Home Mobile Android L’emulatore STRATO, sequel di Skyline esce oggi

L’emulatore STRATO, sequel di Skyline esce oggi

163
0

Atteso per oggi il lancio di STRATO, l’emulatore sperimentale e open source della console Switch per dispositivi Android e sequel di Skyline sviluppato dai due developer Lynx e TheASV.

Skyline è stato uno dei primi emulatori della console Switch per Android, dimostrando la possibilità di eseguire giochi su dispositivi mobili.

Tuttavia, aveva limitazioni in compatibilità e prestazioni. STRATO è stato creato per superare questi limiti, offrendo un’esperienza di emulazione più fluida e completa.

Caratteristiche

  • Compatibilità Estesa: STRATO promette una maggiore compatibilità con i titoli Nintendo Switch, rendendo possibile l’esecuzione di un numero maggiore di giochi rispetto al suo predecessore.
  • Ottimizzazione delle Prestazioni: Uno degli obiettivi principali di STRATO è migliorare le prestazioni rispetto a Skyline. Grazie a nuove tecniche di emulazione e ottimizzazione del codice, i giochi dovrebbero girare in modo più fluido, anche su dispositivi Android con hardware meno potente.
  • Interfaccia Utente Migliorata: STRATO introduce un’interfaccia utente più intuitiva e user-friendly, facilitando l’uso dell’emulatore anche per gli utenti meno esperti.
  • Open Source: Come Skyline, anche STRATO è un progetto open source. Questo significa che chiunque può contribuire al suo sviluppo, migliorando il codice o aggiungendo nuove funzionalità. La comunità open source gioca un ruolo fondamentale nel garantire che l’emulatore sia sempre aggiornato e migliorato.
  • Supporto a Controller Esterni: STRATO include supporto avanzato per controller esterni, permettendo ai giocatori di utilizzare joystick e gamepad per un’esperienza di gioco più immersiva.

Nonostante le promesse, STRATO dovrà affrontare diverse sfide. La prima è legata alla legalità dell’emulazione: sebbene l’emulazione in sé non sia illegale, Nintendo potrebbe trovare motivi legali per intraprendere azioni contro gli sviluppatori.

Un’altra sfida sarà mantenere il ritmo degli aggiornamenti e rispondere ai feedback della comunità. La natura open source del progetto dovrebbe facilitare questo compito, ma richiederà comunque un impegno costante da parte degli sviluppatori e dei contributori.

Fonte: twitter.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.