[Scena Switch] Rilasciato NSC Builder v0.99

NSC Builder (acronimo di Nintendo Switch Cleaner e Builder) è un semplice quanto utilissimo script basato sulle librerie python di hacbuild e di Nut, progettate per cancellare la crittografia di titolazione dai file nsp e creare file nsp/xci multicontent.

NSC Builder è un progetto che unisce xci_builder e Nut_Batch_Cleaner, è basato sia sui lavori di Bla.p. nut.py che di Luca Fraga.

Lo script è alimentato da squirrel, un fork di nut con funzioni aggiunte che rimuovono le funzioni basate su CDN nut, mentre modificano le funzioni di modifica dei diritti di titolo e ne aggiungono alcune utili per la gestione dei file.

Dalla versione 0.8 il programma non si basa più su hacbuild per la generazione dei file xci mentre il nuovo codice è stato realizzato per integrarsi meglio su squirrel.

Squirrel riceverà presto una nuova repository e sarà compresso come file eseguibile per NSC Builder dalla versione 0.8 beta.

Il vecchio codice di squirrel può essere visionato nella repository principale di NSC Builder, mentre il nuovo codice verrà pubblicato nella propria repository alla fine della fase beta, dopo che saranno eseguite alcune operazioni di pulizia sullo stesso codice.

Qual è il significato di “RIMUOVERE I DIRITTI DEL TITOLO”

Quando si cerca di rimuovere la crittografia dei titolamenti dai file nsp, è possibile installare i giochi senza bisogno di ticket, il che lascia un’impronta tracciabile più piccola sulla console, a patto che non si stia inviando dati di telemetria ai server Nintendo.

Questo aiuta anche nella conversione da file nsp a file xci che consente di non installare esternamente i ticket.

Cosa posso fare con questo programma?

La versione attuale del programma consente di:

  1. Creare file multi-content per xci o nsp.
  2. Cancellare la crittografia dei titleright dai file nsp.
  3. Costruire file xci senza “update partition”, il che significa che i file andranno ad occupare meno spazio.
  4. Togliere il delta dagli aggiornamenti.
  5. Suddividere file multi-content in file xci o nsp.
  6. Cambia il packing del contenuto tra xci e nsp.
  7. Abbassare la versione del firmware richiesta alla crittografia effettiva del gioco.
  8. Abbassare la masterkey necessaria per decriptare un gioco.
  9. Controllare le informazioni da xci e nsp, incluso il firmware necessario per eseguirlo, le informazioni sul gioco, la dimensione del contenuto nca, ecc…
  10. Controlla i dati dai file nacp e cnmt senza estrarli da nsp\xci.
  11. Ricostruire il contenuto xci e nsp in formati compatibili con fat32.
  12. Creazione di file xci di massa e file nsp in formato singolo e multi content.
  13. Rinominare file nsp e file xci in modo che corrisponda al suo contenuto.
  14. Verificare i file nsp, nsx, xci e nca.
  15. Informazioni in uscita in formato testo.
  16. Estrarre il contenuto dei file nsp e la partizione sicura dei file xci.
  17. Impostare un ritardo per i lavori in modalità multipla.
  18. Separare i lavori in base-titleid in modalità multipla.
  19. Rimuovi i caratteri errati dai nomi dei file (sanitize) o converti i nomi asiatici in romaji.
  20. Estrarre il contenuto del file nca per i giochi di base e i dlc o estrae file nca come testo in chiaro.
  21. Unire i file in fat32 per xc*,ns* e *0.
  22. Compressione dei file nsp in file .nsz.
  23. Interfaccia grafica per informazioni sui file tramite una GUI in esecuzione su chromium\chrome per file locali e file su Google Drive.
  24. Ripristino di nsp\xci modificato con NSC_Builder nei loro file nca di gioco originali.

Modalità batch

Il batch ha 2 modalità:

  • Modalità automatica: Trascina i file nsp singolarmente o le cartelle con diversi file sopra il batch per entrare in modalità automatica.
  • Modalità manuale: Fare doppio clic sul file batch per creare un elenco di file da elaborare.

Il comportamento della modalità automatica è configurato tramite il “Configuration menu in manual mode”.

Opzioni della modalità manuale

  • MODE 0: Configuration mode. Configura il modo in cui il programma funziona in modalità automatica e manuale.
  • MODE 1: Indidual packing. Cerca di elaborare un elenco di file e di impacchettarli singolarmente.
    • Impacchetta come nsp\xci.
    • Supertrimm xci file.
    • Rinominare i file xci o nsp.
    • Ricostruisci i file nsp in ordine cnmt e aggiungi cnmt.xml.
    • Verifica i file nsp, xci.
  • MODE 2: Multi packing. Crea una lista di file in un singolo file xci o nsp.
    • Separa i file per basedid.
    • Imposta i lavori per dopo.
    • Elabora i lavori precedenti.
  • MODE 3: Multi-Content-Splitter. Separiamo il contenuto in file nsp e xci.
  • MODE 4: File-Info. Visualizza ed esporta diverse informazioni sui file nsp e xci.
    • a. Dati sui file inclusi in nsp\xci.
    • b. Dati sugli ID contenuto nel file.
    • c. Info Nut implementato come da nut by blawar.
    • d. Informazioni sui requisiti del firmware e altri dati di gioco.
    • e. Leggi il file cnmt da meta nca.
    • f. Leggi il file nacp dal controllo nca.
    • g. Leggi il file npdm dal programma nca.
    • h. Verifica i file con la possibilità di rilevare le modifiche NSCB su di essi.
  • MODE 5: Database Mode. Visualizza le informazioni di output di massa.
  • MODE 6: Advanced Mode.
    • a. Estrae tutti i contenuti da un file nsp\xci.
    • b. Estrae tutti i contenuti da un file nsp\xci in modalità raw.
    • c. Estrae tutti i contenuti da un file nsp\xci in testo normale.
    • d. Estrae i file da nca all’interno di un file nsp\xci.
  • L: Legacy Mode. Vecchie funzioni.

Configuration mode

Opzioni della modalità automatica (influisce solo sulla modalità automatica)

Configurazione REPACK

  • NSP
  • XCI
  • BOTH

CARTELLA DEL TRATTAMENTO

  • Ripeti singolarmente i file della cartella (file a contenuto singolo).
  • Riunisci insieme i file della cartella (file multi-contenuto).

Configurazione patch RSV

  • La patch richiede la versione del sistema se è più grande della crittografia.
  • Non corregge la versione del sistema richiesta se è più grande della crittografia.

Configurazione KEYGENERATION

  • Imposta la massima generazione di chiavi (crittografia) che i file possono avere.

Opzioni globali (influenza il modo in cui il programma funziona a livello globale)

Testo e sfondo COLORE

  • Scegliamo i colori della finestra di cmd.

Nome della CARTELLA DI LAVORO

  • Scegliamo il nome della cartella di lavoro.

Nome della cartella OUTPUT FOLDER

  • Scegliamo il nome e la posizione della cartella di output.

Trattamento file DELTA

  • Scegliamo se andrete a confezionare i file NCA delta o no. Impostato su false per impostazione predefinita.

Configurazione ZIP

  • Scegliamo se si desidera creare un file zip memorizzando alcune informazioni sul file. Impostato su false per impostazione predefinita.

Configurazione AUTO-EXIT

  • Scegliamo se la finestra di cmd si chiude dopo aver completato il lavoro.

PROMPT DI GENERAZIONE CHIAVE

  • Scegliamo se volete vedere un prompt che vi chiede di applicare patch RSV e generazione di chiavi in ​​modalità manuale.

File stream BUFFER

  • Buffer per le operazioni del flusso di file

Opzioni file FAT32\EXFAT

Pack xci o nsp in formati compatibili fat32 o in formato exfat.

  • Cambia FORMATO CARTA a exfat (Predefinito)
  • Cambia CARD FORMAT in fat32 per SX OS (file xc0 e ns0)
  • Cambia CARD FORMAT in fat32 per tutti i CFW (cartella archivio)

Come ORGANIZZARE i file di output

  • Organizza i file separatamente (predefinito).
  • Organizza i file in cartelle impostate per contenuto.

Importante

Questo programma tenta di modificare i dati minimi possibili nei file nsp e xci, per questo motivo richiede patch di firma per ignorare entrambe le firme sugli header NCA. I Custom Firmware che includono queste patch sono:

Per installare file multi-nsp si rende necessario l’uso di un programma di installazione compatibile. Gli installatori compatibili segnalati sono:

Requisiti

  • Un computer con sistema operativo Windows.
  • Compilare keys_template.txt nella cartella ztools e rinominatelo in keys.txt. Potrete ottenere un set di chiavi completo utilizzando il payload Lockpick RCM se la console monta il firmware 8.1, in caso contrario puoi farti prestare le chiavi necessarie da un amico. Se vuoi aggiungere la xci_header_key, dovrai chiederle ad un amico. https://github.com/shchmue/Lockpick_RCM/releases

Limitazioni

  • Non è possibile creare file xci multi-content con più di 8 giochi. Darà errore durante il caricamento in Horizon. Sospetto che potrebbe essere una limitazione di qlauncher, quindi potrebbe funzionare con le mod di tema ma INTRO non l’ha testato. Nota: questo significa “games”, aggiornamenti e auto dl non in possesso di tale limite.
  • I diritti di titolo rimuovono dlc danno un messaggio di contenuto incompleto per alcuni giochi dalla 6.0 in poi, quel messaggio può essere saltato e il dlc funzionerà bene nonostante il prompt.

Galleria NSCB File_Info

Changelog

Presentazione della modalità MTP – un gestore mtp per DBI Installer

DBI è un programma di installazione realizzato da Rashevsky e dal team Keffir in modo simile alla vecchia Tinfoil di Adubbz con funzioni estese e una modalità di risposta MTP che consente l’accesso alla console Nintendo Switch tramite il protocollo MTP per trasferire file tra la console e il PC e ottenere diverse informazioni come giochi installati, spazio di archiviazione utilizzato, firmware sullo Switch, ecc …

Quando apri il file .nro o il programma DBI installato sulla console Switch ed esegui l’opzione di risposta MTP, sarai in grado di connettere la console Switch via USB al PC, consentendo a NSC Builder di lavorare insieme a DBI e accedere alla Switch fornendo per intero molte funzioni.

La versione testata di DBI è 1.25, che può essere scaricata come parte della seguente versione di keffir:

https://github.com/rashevskyv/switch/releases/tag/456

Può anche essere scaricato singolarmente come file .nro o .nsp da qui:

DBI_1.25.nsp
DBI_1.25.nro

Maggiori informazioni su DBI qui: File Leggimi di DBI e mtp

1. Nuova modalità “M” – mtp un gestore MTP per DBI

Installer

a) Programma di installazione dei file locali

  • Installazione tramite coda per nsp, nsz (direttamente) e xci (preconversione).
  • Seleziona supporto di installazione (SD\EMMC).
  • Pre-verifica dei file (disabled,level2,hash verification).
  • Controlla lo spazio sul dispositivo prima di installare ciascun file e, facoltativamente, modificare il supporto di installazione (SD\EMMC) se all’altro è rimasto spazio e quello di destinazione si esaurisce.
  • Controlla la keygeneration richiesta dai file vs fw riportati dalla console, salta l’installazione se la keygeneration richiesta è maggiore di quella disponibile. Facoltativamente patchare la pre-installazione del file.
  • Opzionalmente, controlla se il gioco è già installato e salta l’installazione.
  • Opzionalmente controlla se lo stesso ID di aggiornamento è installato, controlla la versione installata e se la versione installata è più grande salta l’installazione mentre se è più piccola elimina il vecchio aggiornamento per recuperare spazio e procedere all’installazione.
  • Opzionalmente, installa file nsp preconfezionati quando si tenta di installare un file nsp che richiede keygeneration superiori.
  • Converti precocemente file xci\xcz per installarlo sul sistema.

b) Programma di installazione remota

  • Installa nsp e nsz direttamente da google drive e 1fichier.
  1. File transfer
    • Trasferisci qualsiasi file da posizioni locali o remote.
    • DBI consente trasferimenti di oltre 4 GB tramite archiviazione automatica mtp in formato Nintendo, il che significa che la modalità di trasferimento può trasferire con facilità file xci o filmati nelle posizioni di installazione sulla SD.
  2. Auto-updater
    • Prendi una libreria locale o una libreria di google drive e controlla se ha nuovi aggiornamenti o dlc per i giochi installati, se aggiorna automaticamente la console.
    • È possibile consentire al programma di applicare automaticamente gli aggiornamenti o selezionare tra quelli rilevati.
    • Nota: Se in precedenza hai installato giochi su questa sessione mtp, disconnetti prima il risponditore mtp e riconnetti nuovamente per ottenere informazioni accurate poiché i dati dei giochi installati vengono analizzati una volta per sessione.
  3. Uninstaller
    • Identifica giochi installati, aggiornamenti e dlc e consente di rimuoverli tramite un selettore.
  4. Content dumper
    • Permette di scaricare giochi, aggiornamenti e dlc nelle librerie di installazione.
  5. Archived games cleaner
    • Identifica i giochi archiviati e consente di ripulirli.
  6. Information
    • Informazioni sul dispositivo.
    • Controlla i giochi installati e archiviati.
    • Cerca nuovi aggiornamenti e DLC per i giochi installati e xci su SD rispetto a nutdb.
    • Cerca nuovi aggiornamenti e DLC per i giochi archiviati rispetto a nutdb.
  7. Savegames
    • Rileva i registri vuoti e li pulisce.
    • Scarica i salvataggi in formato zip JKSV.
    • Aggiunge la data del dump al nome del file in modo che diversi dump non si scontrino.
    • Facoltativamente aggiungere [titleid] e [version] al nome dei file.
    • Opzionalmente, archivia i file in cartelle per gioco o in linea.
  8. Generate SX autoloader files
    • Può generare file di cache da SX Autoloader per qualsiasi percorso sulla scheda SD se viene elencato il titleid. Ciò include i percorsi non scansionati.
    • Può generare file di cache da SX Autoloader per qualsiasi percorso su HDD se collegato e inviarli alla cartella appropriata sulla scheda SD.
    • Può garantire che i file dell’autoloader non si scontrino tra la scheda SD e l’HDD.
    • Nota: Mentre l’autoloader funziona su file archiviati e segnaposto installati, il segnaposto ha la priorità in modo che i file xci vengano caricati dopo un errore, ecco perché il segnaposto non verrà creato automaticamente.
    • Nota 2: In alternativa, NSCB può creare segnaposto xci, che caricheranno un segnaposto per gamecard appropriato per Autoloader. Questo xci verrà caricato in un percorso scansionato da rommenu e potrà essere eliminato dopo.
    • Nota 3: In alternativa è possibile effettuare il primo montaggio xci dal browser dei file del programma di installazione sx.

3. Nuove cose aggiunte all’interfaccia Web di informazioni sui file

  • Supporto per la lettura di file xc0 e ns0 (mancata lettura e verifica di nmpdm).
  • Supporto per leggere file dal driver di Google.
  • Supporto del lettore di collegamenti diretti per l’interfaccia destinata all’uso con i collegamenti pubblici a Google Drive.
  • Possibilità di evitare quote nei collegamenti di unità pubbliche impostando una libreria cache remota, che clonerà in quella cartella su google drive il collegamento prima di leggere le sue informazioni.
  • Possibilità di impostare librerie per cercare e caricare informazioni da esse.
  • Possibilità di aprire l’immagine selezionata nella galleria in una nuova finestra per ingrandirla.
  • Possibilità di staccare la GUI dalla console con il parametro “noconsole” che caricherà le informazioni della console in una nuova scheda laterale sull’interfaccia.
  • Possibilità di aprire più finestre di interfaccia contemporaneamente aprendo porte diverse per interfaccia.
  • Possibilità di configurare host e porta fissa per l’interfaccia.

4. Test server concept

  • Il nuovo file Server.bat può caricare un nuovo concetto di server con le funzioni della GUI. Questo server non aprirà una finestra ma genererà la pagina Web ogni volta che aprirai la porta e l’host specificati.
  • Il server consente di configurare le connessioni ssl aggiungendo un key.pem e certificate.pem validi in zconfig e modificando il parametro ssl. Ciò si collegherà ad esso tramite https: anziché http e socket sicuri.
  • Il server può caricare i file utilizzando le funzioni della libreria o se aperto localmente il normale selettore di finestre. Il selettore verrà nascosto se apri NSCB.html ma sarà visibile con main.html.
  • Il server può essere eseguito anche con una console nascosta.
  • Essendo un Proof of Concept, l’interfaccia non è ancora completamente adattata al widescreen da allora e non ha alcun tipo di convalida dell’account, quindi proteggila se pianifichi l’accesso tramite Internet.

5. Bugfix

  • Dati aggiunti per il nuovo firmware.
  • Corretto il problema relativo alla classe del ticket relativo al #132
  • Corretto il problema per cui il lettore nacp non mostrava le informazioni corrette su alcuni parametri in gui e cmnd. Solo il lettore, le funzioni di patch o altre funzioni basate su nacp sono state configurate correttamente.
  • Aggiunto supporto alla nuova chiave sig1 grazie a 0Liam.
  • Diverse altre cose che non ricordo da quando sono state apportate molte correzioni e modifiche al ramo beta dallo 0.98.

6. Come impostare ciascun tipo di libreria

Per ottenere il pieno supporto per ogni funzione in modalità mtp NSCB dovrai impostare diversi file di libreria, in zconfig puoi trovare esempi per questi file. Dovrai modificare l’esempio ed eliminare il tag di esempio nel nome del file. In particolare la modalità mtp utilizza i file illustrati in questa sezione. Di seguito puoi trovare il significato di ciascun file e come configurarlo.

  • mtp_download_libraries_example.txt > mtp_download_libraries.txt

    Librerie per configurare i dump e i salvataggi e, in generale, i file che il PC riceve dalla console Switch.

    Setup: library_name|path

    Esempio: Dumps|C:\Dumps

  • mtp_SD_libraries_example.txt > mtp_SD_libraries.txt

    Librerie per configurare le cartelle in cui lo switch riceverà i file inviati con la funzione di trasferimento.

    Setup: library_name|path

    Esempio: SD_XCI|1: External SD Card\sxos\xci

Come puoi vedere, le posizioni SD iniziano con *1: External SD Card* questo è il nome del DBI di montaggio SD che crea sul tuo PC, inizia le tue posizioni su SD con quella stringa.

  • mtp_source_libraries_example.txt > mtp_source_libraries.txt

    Librerie per configurare le cartelle locali dal PC che verranno utilizzate dalla funzione di aggiornamento automatico per la ricerca di nuovi file, nonché con le funzioni di installazione e trasferimento.

    Setup: library_name|path|Update

    Esempio: BASE|C:\NSP\BASE|FALSE or UPDATES|C:\NSP\UPDATES|TRUE

Come puoi vedere, viene aggiunto un parametro Update, questo imposta quali cartelle vengono scansionate nella funzione di aggiornamento automatico. Se TRUE la cartella viene scansionata se FALSE non verrà scansionata. Le librerie non scansionate verranno utilizzate dall’installer e dalla modalità di trasferimento in futuro.

  • remote_libraries_example.txt > remote_libraries.txt

    Librerie per configurare le cartelle dell’unità Google che verranno utilizzate dall’installer remoto, dall’autoupdater remoto e dalle funzioni di trasferimento remoto.

    Verrà inoltre utilizzato nella modalità Drive NSCB e nella funzione di libreria dall’interfaccia Web NSCB.

    Setup: library_name|path|TD_name|Update

    Esempio: BASE|drive:/base|TD_Name|FALSE or UPD|drive:/updates|None|TRUE

    Il parametro Update consente di impostare le cartelle da sottoporre a scansione nella funzione di aggiornamento automatico. Se TRUE la cartella viene scansionata se FALSE non verrà scansionata. Le librerie non acquisite vengono utilizzate dall’installer remoto e dalle funzioni di trasferimento remoto.

    Il parametro TD viene utilizzato quando i file o le cartelle si trovano in un’unità TeamDrive o in unità condivise come vengono chiamati attualmente. Se i tuoi file non si trovano in un input TD Nessuno lì o ||. Con la doppia barra sembrerà UPD|drive:/updates||TRUE

    Ricorda che drive è il tuo nome token.

  • remote_cache_location_example.txt > remote_cache_location.txt

    Cartella nel tuo account Google Drive in cui sono memorizzati i file pubblici per evitare quote e ottenere un supporto migliore sull’API di Google Drive. È raccomandato per l’interfaccia e richiesto per la modalità mtp quando si utilizzano collegamenti pubblici.

