PlayStation 5 ha un browser web nascosto, e arstechnica ci spiega come trovarlo

La console PlayStation 5 non avrà un browser web, almeno non in forma ufficiale secondo alcuni, e in attesa di sapere se verrà introdotto in un futuro aggiornamento del firmware, i ragazzi di arstechnica ci spiegano come utilizzare la piccola interfaccia di navigazione web dedicata alla Guida per l’utente.

Per poter utilizzare il browser web sulla console PlayStation 4, dovevamo dapprima attivarlo, per farlo dovevamo accedere sul PlayStation Network, il ché significava aggiornare il sistema sull’ultimo firmware ufficiale, ma come ben sappiamo, siamo riusciti ad attivare gli exploit navigando attraverso l’interfaccia per la Guida per l’utente.

Stessa metodica su PlayStation 5 insomma, basta recarsi sulle impostazioni del sistema e caricare la Guida per l’utente che, a differenza della maggior parte degli altri menu informativi sul sistema, questo viene caricato all’interno di un browser Web che punta all’indirizzo URL di manuals.playstation.net.

Se si prova a visitare l’indirizzo da un PC standard o da un browser web mobile, il sito restituirà un messaggio di errore (Accesso negato). Ma se si accede dal menu della PS5, vedrete una prima immagine che ci spiegherà “come navigare in questa guida per l’utente” con il controller DualSense.

Sebbene questa Guida per l’utente sia alquanto istruttiva, non offre collegamenti esterni che potrebbero fornire un gancio più ampio al web. Non è presente alcuna opzione che ci permetta di digitare un indirizzo URL generalizzato.

Per poter navigare in internet utilizzando l’interfaccia per la Guida per l’utente bisogna scorrere verso il basso fino al menu Utenti e account e cliccare sull’opzione “Collegamento con altri servizi”.

Da qui è possibile collegarsi ad un account Twitter, che farà apparire una pagina web con la richiesta di accesso al social network. Per come progettato questa pagina avrebbe il solo scopo di accedere a Twitter, collegare l’account alla PS5 e tornare al menu di sistema.

Tuttavia, se si fa clic sulla piccola icona di Twitter nell’angolo in alto, si potrà accedere direttamente all’interfaccia Web standard di Twitter, proprio come apparirebbe su qualsiasi altro browser, e se si sceglie di accedere da qui, si avrà accesso al social network tramite il browser Web della PS5.

Sebbene non sia ancora possibile digitare nella barra degli URL in questa interfaccia, Twitter.com offre (leggermente ingombrante) l’accesso al Web più ampio tramite collegamenti cliccabili nei tweet e nelle descrizioni dei profili.

Se il sito a cui sei interessato ha un account Twitter (o è semplicemente discusso sui social media), trovare quei link è solitamente semplice come digitare il tuo obiettivo desiderato nella barra di ricerca di Twitter.

Puoi anche collegare una tastiera USB per rendere la ricerca più semplice e/o saltare attraverso i collegamenti con i tasti freccia e Invio. Tuttavia, i mouse USB non sembrano funzionare con il browser della PS5, è comunque necessario utilizzare i joystick DualSense per scorrere o spostare il puntatore sullo schermo.

Durante i test

I ragazzi di arstechnica hanno scoperto che il browser web, seppur limitato, riesce a navigare bene sulla maggior parte dei siti che mostrano per lo più immagini e testo, un po’ meno per quanto riguarda le pagine multimediali e/o interattive.

Siti di video-sharing come YouTube, Vimeo e Twitch sembrano funzionare senza troppi problemi, completo di audio, sebbene il tentativo di andare a “schermo intero” con un video non fosse riuscito.

I siti di streaming musicale come Spotify, Soundcloud e Bandcamp, d’altra parte, potrebbero generalmente caricare l’interfaccia ma non riprodurre effettivamente alcuna musica attraverso la PS5.

Anche i giochi sviluppati utilizzando il linguaggio HTML si sono dimostrati per lo più imprevedibili. I giochi e/o gli emulatori che sono stati codificati in HTML puro e Javascript sembrano caricarsi, sebbene i controlli fossero un problema a meno che non fossero progettati per funzionare solo con una tastiera (un esempio è il Tetris).

Discorso diverso per i giochi che avrebbero richiesto librerie più elaborate, come WebGL o Flash, queste, sempre secondo arstechnica sembravano fallire.

Ciò include anche l’enorme libreria di software emulato dell’Internet Archive; le implementazioni basate sul Web del sito di DOSBox e MESS/MAME sembravano bloccarsi immediatamente dopo il caricamento delle risorse.

Perché è nascosto?

Potrebbe sembrare strano per Sony costruire un browser Web decentemente funzionale nella PlayStation 5 per poi nasconderlo dove la maggior parte degli utenti non lo utilizzerà mai.

Potrebbe sembrare ancora più strano dal momento che la PlayStation 4 presentava già un browser Web completamente supportato, completo di barra degli indirizzi e accesso rapido alle “pagine utilizzate di frequente”.

Ma sembra ancora più strano quando noti che il menu di sistema della PlayStation 5 include in realtà una sezione dedicata alle impostazioni del “browser Web” in cui è possibile disabilitare JavaScript, eliminare i cookie e “impedire il monitoraggio tra siti”.

“Al momento, non intendiamo includere un browser Web in PS5”, queste le parole del vicepresidente senior di Sony Hideaki Nishino in una recente intervista al sito giapponese AV Watch. “Abbiamo dubbi sul fatto che un browser Web sia necessario per una console di gioco come app, quindi dovremo aspettare e vedere”.

Per ora, se per qualche motivo desideri disperatamente caricare una pagina Web tramite la PS5, la soluzione alternativa discussa sopra ti consentirà di farlo. Ma non sorprenderti se questo è quanto di più vicino al supporto ufficiale per la navigazione Web su PS5 nel prossimo futuro.

Fonte: arstechnica.com

(Visited 1 times, 1 visits today)

2 commenti

  1. Con la PS3 hanno tolto l’utilizzo di Linux a causa jailbreak. Adesso stanno togliendo il browser a causa WebKit. Se trovano un access point attraverso qualche gioco toglieranno anche i giochi dalla console?

    1. Mah.
      Se si potesse accedere con un bug frutto di un file di salvataggio,dovrebbero patchare il gioco affinche’ i successivi file di salvataggio sovrascrivano quello buggato.
      Cmq,semmai trovassero una grossa falla nell’ immediato,la acquisterei prima che venga patchata.
      Ma ne dubito fortemente.
      Ancora non hanno manco aperto come una cozza la PS4, ne’ OneX.
      Le Xbox poi,non hanno un hack dai tempi della X360!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *