[Scena Switch] Rilasciato gcdumptool v1.1.0

Disponibile un nuovo e interessantissimo aggiornamento per l’applicazione gcdumptool, lo strumento, sviluppato dal developer Pablo Curiel ci permette di eseguire con semplicità il dump delle nostre cartucce di gioco della Switch.

L’applicazione permette di eseguire un dump completo della cartuccia di gioco nel formato XCI o NSP, è possibile anche rimuovere il certificato volendo. Tutti i dump verranno riempiti con 0xFF fino alla dimensione effettiva della scheda di gioco.

Caratteristiche

  • Genera depositi di cartucce XCI con rimozione del certificato opzionale e split opzionale.
  • Genera pacchetti Nintendo Submission installabili (NSP) da applicazioni di base, aggiornamenti e DLC memorizzati nella scheda di gioco inserita.
  • Compatibile con cartucce multigame.
  • Calcolo del checksum CRC32 per i dump XCI/NSP.
  • Verifica completa del dump XCI tramite il database XML da NSWDB.COM (NSWreleases.xml).
  • Database XML e aggiornamento in-app tramite libcurl.
  • Preciso scaricamento della partizione raw HFS0, utilizzando l’intestazione HFS0 di root dalla scheda di gioco.
  • Dumping dei dati del filesystem della partizione HFS0.
  • Browser del file di partizione HFS0 con supporto di dump file manuale.
  • Download dei dati del file della sezione RomFS.
  • Browser file di sezione RomFS con supporto di dump file manuale.
  • Dumping manuale del certificato della scheda di gioco.
  • Controlli dello spazio libero della scheda SD.
  • Supporto per la suddivisione di file per tutte le operazioni.
  • Recupero dei metadati della scheda di gioco tramite i servizi NCM e NS.
  • Calcolo della velocità di scarico, calcolo ETA e barra di avanzamento.

Ringraziamenti

  • MCMrARM, per aver creato l’applicazione originale.
  • RSDuck, per il loro switch vba-next-port. Il codice del menu dell’interfaccia utente è stato preso come base per questa applicazione.
  • Foen, per avermi dato qualche buon suggerimento su come usare il servizio NCM.
  • Yellows8, per avermi aiutato a sistemare un bug nella mia implementazione di alcune chiamate IPC del servizio NCM.
  • Le persone di ReSwitched, per lavorare verso la creazione di un buon ecosistema di homebrew.

Changelog v1.1.0

  • Sostituita l’icona dell’applicazione con una nuova, elegante realizzata da RattletraPM. Molte grazie!
  • Le icone delle applicazioni di base dei giochi ora vengono recuperate e visualizzate all’interno del menu.
  • Ora è possibile utilizzare i pulsanti , , e per modificare le informazioni dell’applicazione di base visualizzate.
  • Il font condiviso dell’estensione Nintendo ora viene utilizzato per visualizzare immagini bitmap che rappresentano pulsanti e stick del controller invece di usare semplicemente del testo per farvi riferimento.
  • Sostituite le implementazioni AES e SHA-256 basate su mbedtls con funzioni dall’API di crittografia hardware accelerata da libnx.
  • Aggiunta un’opzione per generare dump XCI divisi usando una directory con il bit di archivio impostato, proprio come i dump NSP divisi. Apparirà solo se “Split output dump” è abilitato.
  • Corretto il calcolo ETA.
  • Abilitato il calcolo ETA nei dump di dati della partizione HFS0 completi.
  • Corretto il calcolo del checksum CRC32 per i dump dei certificati di gamecard.
  • Aggiunta sezione Program NCA RomFS:
    • Supporta il dumping del filesystem, la navigazione del filesystem, il dumping manuale dei file e la divisione dei file. Goditi il ​​datamining delle tue gamecard.
    • Compatibile con cartucce multigame. Sarai in grado di scegliere quale applicazione di base RomFS verrà scaricata/sfogliata da un sottomenu.
    • I file di output verranno salvati in: sdmc:/[GameName] v[GameVersion] ([TitleID]) (RomFS)/.
  • Aggiunte icone di file/directory ad alto contrasto dal progetto GNOME alle modalità di esplorazione dei file (HFS0/RomFS).
  • Corretto il problema con il codice di generazione NSP (basato su 4NXCI/hacPack):
    • Le NCA del Delta Fragment ora vengono scartate.
    • Il checksum SHA-256 viene ricalcolato per ogni contenuto NCA dopo essere stato modificato, risultando in nuovi ID NCA.
    • La chiave pubblica ACID viene sostituita nella sezione NPDM dall’NCA del programma. Tutti i relativi hash NCA/PFS0 Superblock SHA-256 vengono ricalcolati.
      • La firma NPDM nell’intestazione NCA del programma ora viene sostituita.
    • I record di contenuti dall’applicazione CNMT vengono aggiornati con hash SHA-256 appropriati e nuovi ID NCA. Tutti i relativi hash Superblock NCA/PFS0 vengono ricalcolati.
    • Anche gli XML di NACP vengono generati.
    • A causa di tutte queste modifiche, il checksum CRC32 non può essere calcolato fino al completamento della procedura di dump.
      • Se questa opzione è abilitata, l’applicazione impiegherà più tempo dopo che il dump NSP è stato completato per calcolare il checksum CRC32. Tuttavia, sarete in grado di annullare questa procedura.
      • Un messaggio di avviso comparirà nel menu di dump NSP se il calcolo del checksum CRC32 è abilitato per informare l’utente di questo passaggio aggiuntivo.
      • Inoltre, il checksum di output CRC32 sarà diverso su ogni nuovo dump. Questo perché la firma NPDM nell’intestazione NCA del programma utilizza un seed casuale.
    • In questo modo i file NSP generati avranno bisogno solo delle patch ES per funzionare. Le patch ACID non dovrebbero essere più necessarie.
  • Aggiunto il supporto per il dumping dei file NSP per i tipi di titolo Patch e AddOnContent con le schede di gioco che includono aggiornamenti/DLC in bundle:
    • Le informazioni visualizzate nel menu principale ora mostrano quanti aggiornamenti / DLC sono raggruppati nella scheda di gioco inserita (per applicazione e in totale).
    • Se un aggiornamento di gamecard in bundle è dotato di un campo di ID Rights popolato, entrambi i relativi ticket e certificati verranno aggiunti al file NSP di output.
    • Inoltre, il menu dei dump NSP è stato diviso in tre sottocategorie: base application, update e DLC.
      • Ogni sottomenu verrà visualizzato solo se la scheda di gioco inserita contiene almeno un titolo appartenente alla categoria che lo rappresenta.
      • Se è inclusa solo l’applicazione di base, come la maggior parte dei giochi, scegliendo l’opzione dump NSP nel menu principale si arriva direttamente al menu di base dell’applicazione.
      • Una volta inserito un sottomenu, sarete in grado di scegliere esattamente quale titolo scaricare in quella categoria.
    • I file NSP contenenti aggiornamenti non saranno modificati in alcun modo. Pertanto, a differenza dei file NSP contenenti applicazioni di base e DLC, i loro checksum CRC32 saranno sempre gli stessi.
  • Corretta la dimensione minima del campo della versione di sistema nella struttura estesa dell’intestazione CNMT. Grazie a @0Liam!
  • Modificata la convenzione di denominazione per i dump dell’output NSP:
    • Base application: sdmc:/[GameName] v[GameVersion] ([TitleID]) (BASE).nsp.
    • Update: sdmc:/[GameName] v[UpdateVersion] ([UpdateTitleID]) (UPD).nsp.
      • Se non viene trovata un’applicazione di base corrispondente: sdmc:/[UpdateTitleID] v[UpdateVersion] (UPD).nsp.
    • DLC: sdmc:/[GameName] v[DLCVersion] ([DLCTitleID]) (DLC).nsp.
      • Se non viene trovata un’applicazione di base corrispondente: sdmc:/[DLCTitleID] v[DLCVersion] (DLC).nsp.
  • L’applicazione ora è in grado di recuperare la chiave di intestazione NCA ed eseguire la decrittografia dell’area chiave NCA in fase di esecuzione, utilizzando i servizi SPL. Pertanto, non è necessario eseguire in anticipo Lockpick per scaricare NSP (né per scaricare/sfogliare dati RomFS).
  • Se la scheda di gioco inserita include un aggiornamento in bundle, il suo numero di versione ora verrà utilizzato nel nome file di output per i dump di certificati XCI, HFS0 e di gamecard.
  • Piccoli miglioramenti al codice di suddivisione dei file.
    • Inoltre, il nome file per la parte corrente ora verrà visualizzato e aggiornato per tutte le operazioni se la divisione file è abilitata.
  • La funzione di aggiornamento dell’applicazione ora utilizzerà il percorso di avvio da argv, se disponibile. Altrimenti, imposta automaticamente sdmc:/switch/gcdumptool.nro.
  • Correzioni cosmetiche al layout dell’interfaccia utente.
  • Le risorse del servizio NCM ora vengono correttamente chiuse.
  • Rimosse le inizializzazioni di servizio non necessarie.

Download: gcdumptool v1.1.0

Download: Source code gcdumptool v1.1.0

Fonte: github.com

(Visited 1 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *