[Scena PS Vita] Raggiunto un nuovo traguardo per la libreria VitaGL che permetterà di eseguire il porting di nuovi giochi senza modificare ulteriormente il codice sorgente

Il developer Rinnegatamante annuncia sul social Twitter di aver raggiunto un nuovo traguardo nello sviluppo della libreria VitaGL. L’API ora ci permetterà di eseguire il porting di nuovi giochi senza modificare ulteriormente il codice sorgente.

VitaGL è una libreria intermedia sviluppata utilizzando SceGxm che permette di utilizzare in maniera indiretta la libreria OpenGL sulla console portatile  Sony PlayStation Vita.

Il codice della pipeline grafica GLES è stato completamente rielaborato consentendo di utilizzare la normale pipeline grafica. Ciò significa che ora vitaGL potrà essere utilizzato per eseguire il porting di giochi e oggetti utilizzando il codice GLES (nessuna pipeline di funzioni fisse) senza modificare il codice.

Basta inserire semplicemente la libreria vitaGL e modificare quanto basta il codice per la configurazione delle librerie più la traduzione degli shader (analogamente a quanto consentito da Piglet di recente).

Dal punto di vista delle prestazioni vitaGL è di gran lunga migliore di Piglet e meno problematico in alcune aree.

Il codice mobile di GTA: San Andreas, ad esempio, richiedeva che il codice Piglet avesse una patch nel generatore di shader e che MSAA non funzionava, mentre vitaGL qui non richiede tale patch e funziona completamente con MSAA.

Durante il filmato della prima missione (Big Smoke) quando Ballas fa saltare in aria la macchina, l’auto diventa invisibile con Piglet mentre viene renderizzata correttamente con vitaGL.

Il gioco necessita ancora di alcune correzioni, mentre alla fine vitaGL sostituirà completamente Piglet (più veloce, meno soggetto a bug, open source e facilmente debuggabile + ottimizzabile + espandibile grazie alla sua natura opensource).

Fonte: twitter.com

(Visited 1 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *