo che sta per DOS, Retro-, Emulation, Arena for, Maniac, Mansion (e altri giochi LucasArts).

Le principali novità e correzioni di questa versione includono l’aggiornamento della documentazione per riflettere le nuove funzionalità e la risoluzione di vari bug.

Corretta la perdita di texture cambiando risoluzioni in “Infernal Machine”, l’apertura vuota delle caselle combinate con pochi elementi e l’installer del Roland upgrader per “Day of the Tentacle”.

Corrette inoltre le bitmap RGB basate su bitfield in Windows (migliorando la modalità finestra di “Behind the Magic”), la mancanza di controllo del guadagno usando sound fonts, la rilevazione degli add-on e il crash dell’interfaccia utente quando si utilizzavano grafiche personalizzate e si usciva dal gioco.

Seguono altre correzioni per un bug che poteva danneggiare la memoria durante il rendering dei font in alcuni casi limite, la configurazione del joystick che non funzionava con assi asimmetrici, il messaggio mancante di WinHelp che poteva essere invocato ripetutamente fino al crash di DREAMM, e le tracce audio CD vuote leggendo da un’immagine CD ZIP.

Inoltre, è stata aggiunta una logica per CRC di un intero file in casi di corrispondenza dei primi 2MB, mentre è stata rimossa la configurazione audio per “Monkey CD” e “Loom CD” (ora predefiniti a AdLib), e lo shader CRT è stato modificato per evitare artefatti sui sistemi basati su Apple Silicon.

Giochi supportati

Mentre DREAMM è nato focalizzandosi sui giochi SCUMM, ha successivamente ampliato il suo campo d’azione per includere qualsiasi gioco LucasArts, inclusi alcuni giochi non LucasArts ma correlati a LucasFilm.

Questo include ovviamente tutti i giochi SCUMM originali:

  • Maniac Mansion (1987).
  • Zak McKracken & the Alien Mindbenders (1988).
  • Indiana Jones and the Last Crusade: The Graphic Adventure (1989).
  • Loom (1990).
  • The Secret of Monkey Island (1990).
  • Monkey Island 2: LeChuck’s Revenge (1991).
  • Indiana Jones and the Fate of Atlantis (1992).
  • Day of the Tentacle (1993).
  • Sam & Max Hit the Road (1993).
  • Full Throttle (1995).
  • The Dig (1995).
  • The Curse of Monkey Island (1997).

Più i successivi giochi d’avventura con il motore GrimE:

  • Grim Fandango (1998).
  • Escape from Monkey Island (2000).

Diversi giochi di Star Wars della metà degli anni ’90 e CD multimediali:

  • Star Wars: Rebel Assault (1993).
  • Star Wars: X-Wing (1993).
  • Star Wars Chess (1993).
  • Star Wars: TIE Fighter (1994).
  • Star Wars: Rebel Assault II: The Hidden Empire (1994).
  • Star Wars Screen Entertainment (1994).
  • Star Wars: Dark Forces (1995).
  • Star Wars: Making Magic (1996).
  • Star Wars: Shadows of the Empire (1996).
  • Star Wars: Yoda Stories (1996).
  • Super Star Wars (prototipo non pubblicato) (1996).
  • Star Wars: Jedi Knight: Dark Forces II (1997).
  • Star Wars: Jedi Knight: Mysteries of the Sith (1998).
  • Star Wars: Behind the Magic (1998).
  • Star Wars: Episode I Insider’s Guide (1999).

Alcuni giochi d’azione di Indiana Jones:

  • Indiana Jones And The Temple Of Doom (1989).
  • Indiana Jones and the Last Crusade: The Action Game (1989).
  • Indiana Jones and the Fate of Atlantis: The Action Game (1992).
  • Indiana Jones and His Desktop Adventures (1996).
  • Indiana Jones and the Infernal Machine (1999).

L’intera gamma di giochi di simulazione di combattimento della fine degli anni ’80 / inizio anni ’90:

  • PHM Pegasus (1988).
  • Battlehawks 1942 (1988).
  • Strike Fleet (1988).
  • Their Finest Hour: Battle of Britain (1989).
  • Secret Weapons of the Luftwaffe (1991).

E i seguenti giochi vari:

  • Pipe Dream/Pipe Mania (1989).
  • Night Shift (1990).
  • MasterBlazer (1992).
  • Afterlife (1996).
  • Mortimer and the Riddles of the Medallion (1996).
  • Outlaws (1997).

Quasi tutti questi giochi esistono in una varietà di edizioni, lingue e versioni diverse, comprese le versioni demo (o almeno, tutti quelli che giravano su DOS, Windows o FM-Towns).

Novità della versione 3.0

DREAMM 3.0 è una versione importante con molti aggiornamenti e miglioramenti. Ecco una lista ad alto livello delle migliorie visibili all’utente:

  • Supporto per tutti i rimanenti giochi DOS di LucasArts/LucasFilm.
  • Migliore supporto per i Windows a 16 bit per installatori e screensaver.
  • Supporto per pacchetti di espansione e aggiornamenti per la maggior parte dei giochi.
  • Uscita video con OpenGL, incluso il supporto per la simulazione CRT.
  • Maggior coerenza nei giochi DOS grazie a una modalità di esecuzione fissa.
  • Molte nuove funzioni implementate nel BIOS di sistema, BIOS video, DOS e Windows.

Miglioramenti all’interfaccia frontend:

  • Aspetto migliorato, con grafica ad alta risoluzione e leggere animazioni.
  • Selezione dei giochi scorrevole con supporto alla ricerca tramite digitazione.
  • Supporto diretto per l’installazione di giochi multi-disco.
  • Interfaccia di configurazione per gioco migliorata.
  • Opzioni di configurazione avanzate per la velocità della CPU e la rimappatura del joystick.

Tecnologie utilizzate da DREAMM

DREAMM utilizza pacchetti esterni per gestire alcune parti complesse. Questi sono tutti inclusi in DREAMM stesso, quindi non è necessario installare altro.

DREAMM è costruito con le seguenti librerie:

  • YMFM (licenza BSD) per l’emulazione audio FM in SoundBlaster e FM-Towns
  • RtMidi (licenza MIT) per l’accesso alle porte MIDI su diverse piattaforme
  • zlib (licenza zlib) per la compressione/decompressione dei formati di file ZIP e PNG
  • minivorbis (licenza MIT) per il supporto OGG Vorbis
  • fmtlib (licenza MIT) per la compatibilità std::fmt
  • FreeType (licenza FreeType) per il rendering dei font TrueType

Inoltre, DREAMM include le seguenti librerie dinamiche, non modificate:

  • SDL2 (licenza zlib) per grafica e suono cross-platform
  • Munt (licenza LGPL 2.1) per l’emulazione del Roland MT-32

Il codice rimanente, inclusa l’emulazione x86 core, l’emulazione dei chip sonori rimanenti, l’emulazione delle schede video e di altre periferiche, oltre all’emulazione dei sistemi operativi DOS, Win32 e FM-Towns, è stato sviluppato autonomamente ed è nativo di DREAMM.

Download e installazione

Gli utenti possono sempre scaricare l’ultima versione ufficiale di DREAMM dal sito https://aarongiles.com/dreamm.

Le versioni beta, se disponibili, possono essere trovate su https://aarongiles.com/dreamm/beta.

Installazione su Windows

DREAMM viene rilasciato per Windows in due forme:

  1. Installer Windows EXE: Questa è la modalità più semplice per installare DREAMM su un computer Windows. È sufficiente scaricare il file EXE e fare doppio clic per eseguire l’installer. Contiene sia le versioni native per Intel che ARM di DREAMM e installerà automaticamente quella appropriata per il sistema.

Nota: L’installer per Windows richiede privilegi amministrativi per posizionare i file di DREAMM nella cartella Program Files e per creare collegamenti nel menu Start, quindi l’utente deve essere pronto a concedere il permesso per procedere.

Attenzione: È possibile che il sistema SmartScreen di Microsoft possa visualizzare un avviso come quello di seguito quando si tenta di avviare l’installer. In tal caso, basta fare clic sul link “Maggiori informazioni”, che rivelerà il pulsante “Esegui comunque”, e quindi fare clic su quest’ultimo per procedere. SmartScreen si basa sulla reputazione, quindi con il tempo questa avvertenza dovrebbe diventare meno comune.

  1. Pacchetti ZIP per Windows: In alternativa, il rilascio di DREAMM per Windows è disponibile anche in due file ZIP, uno per le macchine basate su Intel e uno per le macchine basate su ARM. L’utente deve scaricare quello appropriato per il proprio sistema (molto probabilmente la versione Intel o x64) ed estrarre il contenuto del ZIP in una cartella. Da lì, è possibile fare doppio clic ed eseguire DREAMM senza ulteriori procedure di installazione.

Installazione su macOS

Su macOS, esiste solo un’opzione di download:

  1. File DMG per macOS: Per gli utenti Mac, DREAMM viene offerto come un file immagine disco compresso, o file DMG. L’utente deve semplicemente scaricare il file e fare doppio clic per montarlo sul sistema. Una volta fatto ciò, si aprirà una finestra in Finder che assomiglierà a quella mostrata a destra. A questo punto, ci sono due opzioni. L’utente può eseguire DREAMM direttamente facendo doppio clic sull’icona di DREAMM, oppure può trascinare l’icona di DREAMM nella cartella Applicazioni per installarlo lì. L’applicazione DREAMM per macOS è fornita come un binario universale che contiene sia le versioni native per Intel che ARM, quindi dovrebbe funzionare senza problemi su entrambi i sistemi.

Installazione su Linux

Le versioni per Linux vengono distribuite come semplici file archivio tar compressi (.tgz), con file di rilascio separati per ogni piattaforma, x64 o ARM64.

Una volta scaricato il file, è sufficiente eseguire il comando tar -xzvf nomefile.tgz per estrarre il contenuto e quindi eseguire il file dreamm incluso per avviare DREAMM.

Se non sono già installate le librerie SDL o libcurl, è necessario installarle utilizzando gli strumenti supportati dalla propria distribuzione.

Inoltre, se è presente il pacchetto xdg-utils, l’utente potrà fare clic su link a pagine web o cartelle locali nell’interfaccia utente, il che può risultare molto utile.

Data Files

DREAMM utilizza la libreria SDL per selezionare la posizione preferita per l’archiviazione dei dati di configurazione e dei giochi installati. Solitamente, questa posizione è sotto la directory utente:

  • Su Windows, è possibile trovarla qui: C:\Users<username>\AppData\Roaming\Aaron Giles\DREAMM
  • Su macOS, dovrebbe essere qui: /Users/<username>/Application Support/Aaron Giles/DREAMM
  • Su sistemi Linux, il percorso predefinito è: /home/<username>/.local/share/Aaron Giles/DREAMM

Alla radice di questa cartella, DREAMM mantiene un file config.json che contiene informazioni sulle opzioni di configurazione, posizioni delle finestre, ecc.. Se, per qualche motivo, le cose si complicano molto, è possibile tentare di eliminare questo file.

DREAMM crea anche diverse sottocartelle in questa directory:

  • Una cartella install per contenere i dati di installazione (a meno che non sia stata configurata in modo diverso).
  • Una cartella gamefiles per contenere i file scritti dai giochi.
  • Una cartella sounddata per contenere SoundFonts e/o file ROM MT-32
  • una cartella screenshots per contenere eventuali screenshot fatti all’interno del gioco

Modalità Portatile

Se l’utente preferisce che DREAMM conservi tutti i dati e i giochi installati accanto all’eseguibile di DREAMM, anziché in una delle posizioni sopra elencate, può farlo creando un file config.json vuoto accanto all’eseguibile di DREAMM.

Quando DREAMM viene avviato, verifica se è presente un file config.json accanto all’eseguibile e, se presente, tratta la directory contenente DREAMM come se fosse la base operativa per l’archiviazione dei dati.

Ciò significa che DREAMM scriverà e aggiornerà il file config.json locale e creerà le varie sottodirectory descritte sopra.

Con la Modalità Portatile, è possibile copiare facilmente DREAMM su una chiavetta USB o un disco portatile e assicurarsi che tutti i giochi installati e le impostazioni siano conservati nello stesso luogo.

Quindi, è possibile portare l’installazione portatile su qualsiasi altro computer e eseguirla senza ulteriori spostamenti di file.

Modalità Standalone

Se si desidera un’interfaccia più snodata, completamente priva del frontend, è possibile configurare DREAMM per eseguirsi in Modalità Standalone. Ci sono due modi per farlo:

  • Copiare l’eseguibile di dreamm (e eventuali file di supporto) in una directory che contiene un gioco supportato. DREAMM, se avviato da questa posizione, rileverà automaticamente quale gioco è presente accanto ad esso e lo avvierà direttamente.
  • Avviare dreamm con un parametro da linea di comando specificando un percorso a una directory che contiene un gioco supportato. Se DREAMM determina che il percorso fornito contiene tutti i file necessari nelle posizioni corrette per uno dei giochi supportati, lo avvierà direttamente, bypassando il frontend.

Questo è utile per creare collegamenti che avviano direttamente i giochi preferiti. Inoltre, è possibile utilizzare questa funzionalità per evitare che DREAMM copi i file di gioco nella directory di installazione.

Ad esempio, se si ha già installato un gioco particolare, è sufficiente passare a DREAMM il percorso di quella installazione e verrà eseguito direttamente dai file già installati.

Changelog

  • Aggiornata la documentazione per riflettere le nuove funzionalità: https://aarongiles.com/dreamm/docs/v30
  • Corretto il bug che causava la perdita di texture cambiando risoluzioni in Infernal Machine.
  • Corretto il bug che causava l’apertura vuota delle caselle combinate con pochi elementi presenti.
  • Corretto l’installer del Roland upgrader per Day of the Tentacle affinché funzioni effettivamente.
  • Corretto il problema con la gestione delle bitmap RGB basate su bitfield in Windows; migliora la modalità finestra di Behind the Magic.
  • Corretto il problema della mancanza di controllo del guadagno usando sound fonts.
  • Corretta la rilevazione degli add-on, che era difettosa in alcuni casi con l’ultima beta.
  • Corretto il crash dell’interfaccia utente quando si utilizzavano grafiche personalizzate e si usciva dal gioco.
  • Corretto il bug che poteva danneggiare la memoria durante il rendering dei font in alcuni casi limite.
  • Corretto il bug per cui la configurazione del joystick non funzionava affatto se erano presenti assi asimmetrici.
  • Corretto il bug per cui il messaggio mancante di WinHelp poteva essere invocato ripetutamente fino al crash di DREAMM.
  • Corretto il problema delle tracce audio CD vuote leggendo da un’immagine CD ZIP
  • Aggiunta logica per CRC di un intero file nei casi in cui i primi 2MB corrispondono.
  • Rimossa la configurazione audio per Monkey CD e Loom CD; ora predefiniti a AdLib.
  • Modificato lo shader CRT per evitare artefatti sui sistemi basati su Apple Silicon.

Download: DREAMM v3.0b18 (Windows Installer) (Package x64) (ARM64 Package)

Download: DREAMM v3.0b18 (MacOS)

Download: DREAMM v3.0b18 (x64 Linux) (ARM64 Linux)

Fonte: twitter.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.