    Setup: library_name|path|TD_name

    Esempio: cache|token:/cache| or cache|drive:/cache|TDName

    Come puoi vedere se non hai un TD basta aggiungere un | alla fine, puoi anche aggiungere None se hai un TD aggiungere il tuo nome TeamDrive.

  • local_libraries_example.txt > local_libraries.txt

    Cartella in cui è memorizzata la libreria locale. Questo è attualmente utilizzato dalle librerie locali dell’interfaccia HTML

    Setup: library_name|path

    Esempio: Folder1|C:\Nintendo

  • download_libraries_example.txt > download_libraries.txt

    Questo viene utilizzato nella modalità Drive per impostare la cartella in cui il programma scaricherà o genererà i file.

    Setup: library_name|path

    Esempio: Folder1|C:\Downloads

7. Come configurare l’auth per google drive

Per abilitare l’API dell’unità Google è necessario andare qui https://developers.google.com/drive/api/v3/quickstart/python e premere su Enable the drive api, selezionare Desktop App, premere Create e premere Download Client Configuration, otterrai un json di credenziali.

Puoi utilizzare quel file per generare token per qualsiasi account, ma riceverai un messaggio di app non verificata se lo usi con un altro account. Questo non è correlato a NSCB poiché stai usando la tua app, configurala con quel file di credenziali.

Una volta generato un token, è possibile eliminare il file delle credenziali sebbene sia possibile rinominare diversi file come token_name.json. Il nome del token è il nome del token che si prevede di impostare nel passaggio successivo.

Per impostare il token, apri NSCB andare sulla configurazione e alla configurazione di Google drive, quindi premere 1 per registrare un account, ti chiederà il nome del token, una volta inserito, verrà aperto un browser e accederai all’account che intendi configurare.

Il nome del token è importante NSCB utilizza il token come se fosse una lettera di percorso, quindi un token chiamato mydrive sarà in grado di impostare percorsi come mydrive:/Switch/nsp

8. Come configurare auth per 1fichier

Per l’autenticazione di 1fichier è necessario archiviare il token 1fichier in zconfig/credentials con il nome _1fichier_token.tk

Per ottenere il token è necessario un account 1fichier, quindi in questa pagina https://1fichier.com/console/params.pl troverai una sezione chiamata API Key, premere su Enable API usage, ottenere la chiave e incollarla in un file txt vuoto, quindi rinominare il file in _1fichier_token.tk

Nota importante

Il programma di installazione della galleria del sistema operativo Rommenu SX al momento non funziona correttamente con i giochi che utilizzano master_key_09\keygeneration 10.

Questi non si installeranno correttamente in quel programma di installazione e xci o cxci che usa quella chiave master mostreranno un’icona bianca nel caricatore, anche se monteranno correttamente a causa del sistema che gestisce quella parte.

La soluzione è abbassare la generazione delle chiavi, come è accaduto in precedenza sul firmware 6.2. Ho controllato e abbassato questi giochi a keygeneration 9 (master_key_08) mostrerò le icone come previsto e consentirò di installare quei giochi con quell’installer.

Se hai intenzione di installarli, ricorda che puoi usare altre alternative come SX Installer, Tinfoil, OGTinfoil, lithium o goldleaf.

Speriamo che TX risolva presto questo problema, ma per ora usa questa contromisura.

Nota: Nulla a che fare con la nota SX OS o le informazioni di gioco xci, che non sono state modificate da quando hacbuild è stato sostituito da squirrel nella versione 0.79 (il 27 gennaio del 2019). Qualsiasi gameinfo xci dopo quella data va benissimo e le precedenti xci possono essere riparate quando rielaborate.

Nota 2: Noterai che la decompressione ha una dimensione elencata più alta nella barra, in realtà non sta misurando la dimensione finale ma scrive, poiché il testo in chiaro decompresso viene scritto per primo e poi viene crittografato per ripristinare i file NCA nella forma originale. Anche se sembra un po’ strano, ho pensato che fosse più comprensibile dei cicli tqdm.

Ringraziamenti e crediti

NSC Builder è basato su:

Download: NSC Builder v0.99 (32 bit)

Download: NSC Builder v0.99 (64 bit)

Download: NSC Builder v0.99 py

Download: Source code NSC Builder v0.99

Fonte: Github.com

(Visited 1 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *